-
-
832 m
626 m
0
0,8
1,6
3,3 km

Visto 2793 volte, scaricato 7 volte

vicino Civenna, Lombardia (Italia)

Bellissimo itinerario che inizia sulla mulattiera della Santissima e poi si inoltra nei boschi di Villa Mora dapprima per sentiero, poi per tracce fino a giungere ai bucolici prati sopra la fattoria di Giacomino (sitt del Guss) e per faggete si torna a Civenna passando per il munt del Poma, altro bellissimo alpeggio in una radura appartata ma a due passi ormai dalla Terra di Sopra (la parte alta di Civenna. Dalla piazza Milano seguire il segnavia n°3, procedere fino al bar Sport, qui girare a dx in via Frassi (è possibile anche procedere fino alla fermata del bus e poi svoltare a destra) e proseguire fino al lavatoio. Da qui girare ancora a destra (indicazioni per la Santissima) e seguire la strada ancora asfaltata, due svolte prima a destra poi a sinistra, fino ad incontrare l'inizio della mulattiera (bolli Rossi-Bianchi-Rossi). Seguire la ripida mulattiera fino al prato dove si trova la chiesetta della Santissima.
Da qui sulla strada asfaltata svoltare decisamente a sinistra per circa 100m, fino ad incontrare sulla destra la strada sterrata con indicazioni per la Villa Mora. Da qui in poi seguire i bolli con il numero 3. La strada fà un tornantino a sinistra e si inoltra nel bosco come sentiero. Con ampio semicerchio stavolta verso destra e dopo una leggera salitella si arriva alla località chiamata Laghetto, per via del fatto che dopo periodi di pioggia si forma un laghetto, in realtà si tratta di un bellissimo prato con possibilità di vista sulle Grigne (se si lascia il sentiero per una brevissima variante sulla destra che consente di raggiungere la cima della collinetta). Attenzione a non calpestare il fieno, se vi capita di passare quando è stato appena tagliato. Tornando al sentiero si circuita il laghetto in senso antiorario, fino ad incontrare il sentiero che poggia a destra verso Campo. Lo si segue per circa 100m poi si piega 90° a sinistra e ci si inoltra in un bosco di conifere, caretterizzato da un fondo di aghi di pino. Dopo circa duecento metri (variante: da qui si può anche proseguire dritto fino ad arrivare alla "portineria di Villa Mora", evitare la sbarra verso destra poi proseguire dritti fino alla portina d'accesso del terreno di Giacomino) rimontare il ripido pendio verso destra fino a trovarsi alla sommità di un dosso oltre il quale si scopre di essere in cima a dei prati, non sempre tagliati a raso. Se i prati sono tagliati si possono attraversare, altrimenti tenersi al limite del bosco proseguendo verso est, stando sempre sul limitare tra il bosco e il prato per circa 300m, poi quando si incontrano i prati tagliati a raso della fattoria di Giacomino (Sitt del Guss) si scende a sinistra per circa 100m, fino a raggiungere il centro dell'avvallamento. Una porticina da richiudere (qui si arriva anche tramite la variante)consente di passare la recinzione e accedere ai prati della fattoria di Giacomino. Proseguire altri 200m fino ad un bivio, sotto a sinistra si può raggiungere la fattoria di Giacomino, mentre andando a destra in diagonale e in leggera discesa bisogna imbroccare il sentiero che attraversando una faggeta conduce al Munt del Poma, altro alpeggio isolato. Il sentiero passa davanti al casolare e si inoltra nel bosco ancora per circa duecento metri fino a sbucare nei pressi dell' ex Hotel Grigne. Da qui due possibilità o si piega ad sinistra verso l'evidente inzio della strada asfaltata o si raggiunge verso destra per una piccola ripida scorciatoia, l'arrivo del sentiero n°1 che scenda da Campo. Tn breve si ritorna alla piazza Milano.
Tempo di percorrenza calcolare circa 2 ore.

Commenti

    You can or this trail