• Foto di Cima Mucchia di Caramanico (Sperone Orfento), da Rif. Pomilio + M.S.Angelo e M.Rotondo
  • Foto di Cima Mucchia di Caramanico (Sperone Orfento), da Rif. Pomilio + M.S.Angelo e M.Rotondo
  • Foto di Cima Mucchia di Caramanico (Sperone Orfento), da Rif. Pomilio + M.S.Angelo e M.Rotondo
  • Foto di Cima Mucchia di Caramanico (Sperone Orfento), da Rif. Pomilio + M.S.Angelo e M.Rotondo
  • Foto di Cima Mucchia di Caramanico (Sperone Orfento), da Rif. Pomilio + M.S.Angelo e M.Rotondo
  • Foto di Cima Mucchia di Caramanico (Sperone Orfento), da Rif. Pomilio + M.S.Angelo e M.Rotondo

Tempo  10 ore 47 minuti

Coordinate 4719

Uploaded 22 giugno 2018

Recorded giugno 2017

-
-
2.742 m
1.760 m
0
7,1
14
28,53 km

Visto 73 volte, scaricato 4 volte

vicino Passolanciano-Maielletta, Abruzzo (Italia)

Data: 23/06/2017
Regione e provincia: Abruzzo (PE/CH)
Località di partenza: Rifugio Pomilio
Località di arrivo: Cima Pomilio (2656 m.), Monte S.Angelo (2669 m.), Monte Rotondo (2657 m.), Cima Mucchia di Caramanico (2232 m.)
Tempo di percorrenza: 10h 47m (soste incluse)
Chilometri: 26 km
Grado di difficoltà: EE+
Descrizione delle difficoltà: trekking lungo e stancante, con molto dislivello. Le difficoltà inerenti invece la sola Cima Mucchia di Caramanico sono le seguenti:
- percorso di discesa dal Secondo Portone fuori sentiero su una scomoda e a tratti ripida pietraia, dove occorre ponderare bene ogni passo
- salita sulla cima dal suo ripido versante NE, senza alcun ometto nè sentiero come riferimento, attraverso prati molto ripidi, con un paio di tratti MOLTO esposti (a picco di svariate centinaia di metri sulla Valle dell'Orfento) e un canalino con passaggi di I grado
- percorso di salita dall'Alta Valle Orfento fino al Primo Portone su una pietraia ancora più ripida e scomoda di quella affrontata in discesa, assolutamente non consigliato (meglio risalire sul Secondo Portone, se scivoli lì quantomeno non ci si rompe l'osso del collo)
Periodo consigliato: assolutamente NO dopo pioggia o con condizioni meteo non ottime
Segnaletica: nessuna
Dislivello in salita: 1802 m (si intende il percorso intero dal Rif. Pomilio passando per svariate cime, inclusa la Cima Mucchia di Caramanico)
Dislivello in discesa: idem
Quota massima: 2669 m.
Accesso stradale: si arriva alla Majelletta e si parcheggia al Rif. Pomilio


Descrizione

Una delle escursioni e delle cime più belle mai fatte, inseguita da due anni, dall'inizio estate 2015 quando per la prima volta adocchiai questo bellissimo sperone che ricorda abbastanza il Cimone di S.Colomba. Questa cima non è inclusa nella lista del club2000 perchè non soddisfa tutti i requisiti, è sconosciuta ai più ma posso garantire che arrivarci e salirci è motivo di grande soddisfazione, sia per l'ambiente unico in cui si trova (Alta Valle Orfento) sia per l'avvicinamento e la via di salita, che comunque richiedono fatica ed un minimo di esperienza nel muoversi in certi tipi di terreno non banali.
Dopo aver fatto il M.S.Angelo ed il M.Rotondo con il mio amico Andrea, lui va a fare Cima 3 Portoni ed io mi dirigo verso la parte pianeggiante del Secondo Portone, esattamente a metà tra Rotondo e Cima Pomilio, e da lì scendo per uno scomodo ghiaione e infine per i resti di un nevaio (sul ghiaione occorre fare attenzione, in alcuni tratti è facile perdere l'equilibrio, mentre sul nevaio non sono serviti i ramponi).
L'ambiente è unico, a sinistra le pareti rocciose del Rotondo, a destra quelle del Focalone con il canale Sinuoso in bellissima mostra...e davanti a me lo Sperone Orfento, o Cima Mucchia di Caramanico.
Mi avvicino quindi alla base e lo aggiro scendendo alla sua destra fino a guadagnare i suoi pendii erbosi a nord-est. La salita avviene su erba abbastanza ripida, occorre fare MOLTA attenzione al primo tratto di cresta dove si ha sotto uno strapiombo di svariate centinaia di metri sulla Valle dell'Orfento...scivolare su quel tratto erboso non è proprio auspicabile.
Superato il tratto molto esposto si risale lungo un canalino erboso (passaggi di I) per poi salire l'ultima parte della cresta erbosa e quindi arrivare in vetta.
In discesa, inutile dirlo, MASSIMA attenzione.
Una volta sceso all'Alta Valle Orfento, sono risalito fino alla base della pietraia del Primo Portone, che ho risalito molto faticosamente (pietre instabili e pendio ripido, occorre ponderare molto bene ogni passo e questo per ben 400 metri di dislivello di sofferenza).
Insomma, una grandissima esperienza che mi ha permesso di "entrare" finalmente nella Majella più vera, quella che scorgi dall'alto quando cavalchi le sue lunari creste ma che ti si apre soltanto quando vai oltre il sentiero ed oltre le tue paure.
Creato con Google My Tracks su Android Nome: Cima Mucchia e altre Majella Tipo di attività: camminare Descrizione: - Distanza totale: 28,43 km (17,7 mi) Tempo totale: 10:47:24 Tempo di spostamento: 6:56:39 Velocità media: 2,64 km/h (1,6 mi/h) Velocità di spostamento media: 4,09 km/h (2,5 mi/h) Velocità massima: 80,19 km/h (49,8 mi/h) Ritmo medio: 22:46 min/km (36:38 min/mi) Ritmo di spostamento medio: 14:39 min/km (23:35 min/mi) Ritmo più rapido: 0:45 min/km (1:12 min/mi) Altitudine max: 2723 m (8934 ft) Altitudine min: 1774 m (5819 ft) Dislivello: 1802 m (5913 ft) Pendenza max: 112 % Pendenza min: -46 % Registrato: 23/06/2017 06:03

Commenti

    You can or this trail