Tempo  6 ore 19 minuti

Coordinate 2188

Caricato 10 novembre 2019

Recorded aprile 2019

-
-
1.364 m
715 m
0
4,0
7,9
15,89 km

Visto 31 volte, scaricato 7 volte

vicino Il Castagno d'Andrea, Toscana (Italia)

Bella escursione all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Seguiremo per un tratto il Sentiero Natura che ha come tema “La civiltà del castagno”, percorso che guida alla scoperta delle tradizioni della civiltà contadina e alla coltivazione del castagno.
Lasciamo le auto nel parcheggio di Via del Borgo al centro dell’abitato di Castagno d’Andrea (mt.726) sotto la chiesa di San Martino (all'interno affreschi di Pietro Annigoni). Da Via del Borgo in angolo con Via della Rota, dove si trova una fonte di fresca acqua di sorgente, parte il sentiero CAI n°16 che segue la strada in salita in direzione della Fonte del Borbotto. Iniziamo la salita incontrando poco più avanti il Centro Visita del Parco Nazionale ove si trova anche il Museo Virtuale, un’area pic-nic, la sede del personale dei Carabinieri Forestali e l’inizio del Sentiero Natura. Terminata la salita lasciamo il sentiero n°16, svoltiamo a destra su Via del Falterona (SP.95), percorriamo ancora circa 150 metri di strada asfaltata, in corrispondenza del cartello chilometrico 7 (sette) svoltiamo decisamente a destra entrando in una magnifica marroneta. Seguendo il Sentiero Natura, troviamo un susseguirsi di bellissime marronete, manufatti agricoli, attraversiamo dei ruscelli che discendono dal Monte Massicaia e possiamo osservare i primi panorami sull’appennino. Abbandonato il Sentiero Natura, che svolta a destra ritornando verso Castagno, continuiamo sulla carrareccia attraverso le marronete, nei pressi di una casa colonia in rovina ci inseriamo sulla sinistra sul sentiero CAI n°20. Le marronete diminuiscono fino a scomparire, il sentiero lungo il versante risale attraverso il sottobosco iniziando l’ascesa verso il Monte Massicaia. Dopo circa 2,5 Km. ci immettiamo sulla sinistra sul CAI n°1 (SOFT 2), da Pian del Vaio (mt.1125) inizia il crinale con il lungo tratto panoramico che fra un susseguirsi di ripide salite ci condurrà sul Monte Massicaia (mt.1362) la massima quota della nostra escursione. Bello il paesaggio che si può osservare dalla cima. Discendiamo il Monte Massicaia proseguendo sul sentiero n°1, ancora un tratto panoramico ed il sentiero termina sul CAI n°00; facciamo una deviazione di circa 700 metri scendendo al Rifugio Pallereta (mt.1233). Ritornati sui nostri passi continuiamo sul sentiero n°00 (SOFT 2), arrivati alla Colla di Castagno (mt.1250) il segnavia ci indica il sentiero N°18 che sulla nostra sinistra discende fra rigogliose faggete e ruscelli il versante verso Castagno. Passiamo Le Calle (mt.1003) e la grotta delle Fate, ove si trova il “Cono di Confine”, una scultura conica moderna. Ancora una deviazione a sinistra sul sentiero n°18/A ed in breve ci troviamo nell’abitato di Castagno, seguiamo il sentiero su Via Pianrenzoli e Via del Borbotto, in corrispondenza del tabernacolo della Madonna con Bambino svoltiamo a sinistra giungendo all' Oratorio della Beata Vergine delle Grazie a Castagno d’Andrea. Percorriamo il tratto di strada iniziale terminando la nostra escursione.
fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

fotografia

.

rifugio non gestito

RIFUGIO PALLERETA

picco

MONTE MASSICAIA

Commenti

    You can or this trail