Tempo  4 ore 8 minuti

Coordinate 902

Uploaded 29 luglio 2018

Recorded luglio 2018

-
-
2.022 m
1.780 m
0
1,5
2,9
5,85 km

Visto 857 volte, scaricato 40 volte

vicino Solicchiata, Sicilia (Italia)

|
Mostra l'originale


La parete nord dell'Etna nelle mani di Carmelo Giuffrida, geologo e guida naturalista (IBP 47 HKG)

Data di completamento: 16 luglio 2018

Foto di Google : l' Etna

SCHEDA TECNICA (Riepilogo dell'indice IBP)

Difficoltà: facile
Sentieri: non approvati
Distanza totale: 5,85 km
DESN. Cumulo aumento / caduta: 283,6 m
Altitudine massima / minima: 2022/1783 m
Tempo totale: 4:08:34 h
Tempo in movimento: 1:58:21 h
Tempo interrotto: 2:10:13 h
Velocità totale media: 1,30 km / h




Foto di gruppo sulla parete nord del vulcano Etna

SINOSSI

Giro di poca difficoltà, ma molto interessante, sulla parete nord dell'Etna, di natura eco-didattica, per mano di Carmelo Giuffrida , geologo e guida naturalista, il cui sito può essere consultato al seguente link: Etnatao .

La particolarità di questa guida è che ti offre la possibilità di conoscere l'Etna attraverso un linguaggio semplice, vicino e ben documentato, che cattura rapidamente la tua attenzione e interesse.

I suoi percorsi sono rispettosi dell'ambiente, con un impatto ambientale molto basso e un'alternativa al turismo di massa.




Innanzitutto, Carmelo Giuffrida

Come ci racconta Carmelo nel suo sito web, l'Etna è il risultato di una lunga e complicata evoluzione; un vulcano che continua a crescere, evolvendosi e cambiando continuamente il paesaggio.

Visitando l'Etna è possibile vedere "fianco a fianco" due diversi aspetti della natura: il paesaggio lunare delle recenti colate laviche e, in un contrasto surreale, vaste aree verdi dove la vegetazione, dopo molti secoli, è stata in grado di ricolonizzare e ripristinare aree distrutte da antiche eruzioni.





L'Etna è il modo migliore per entrare in contatto con questo paesaggio eccezionale e contemplare crateri e fiumi di lava di diverse epoche; fratture, grotte vulcaniche, valli vulcanico-tettoniche, alberi e piante endemiche e alcuni degli animali e insetti che si sono adattati a sopravvivere in questo ambiente estremo.





Una giornata fantastica grazie a Carmelo Giuffrida, che, da questa pagina, vogliamo mostrare la nostra gratitudine.

Un saluto.

Commenti

    You can or this trail