Tempo  un giorno 6 ore 52 minuti

Coordinate 3223

Caricato 13 agosto 2019

Registrato agosto 2019

-
-
3.646 m
1.470 m
0
6,0
12
24,04 km

Visualizzato 95 volte, scaricato 5 volte

vicino a Peio, Trentino-Alto Adige (Italia)

Percorso molto impegnativo a livello fisico ma non a livello tecnico che porta al rifugio più alto delle alpi orientali, Rifugio Vioz (3535mt slm).

Il rifugio è prenotabile online lasciando una caparra di circa 20€ a testa.

GIORNO 1 (2066mt D+ / 15mt D- / 11,3km / 6.30h soste incluse)

Si parte dal parcheggio di Pejo salendo al cimitero austro-ungarico e successivamente seguendo le indicazioni per il sentiero 105 verso Malga Saline (dove è presente una fonte). Si continua a salire quindi in direzione Doss dei Cembri mantenendo la strada di ghiaia al bivio di Sas de le Strie.

Da Doss dei Cembri una volta fatta la prima sosta si riparte mantenendo la destra sul sentiero 139 in direzione del Rifugio Vioz fino al ricongiungimento col il 105. Da qui è sufficiente seguirlo fino al rifugio.

Una volta arrivati il Monte Vioz è ad ulteriori 10 minuti dal rifugio con altri 120mt di dislivello. Nel percorso in oggetto è stata fatta il secondo giorno perchè al pomeriggio del primo non c'era visibilità.

GIORNO 2 (216mt D+ / 2098mt D- / 12,7km / 7.45h soste incluse)

Dal rifugio si parte verso la cima del Monte Vioz da cui si può fare qualche foto e, se in possesso di ramponi e bastoncini, procedere verso Punta Linke attraversando il ghiacciaio. Arrivati in vetta si inizia a scendere sempre sul sentiero 105 fino alla quota di 3000mt dove si incontra il bivio per Pejo3000 (sentiero 138). Arrivati a 2800mt si può decidere se prendere la funivia oppure continuare a scendere a piedi costeggiando il fiume. Va tenuto presente che la funivia chiude dalle 12 alle 14. Se non si prende la funivia si continua a scendere sul sentiero 138 fino a Doss dei Cembri e da qui si segue la mulattiera che riporta nuovamente a Pejo.

L'escursione porta in paesaggi alpini di elevato interesse, si dorme accanto ad un ghiacciaio e ci si risveglia sopra le nuvole. Va tenuto presente che il dislivello giornaliero è molto elevato e che l'aria rarefatta non aiuta quindi è da affrontare solamente se si è preparati fisicamente. L'acqua fino a Doss dei Cembri si trova in abbondanza, successivamente non ce n'è. Il percorso può essere accorciato notevolmente partendo/arrivando da Pejo3000 e da Doss Dei Cembi con le rispettive funivie.
Waypoint

Bivio Doss dei Cembri

Waypoint

Bivio Pejo 3000

Waypoint

Brik

Waypoint

Malga Saline

Waypoint

Monte Vioz

Waypoint

Museo della Guerra

Waypoint

Parcheggio

Waypoint

Rifugio Doss dei Cembri

Waypoint

Rifugio Scoiattolo

Waypoint

Rifugio Vioz

Commenti

    Puoi o a questo percorso