Tempo in movimento  3 ore 54 minuti

Tempo  6 ore 6 minuti

Coordinate 2804

Caricato 6 agosto 2018

Recorded agosto 2018

-
-
749 m
433 m
0
4,1
8,1
16,21 km

Visto 332 volte, scaricato 5 volte

vicino Palazzuolo sul Senio, Toscana (Italia)

Percorso facile e molto suggestivo.
Usciti dal camping, si scende verso Palazzuolo e, al ponte sul Visano, si prende a destra per Quadalto.
Superato il caseificio, si prende la sterrata che sale (percorrendo all’inverso il sentiero naturalistico 30) verso il Monte Incisa.
Qui giunti, si seguono le pittoresche indicazioni per l’Ecovillaggio della Campanara.
Poco prima di giungere alla chiesa, si trova un cimitero dismesso, trasformato in laboratorio di scultura e museo all’aria aperta.
Poco oltre, una sbarra segna l’ingresso alla Campanara: è una proprietà privata, ci sono grossi cani da guardia che abbaiano! È comunque possibile transitare e chiedere di visitare la chiesa, che è attualmente utilizzata come deposito ed è in corso di restauro.
Lasciata la Chiesa, si scende verso il mulino: questa è la parte più difficile del percorso, trattandosi di una discesa ripida e sterrata. A metà, si incontra una fontanella con acqua di sorgente.
Continuando a scendere, supersto il mulino, la strada diventa asfaltata e presto si congiunge con la provinciale per il passo della Sambuca.
Poco prima di tornare acqua da alto, sulla sinistra, ci sono le indicazioni per l’area attrezzata Presìa: Scendendo il ripido sentiero, si raggiungono tavoli di legno, un barbecue, e soprattutto una bellissima cascata e una pozza di acqua gelida dove è possibile fare il bagno.
Tornati sulla strada, si arriva a da qui al camping
fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

Commenti

    You can or this trail