• Foto di Cammino delle Abbazie, 8a tappa
  • Foto di Cammino delle Abbazie, 8a tappa
  • Foto di Cammino delle Abbazie, 8a tappa

Difficoltà tecnica   Impegnativo

Coordinate 2801

Uploaded 2 giugno 2017

Recorded giugno 2017

-
-
1.206 m
297 m
0
4,0
8,1
16,12 km

Visto 124 volte, scaricato 4 volte

vicino Casalvieri, Lazio (Italia)

Cammino delle Abbazie, 8a Tappa (9-10): Casalvieri – Colle San Magno

Note: a parte la variante di Campocatino, è questa la tappa più montana ed impegnativa di tutto il percorso, non solo per lunghezza e dislivello ma anche perché la seconda parte richiede una buona esperienza di orientamento (è opportuno l’uso del gps). In alternativa si consiglia, anche per le maggiori opportunità di pernottamento, di effettuare la variante di Roccasecca. Unica possibilità di approvvigionamento d’acqua durante il percorso è un bar a Casalattico.
Centri storici di particolare interesse: Casalvieri (da vedere, in particolare, il Santuario di Santa Maria delle Rose, edificato nei primi anni del XII sec. nel luogo in cui sarebbe apparsa la Madonna).

Lunghezza: 16,1 km.
Tempo di percorrenza (escluse soste): 5 ore e 10 minuti
Dislivello totale in salita: 906 m.
Dislivello totale in discesa: 541 m.

Da Via S. Maria a Casalvieri (380 m.) si scende, sulla strada per Casalattico, alla frazione di Casale delle Mole dove, da un’ampia curva, parte una stradina con un cartellone (301 m., 10 min.) in direzione del fiume Melfa. Attraversato il fiume su un ponticello si torna sulla strada asfaltata per un centinaio di metri per poi prendere un’evidente mulattiera sulla destra che sale in modo diretto al paese di Casalattico (416 m., 25 min.). Usciti dal paese si continua in direzione della frazione di Montattico, che si raggiunge percorrendo in parte la strada in parte scorciatoie che tagliano ripidamente alcuni tornanti. Dal centro della frazione si percorre per 0,5 km Via Cisterna sino a prendere sulla destra una stradina (indicazioni Pozzi Montattico, 725 m., 55 min.). Superati dei vecchi pozzi un evidente sentiero in salita conduce alla località La Cisterna (870 m., 25 min.). Uno stradello scende sino al fondo della valletta (Vallone dell’Eerta) che si attraversa per iniziare la salita. Su tracce ancora abbastanza evidenti nella boscaglia si giunge sino ad una piccola sella (1120 m., 45 min.) in prossimità di Monte Marro.
Inizia il tratto più difficoltoso. Non per la pendenza, (piccoli saliscendi sino ad un massimo di 1200 m. di altitudine che aggirano diversi rilievi quali Monte le Catenelle e Cimarone del Villareto) quanto per le tracce molto labili (su terreno scomodo e scoperto) e per i segni poco visibili. Giunti vicini alla cima di Monte Occhio (q. 1095 m. 1 ora e 30 min.) si cambia completamente panorama con una bella visuale sulla Bassa Valle del Liri. Il sentiero ridiventa via via più evidente sino a terminare la ripida discesa (Arta di Nota) in prossimità delle prime abitazioni del paesino di Colle San Magno (comune Medaglia di bronzo al merito civile per essere stato oggetto di feroci rappresaglie e intensi bombardamenti durante l’ultimo conflitto mondiale) dove nei pressi del Municipio è fissato il posto tappa (544 m., 1 ora).
Casale delle Mole, 301 m.
Casalattico, 416 m.
Via Cisterna, 725 m.
La Cisterna, 870 m.
Monte Marro, q. 1120 m.
Monte Occhio, q. 1095 m.
Colle San Magno, 540 m.

Commenti

    You can or this trail