Tempo  7 ore 9 minuti

Coordinate 1182

Caricato 3 giugno 2019

Recorded giugno 2019

-
-
277 m
7 m
0
3,0
5,9
11,89 km

Visto 92 volte, scaricato 3 volte

vicino Camogli, Liguria (Italia)

Feci per la prima volta questo percorso in quinta superiore col mio professore di diritto e tutta la mia classe. Tornai a rifarlo molti anni dopo sulla scia dei ricordi e da allora è una delle mie escursioni preferite in Liguria: panorami bellissimi, spiagge per fare un bagno rinfrescante, vegetazione rigogliosa per avere ombra durante la camminata, vie ferrate, borghi meravigliosi, luoghi di pace e di cultura. C'è veramente tutto.

Questa escursione l'ho classificata come impegnativa per alcune semplici ragioni: la lunghezza di 12km, il dislivello complessivo di 900m nonostante l'altitudine più elevata sia a soli 277m slm e soprattutto le vie ferrate che superano dei punti scivolosi ed esposti da non prendere alla leggera. Sconsiglio dunque questo percorso a chi soffre di vertigini, a chi non è un minimo allenato e a chi non ha scarpe adatte da trekking con suole adatte a fare presa sulla roccia nuda.

Ho lasciato la mia auto al parcheggio della stazione di Santa Margherita Ligure, un furto aggravato con scasso da 1,80 l'ora da pagare anticipatamente. Ho preso il treno per Camogli e ho iniziato a tracciare dalla stazione di Camogli.

Si scende sulla sinistra lungo la strada fino alla stazione dei carabinieri. Qui un cartello marrone segnala l'inizio del sentiero per San Rocco e Punta Chiappa. Il primo tratto sono delle scalette ripide lungo il fiume. Le paperelle sguazzano indisturbate.

Dopo una mezzoretta si arriva a San Rocco. Qui vi segnalo un b&b che fa servizio bar, una focacceria squisita, la chiesina meravigliosa, la fontana per rifornirvi d'acqua e soprattutto il meraviglioso panorama su Camogli e dintorni.

Da San Rocco si diramano due percorsi. Il nostro è quello con i due pallini rossi definito molto impegnativo in direzione Batterie e San Fruttuoso. Numerose volte si apriranno panorami strepitosi sul mare trapuntato di barchette e rigato dalle scie dei motoscafi. Una gioia per gli occhi.

Successivamente si arriva alle batterie della seconda guerra mondiale. Balconi bellissimi e panoramici in tempo di pace.

Dopo un po' arrivano le difficoltà e vi invito a valutarle attraverso le foto che ho condiviso. Delle catene saranno il vostro aiuto per superare delle pietre a strapiombo. Dei passaggi che senza calzature adatte o rese scivolose dalla pioggia possono anche essere pericolosi.

Superati questi 4 o 5 passaggi impegnativi inizierete a vedere una torre in lontananza. San Fruttuoso rimane alle spalle di quella torre. Si lo so, è ancora lontana e si il percorso sale mentre voi vorreste scendere di quota e si lo so siete stanchi e arsi dal sole. Coraggio!

Arrivati a San Fruttuoso ci sono tante possibilità. Potete mangiare in uno dei ristoranti, visitare la magnifica abbazia di San Fruttuoso ristrutturata e resa fruibile dal FAI, fare un bel bagno in spiaggia, noleggiare l'attrezzatura da sub e immergervi per vedere la statua del Cristo degli Abissi che si trova nel fondale del mare con le braccia protese verso l'alto a simboleggiare le vittime del mare (tema parecchio attuale tra l'altro nel Mediterraneo ad altre latitudini), vedere semplicemente la copia conservata nella chiesa, visitare il borgo, rifocillarvi al bar, prendere il traghetto per tornare a Camogli o per andare a Portofino o in altre località della costa ligure.

Cosa posso aggiungere su San Fruttuoso? Che c'è troppa gente purtroppo. Se fosse per me sarebbe raggiungibile solo a piedi o con il biglietto per visitare l'abazia FAI. E' un gioiello assolutamente da visitare ma anche da preservare.

E poi c'è l'ultima possibilità, quella di proseguire via terra per Portofino attraverso un sentiero piu breve (5km contro i 7 già percorsi) e piu semplice di quello percorso sino ad ora. La discesa verso portofino avverrà su una strada ciottolata meravigliosa percorsa solo da qualche auto di residenti e da pochi scooter.

Il percorso tracciato si interrompe nella prestigiosa piazza di Portofino. Sudati e zozzi vi sentirete certamente fuori luogo nel lusso di questa località famosa in tutto il mondo ma sono certo che non ve ne potrà fregar di meno. A questo punto potete fare come me e prendere l'autobus di linea dal capolinea di fronte al tabacchino per tornare a Santa Margherita Ligure a recuperare la vostra auto.

Se questa descrizione del percorso vi è piaciuta o vi è stata utile vi prego di lasciarmi un commento. Mi fa molto piacere avere i vostri riscontri e sapere com'è andata e le vostre opinioni. Grazie
Il percorso parte dalla caserma dei carabinieri di Camogli
Qui potete rifornirvi di acqua, focaccia e godervi la magnifica vista
Seguite i due pallini rossi
Le postazioni di artiglieria della seconda guerra mondiale offrono affacci meravigliosi sul mare
Uno dei punti attrezzati con catene per superare lo strapiombo
Meraviglioso affaccio sul mare e la possibilità di valutare il rischio di uno degli altri punti attrezzati con catene.
L'abazia, la spiaggia, il borgo di pescatori, i marinai dei traghetti di linea con la maglia con la scritta "Il mare unisce i popoli che divide"
Tavoli da picnic e punto panoramico
Dopo tanti sentieri ecco strade costruite dall'uomo in armonia con la natura. In pratica il terzo paradiso.
I found my love in Portofino...

Commenti

    You can or this trail