Tempo in movimento  3 ore 22 minuti

Tempo  5 ore 55 minuti

Coordinate 2433

Caricato 23 febbraio 2020

Registrato febbraio 2020

  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
-
-
939 m
492 m
0
3,4
6,9
13,75 km

Visualizzato 2378 volte, scaricato 53 volte

vicino a Muriccia, Toscana (Italia)

Percorso sui Monti della Calvana, tra Prato e Calenzano. Arrivo alle Croci di Calenzano in auto e proseguimento fino al poligono di tiro dove lasciamo la macchina. Inizio cammino (ore 11:15) su strada asfaltata per poi girare a destra su un sentiero indicato da cartello CAI verso Passo Croce. Due cani ci abbaiano minacciosi ma basta mostrarsi tranquilli posando i bastoni che si mettono da parte facendoci passare. Si attraversa un versante disboscato. Il sentiero si fa man mano sempre più scivoloso. Ci sono da fare tre guadi, di cui uno più impegnativo per il terreno umido in salita. Poco dopo si vede bene in lontananza il Lago di Bilancino. Durante il percorso troviamo un altro versante dove stanno disboscando con tanto di ruspa. Le cataste di legna sono state poste lungo il sentiero, il che rende a volte difficoltoso procedere. In Questa prima parte del percorso il passo è abbastanza lento a causa del terreno scivoloso in salita per il molto fango. Si arriva al Passo della Croce, bivio che porta a Monte Maggiore e poi si entra in un abetaia. Il vento si fa intenso e il paesaggio si apre e diventa un pascolo verdeggiante con qualche sasso qua e là, e mandrie di cavalli selvatici. Passiamo da Poggio Mandrioni, uno dei pascoli più apprezzati della Calvana: il toponimo ricorda il tipico luogo di pastura (detto “la mandria”). Era anche un importante valico di comunicazione (a m. 841) fra la val di Bisenzio ed il Mugello. Proseguiamo fino a raggiungere la Croce di Monte Maggiore (916 s.l.m), la più alta vetta della Calvana. Sotto si vede Vaiano e in lontananza il Bisenzio che arriva a fino a Prato. In questa seconda parte è possibile aumentare il passo per il suolo erboso morbido e pianeggiante. Si inizia la discesa tra i pascoli per poi prendere una ampia strada sterrata che ci porta al Rifugio Gensini. (Arrivo ore 14:45 facendo 4 pause di 5 - 10 minuti). Il rifugio (bivacco) seppur piccolo (una sola stanza di circa 15 metri quadri) è carino e accogliente con possibilità di accendere il fuoco sia dentro che fuori. Non essendo freddo abbiamo pranzato fuori e acceso il fuoco mangiando al tavolo in legno davanti al rifugio. Dentro è custodita un po’ di legna e c’è anche qualche condimento (sale, olio ecc.). Ripartenza e arrivo alla macchina in circa mezz ora.
Foto

Guado torrente

Foto

Terreno sassoso

Foto

Terreno- terra

Foto

Sentiero tracciato cai

Foto

Lago Bilancino Vista

Foto

Guado difficile

Foto

Disboscamento

Foto

L’ennesima legna

Foto

Vista Lago Bilancino

Foto

Foto

Intersezione

Passo della Croce

Foto

Foto

Foto

Abetaia

Foto

Vaiano Vista

Foto

Valdibisenzio con Prato in lontananza

Fauna

Cavalli selvatici

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Mandria

Foto

Foto

Foto

Monte Maggiore

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Laghetto

Foto

Ossa di cavallo

Foto

Bivio Rifugio Gensini

Foto

Inizio abetaia

Foto

Vista A1

Foto

Rifugio Gensini

Foto

Foto

Foto

Pranzo con brace

Foto

Bivio

Foto

Attenzione cani

Foto

Cani da guardia

Foto

Foto

2 commenti

  • Foto di edoardobonacchi

    edoardobonacchi 6-feb-2021

    Ho seguito questo percorso  verificato  Vedi altro

    I cani all'inizio fanno iniziare con l'adrenalina... Dopo tanta pioggia di gennaio un po' troppo fango ma quando arrivi su sul monte maggiore e sul bel prato verdeggiante si rivaluta tutto. Belli i cavalli bradi in cima tranquilli e beati. Nel percorso 4 o 5 torrenti i da guadare ma con nessun problema. Passeggiata abbastanza impegnativa per via del fango ma molto piacevole visto il periodo di segregazione covid dicembrino...

  • Foto di BobanZvonimir e Gli Affumicati

    BobanZvonimir e Gli Affumicati 6-feb-2021

    Grazie Edoardo

Puoi o a questo percorso