Tempo in movimento  3 ore 24 minuti

Tempo  6 ore 16 minuti

Coordinate 2270

Caricato 5 agosto 2018

Registrato agosto 2018

-
-
1.605 m
896 m
0
3,2
6,4
12,71 km

Visualizzato 606 volte, scaricato 10 volte

vicino a Perati, Kobarid (Slovenija)

Combattimenti del 26/10/1917 che portano Rommel da Jewscek alla cima del Matajur

Percorso in gran parte sulla vecchia camionabile salvo l’ultimo tratto su sentiero ben segnato: dato il dislivello impegnativo serve un buon allenamento..

Rommel con le sue truppe durante la notte del 25 aveva infiltrato e conquistato il paese di Jewscek e scoperto un tratto non presidiato della trincea salito fino ad intercettare la strada camionabile.

Noi arriviamo in pulmino a Avsa iniziamo a percorrere la camionabile fino ad incrociare la trincea della quarta linea difensiva ripristinata e visitabile per un tratto. Proseguendo arriviamo al punto dove le truppe di Rommel salirono sulla strada catturando una autocolonna di cannoni che stavano andando a mettersi in postazione. Poco piu’ avanti passiamo a lato del monte Cragonza conquistato e utilizzato come postazione delle mitragliatrici pesanti. Da li’ arriviamo alla selletta del Mrzli teatro dell’episodio più sconcertante della battaglia. Sul rovescio della selletta erano accampati i battaglioni di riserva della brigata Salerno mentre piu’ in basso sull’altro versante il resto della brigata combatteva contro l’assalto della divisione slesiana.
All’apparire delle sparite truppe di Rommel i soldati italiani rimasero immobili come stupefatti: Rommel con notevole coraggio si fece avanti da solo sventolando il fazzoletto bianco come invito alla resa . Dopo minuti di tensione i soldati italiani corsero verso di lui buttando il fucile lo circondarono e lo issarono sulle spalle felici che per loro la guerra era finita.
Alla selletta abbandoniamo la camionabile e saliamo per un sentiero sulla cima del Mrzli e da li per il crinale sulla cima del Matajur dove alle ore 11,40 del 26/10/1917 Rommel giungeva dopo la resa degli ultimi 150 difensori.

Dalla cima in una mezz’ora scendiamo al rifugio Pelizzo dove si conclude il nostro trekking di tre giorni.


Trekking di tre giorni organizzato dalla Pro Loco delle Valli del Natisone http://www.nediskedoline.it/wpnediske/. Guida lo scrittore e storico della prima guerra mondiale Marco Pascoli che ci ha illustrato la strategia generale dell’attacco e sul terreno le varie fasi della battaglia.
Foto

Una “meda” come nei tempi antichi

Foto

Quarta linea difensiva arretrata

Foto

La trincea della quarta linea difensiva in parte restaurata

Foto

Ancora la trincea

Foto

Ancora la trincea

Foto

Sempre la trincea

Foto

Luogo dove Rommel si inserì nella camionabile salendo da Jevscek

Durante la notte le pattuglie mandate in esplorazione avevano scoperto che un tratto della trincea della quarta linea di difesa non era presidiato e durante la notte si infiltrò in quella falla fino a raggiungere la camionabile
Foto

Monte Cragonza scarsamente difeso e subito conquistato

Foto

Sella del Mrzli dove le riserve della brigata Salerno si arresero a Rommel

Che dopo aver schierato le mitragliatrici avanzo’ da solo sventolando il fazzoletto bianco.
Foto

selletta del Mrzli

Foto

Salita del Mrzli

Foto

Panorama dal Mrzli

Foto

Il monte Matajur

Foto

Punto dove Rommel ritorna sulla strada

Foto

Monte della Colonna

Sotto attacco del battaglione slesiano
Foto

Cima del Matajur

Foto

Chiesetta sulla cima del Matajur

Foto

Rifugio Pelizzo

Commenti

    Puoi o a questo percorso