• Foto di Capo di Pezza - Monte Velino - Val Majelama - Forme - Massa d'Albe
  • Foto di Capo di Pezza - Monte Velino - Val Majelama - Forme - Massa d'Albe
  • Foto di Capo di Pezza - Monte Velino - Val Majelama - Forme - Massa d'Albe
  • Foto di Capo di Pezza - Monte Velino - Val Majelama - Forme - Massa d'Albe
  • Foto di Capo di Pezza - Monte Velino - Val Majelama - Forme - Massa d'Albe
  • Foto di Capo di Pezza - Monte Velino - Val Majelama - Forme - Massa d'Albe

Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo  7 ore 29 minuti

Coordinate 2129

Uploaded 22 ottobre 2017

Recorded ottobre 2017

-
-
2.209 m
1.131 m
0
4,7
9,4
18,89 km

Visto 60 volte, scaricato 4 volte

vicino Forme, Abruzzo (Italia)

Da Forme, frazione di Massa d'Albe, si prende una strada asfaltata a sinistra verso il rifugio Casale da Monte (l'indicazione da "Sentieri CAI").
Giunti al cartello di partenza dei sentieri si prende il numero 8 che risale tutta la val Majelama. Al waypoint 2 Si trova un bivio per il sentiero 1G oppure 10A., da cui si discende compiuto l'anello.
Arrivati alla sella del Bicchero (waypoint 3) si risale a destra prima seguendo i bolli bianco/rossi poi lascendolseli sulla sinistra per tenersi sulla cresta di destra e raggiungere il valico segnato sulle rocce e con un bastone che porta verso la punta Trieste (per chi non è ancora andato sulla punta Trento la si può raggiungere in pochi minuti e poi tornare indietro).
Si percorre la cresta che scende tra Trento e Trieste e si arriva alla cresta successiva (waypoint 4) che congiunge Trieste a Capo di Pezza (anche qui chi non fosse già salito in cima la si raggiunge in pochi minuti).
Dal waypoint 4 non si segue il sentiero che scende un poco a sinistra e che porta al Vado di Castellaneta, Ma si segue la cresta fino a Capo di Pezza.
Da Capo di Pezza siamo andati avanti un poco perché volevamo arrivare anche a Costa Stellata (una cima del club 2000 - www.club2000m.it - declassata come non necessaria dalla revisione del 2014) ma chi era con me non ha voluto affrontare passaggi tra roccette e poi non sapevamo se il sentiero usciva più in basso prima dei salti di roccia finali. Scendendo abbiamo visto (waypoint 6) dove sarebbe dovuto arrivare il sentiero che è segnato tratteggiato sulla cartine de Il Lupo Velino-Sirente. Ci dovrebbe quindi essere il modo di fare la cresta e scendere sul sentiero principale.
Da qui siamo tornati indietro e siamo scesi al Vado di Castellaneta e poi abbiamo preso il sentiero 10A siamo tornati in val Majelama e alla macchina.
In ogni caso dal waypoint 6 il sentiero si snoda tra ghiaioni e tratti su roccette, ghiaino e terra sdrucciolevole.
Rispetto a quando siamo passati alcuni anni fa (2012 e 2013) ci sembra che il sentiero sia peggiorato da questo punto fino al bivio con la val Majelama.
Occorre fare molta attenzione a come si procede causa scarsa tenuta del terreno e precipizi poco distanti, basta una scivolata... Sarebbe utile ritracciare il sentiero oppure mettere qualche corda nei punti più esposti.
E' tratto inaliminabile che consiglio solo a chi ha esperienza e passo fermo.

1 comment

You can or this trail