Tempo  5 ore 52 minuti

Coordinate 1210

Caricato 21 gennaio 2017

Recorded gennaio 2017

-
-
1.166 m
790 m
0
2,6
5,3
10,57 km

Visto 1291 volte, scaricato 45 volte

vicino Tesio di sopra, Lombardia (Italia)

TIPOLOGIA: escursione
DIFFICOLTA’: facile
DURATA: 4 ore escluse le soste
SVILUPPO: 11,8 km
DISLIVELLO: 664 m
INIZIO PERCORSO: Serle, Cariadeghe, rifugio Alpini
FINE PERCORSO: Serle, Cariadeghe, rifugio Alpini
SEGNALETICA: solo in parte segnato bianco e rosso CAI

Il Monumento Naturale Altopiano di Cariadeghe sito nel Comune di Serle costituisce un’incredibile esempio di ambiente carsico. Il paesaggio è caratterizzato dalla presenza di doline, grotte e inghiottitoi: per lungo tempo gli abitanti di Cariadeghe hanno saputo sfruttare le singolari condizioni ambientali che caratterizzano le grotte, destinandole alla conservazione dei locali prodotti caseari.
Lasciata l’autovettura all’area parcheggio di fronte al Rifugio degli Alpini si imbocca la stradina che conduce verso la pozza del Ruchì dove è presente un posto ristoro e si prosegue lungo la carrareccia tenendo poi al bivio la strada che verso destra porta alla Cascina del Comune abbellita dalla presenza di un maestoso faggio monumentale. Poco prima di arrivare alla Casina ci imbattiamo nel “Bus del Malghes” una delle numerose grotte presenti in zona.
La Casina del Comune, insediamento agricolo, probabilmente realizzato verso la seconda metà dell’800,e dismesso verso la fine degli anni ‘80 è stata ristrutturata e recuperata come centro dell’area protetta e utilizzata per scopi di studio e didattici.
Dalla Cascina proseguiamo a dx e seguiamo l’indicazione S2 Ruer del Colomb. Incontriamo S1 con indicazione per Monte Ucia e Corna di Cai. In prossimità di un bivio girare a dx verso un evidente capanno e seguire il segnavia bianco-rosso del Cai lungo il crinale di cresta. Si arriva al punto più alto Monte Ucia mt.1169 e alla vicina Corna de Cai ( mt.1158) spuntone di roccia che si stacca dal sentiero principale dominante l’abitato di Caino.
Proseguiamo sempre lungo il sentiero di cresta segnato Cai 391 (anche se non corrisponde al numero sulla carta).
Scesi a Boca del Zuf (mt.943) alle propaggini del Monte Dragoncello, seguiamo le indicazioni Serle - Altopiano di Cariadeghe per dirigerci verso la loc. Valpiana. Seguiamo la stradina e in prossimità di un piccolo canneto giriamo a dx. Attraversiamo un bellissimo bosco ed in breve arriviamo al ristorante di Valpiana. Proseguiamo fino ad incontrare via Monastero S.Pietro in Monte. Saliamo sul cocuzzolo conico ( mt.933) con meravigliosa vista sul lago di Garda, sulle montagne circostanti e sulla pianura bresciana. L’antico monastero di S.Bartolomeo(un tempo chiamato monastero di S. Pietro in Monte), fu fondato nel 1039 e recenti scavi archeologici hanno contribuito alla messa in luce di parte dei resti dell'antico complesso romanico.
Discesa lungo il sentierino nel bosco con segnavia cai fino al grande faggio ed in breve arrivo al nostro parcheggio.
Tracciatura GPS fatta dalle Guardie Ecologiche della Valle Sabbia.
Boschi Di Latifoglie
2017-01-17 15:25:02

Commenti

    You can or this trail