Scarica
luigid75

Distanza

12,47 km

Dislivello positivo

1.726 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

1.280 m

Altitudine massima

1.674 m

Trailrank

60

Altitudine minima

1.078 m

Tipo di percorso

Solo andata

Coordinate

1700

Caricato

1 settembre 2012

Registrato

settembre 2012
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
1.674 m
1.078 m
12,47 km

Visualizzato 5204 volte, scaricato 90 volte

vicino a Cuccaro Vetere, Campania (Italia)

|
Mostra originale
Questo sentiero conduce dal sito denominato "Acqua della Conche" vicino a Cuccaro Vetere, al santuario situato sulla cima del Monte Gelbison errante, per buona parte, da alcuni sentieri, segnati con segni in bianco e rosso, sulle piste del Doe Mount e Dark Mount.
Partendo dall'area pic-nic di "Acqua delle Conche", attraversiamo il sottobosco fino a un piccolo spazio che conduce a una pista. Questa intersezione è contrassegnata come "513".
Prendiamo il sentiero svoltando a sinistra (direzione N), avendo la parte superiore del fiume Lambro sulla nostra destra, e arriviamo dopo un po 'in una piccola area pic-nic da cui è visibile le pendici meridionali del Monte Gelbison e quelli occidentali del Monte Oscuro.
Da questo punto, proseguendo a destra sul sentiero, lasciando il Monte Oscuro sul lato sinistro, possiamo raggiungere la località chiamata Neviera oppure, girando in direzione di N, possiamo intercettare un altro percorso (contrassegnato come "539a") che corre lungo la pendenza W del Monte Oscuro. La prima sezione si estende tra i boschi fino a una piccola sorgente fluviale e una sorta di fontana in rovina, da questo punto sale in salita fino alla "Pietra dell'Erba" che offre viste panoramiche sull'alta valle del fiume Palistro.
Poi il sentiero passa attraverso il bosco di faggi in direzione del Beta Pitch, passando, a metà percorso, attraverso una radura di felci.
Al campo, prendiamo la carreggiata per il Santuario, che è annunciato dal cumulo di pietre della Croce di Rofrano. È una pratica comune, infatti, che i pellegrini siano soliti portare con loro una pietra da mettere su quel mucchio all'arrivo.
Il Santuario, dedicato a Santa Maria del Monte, fu fondato nel IX secolo dC dai monaci basiliani su un precedente sito sacro risalente agli Enotri.
Il nome Gelbison proviene dall'arabo "Monte dell'Idolo" o "Monte Sacro".
Dall'alto, offre una vista spettacolare sul Cilento che spazia dalla costa ai massicci dell'interno (Cervati, Alburni, ecc.).
Il sancturay è accessibile solo durante la tarda primavera e l'estate.

Tempo di percorrenza previsto (solo andata) = 4/5 ore
Waypoint

Glade

Intersezione

Intersection marked as '513'

Waypoint

Acqua delle conche

Waypoint

Neviera

Intersezione

Picnic area

Interception with path marked as "539a"
Waypoint

Beta's Pitch

Waypoint

Rofrano's Cross

Sito religioso

Sancturay to Holy Mary of the Mount

Commenti

    Puoi o a questo percorso