Mau2015

Tempo in movimento  4 ore 12 minuti

Tempo  6 ore 2 minuti

Coordinate 2820

Caricato 25 gennaio 2020

Recorded gennaio 2020

-
-
868 m
24 m
0
4,5
8,9
17,9 km

Visto 23 volte, scaricato 6 volte

vicino Domusnovas, Sardegna (Italia)

Il sentiero non offre solo una splendida attrattiva dal punto di vista naturalistico, ma regala anche un gran numero di siti di notevole interesse storico. Oltre a vecchie miniere, si scorgeranno resti relativi all’attività dei caprai di un tempo e dei carbonai.

Parcheggio auto: vivaio Foresta Demaniale Campu s’Isca. Si precorre il sentiero CAI 109 (contestualmente anche ad un tratto del Cammino di Santa Barbara, in particolare il tragitto che da Montimannu porta ad Arenas).
Si risale lungo il corso del rio Cannisoni che in questa stagione umida fa da ottima cornice a questa prima parte del trekking.
Giunti al bivio tra il sentiero per Piscina Irgas e Muru Mannu (si trova opportuna segnaletica, vedi Waypoint), si prende la via a destra, continuando quindi sul sentiero CAI 109.
Il fitto bosco e il muschio che ricopre i massi e i tronchi degli alberi rendono molto suggestivo questo passaggio. Sono presenti numerose tracce del passaggio di animali.
Poco dopo, al successivo bivio, si prende a destra per il CAI 112. Se il percorso viene effettuato nella stagione umida, sarà necessario compiere diversi guadi, tutti comunque non problematici.
Si sale per un po’, anche su canale pietroso. Ad un certo punto lo sforzo verrà ripagato dalla vista panoramica sulla vallata sottostante. Si potrà vedere la cascata di Murumannu in tutto il suo splendore e quella sul Linas.
Proseguendo, ad un certo punto usciamo dal sentiero stretto e incontriamo un omino segnavia che si affaccia su una discesa pietrosa larga. Qui bisogna prendere a sinistra (wayp. “omino per cascata”) scendere fino al guado dove è presente un tubo in ferro che convoglia le acque e subito dopo deviare a destra dove ci attende a pochi metri di distanza la cascata di Arrus Arbus.
Ora, vista la cascata, è consigliabile rientrare fino al guado e proseguire sulla salita a sinistra.
Ad un certo punto si incontra una strada carrabile e un bivio. Si prende la via a sinistra e si prosegue fino ad un successivo bivio. Si prende poi la strada sulla sinistra in leggera discesa e pochi metri dopo si giunge alla baita Porcella. Purtroppo la baita non è fruibile, in quanto sia vandalizzata che vittima di trascuratezza. E’ circondata da una rete metallica che ne impedisce l’accesso. Dalla terrazza antistante si gode un bellissimo panorama.
Riprendendo il precedente bivio e svoltando a sinistra, poco dopo si arriva all’ovile Linas (dell’Ente Foreste Demaniali).
Si percorre poi il sentiero a ritroso.
Successivamente al guado nel quale è presente il tubo in ferro che incanala le acque del Rio Figus, si risale per la larga pietraia. Ora inizia il percorso ad anello: durante la risalita, in corrispondenza della curva a sinistra, si prende il sentiero indicato dall’omino posto sulla destra della pietraia. Ci si troverà su un più stretto sentiero. Saremo guidati dagli omini di pietra. Il sentiero è comunque intuitivo (anche perché battuto) e costeggia il Gutturu Arrus Arbis fino alla convergenza con il Rio Cannisoni. Chi volesse, anziché prendere a Sinistra (waypoint “A SX. Converg. CAI 109”) può andare a vedere le cascate di Murumannu e Linas svoltando a destra.
Seguendo gli omini e la pista battuta, si affronteranno diversi guadi, da fare con la dovuta attenzione.
La parte finale del tragitto non presenterà particolari difficoltà. Una volta confluiti con il sentiero percorso all’andata, si cammina costeggiando il Rio Cannisoni, fino al punto di partenza.
Trekking da fare in stagione non troppo asciutta.
parcheggio

Vivaio forestale Campi Isca

Miniera

Miniera

fotografia

CAI 109

Il primo tratto passa per il sentiero CAI 109
Miniera

Miniera

In alto sulla destra c'è una vecchia miniera
Miniera

miniera coperta da rovi

Altra miniera, sul lato destro, coperta dai rovi
Intersezione

Prendere a DX

Si continua sul CAI 109, a destra. nota: il sentiero sulla sinistra porta alla cascata di piscina Irgas
Intersezione

Prendere a DX per CAI 112

Sì abbandona il sentiero CAI 109 e si prende a destra. Questo è il sentiero CAI 112
Fiume

Guado del Gutturu Magusu

Il Gutturu Magusu riceve le acque, più a monte, anche dal Rio Maguseddu e dal Riu s'Ega Manna
albero

Quercia da sughero

Fiume

Guado

fotografia

Canale

Sulla sinistra,poco più a valle, si sente lo scroscio delle acque del canale Filaru Mannu
Fiume

Guado

Intersezione

Prendere a DX

Fiume

Guado

fotografia

Pietraia

panoramica

Scollinamento con vista su cascate

Bellissimo punto panoramico sulla valle che accoglie le acque del Rio Murumannu e Rio Linas. Sì potranno ammirare le relative cascate
fotografia

Omino per cascata

A questo punto del sentiero prendere la discesa a sinistra, fino al guado. A destra, appena superato il guado, troverete la cascata
Fiume

Guado Rio.. e poi subito a Dx

fotografia

Foto

Cascata

Cascata

Cascata

cascata

Attenzione, terreno molto scivoloso e ripido
Intersezione

A DX

Si intercetta il sentiero che saliva a sinistra nel precedente guado
Fiume

Guado

panoramica

Belvedere

Belvedere su canale dove scorre il rio Linas
Intersezione

Bivio carrabile. A SX

Prendere a sinistra
Fiume

Guado

Fiume

Guado

Intersezione

Proseguire dritti

Intersezione

Tre vie: prendere la centrale in discesa

Si arriva pochi metri dopo alla baita Porcella (purtroppo inutilizzabile e inaccessibile)
fotografia

Baita Porcella

Purtroppo la baita è recintata e inutilizzabile. Tra vandalismo e incuria si rimane senza parole... Peccato!
fotografia

Madonnina

fotografia

Ovile Linas

Intersezione

Prendere a DX

A destra, in corrispondenza dell'omino segnavia. In questo modo ci si può ricongiungere al sentiero per Murumannu ed effettuare un giro ad anello
fotografia

Seguire sempre gli omini in pietra

Cascata

Cascata

Cascata

Cascata

Fiume

Guado

Intersezione

A SX. Converg. con CAI 109

Seguire l'omino. Sì intercetta il sentiero CAI 109. Sì prende a sinistra in direzione del punto di partenza. A destra si arriva invece alle cascate sul Linas e Murumannu. In prossimità di questo punto praticamente inizia il Rio Cannisoni (riceve le acque dal Rio Linas e Rio Muru Mannu)
Fiume

Guado

Fiume

Guado

Fiume

Guado

Fiume

Guado

fotografia

Lungo la via di rientro (CAI 109)

Commenti

    You can or this trail