Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  6 ore 33 minuti

Coordinate 933

Uploaded 13 agosto 2013

Recorded agosto 2013

-
-
2.079 m
1.557 m
0
2,2
4,4
8,83 km

Visto 1503 volte, scaricato 9 volte

vicino Fraccia, Lombardia (Italia)

Dall'Albergo (non è un rifugio) di San Marco 2000, unico posto vicino al Passo ove è possibile pernottare, da non confondersi con l'antica costruzione di Cà San Marco colloocato poco più avanti (1829 m), si sale al passo San Marco (1992 m) con un pezzo della storica mulattiera di Via Priula, raggiunta la strada, la si segue per un centinaio di metri sul versante Valtellinese. Sempre presente una buona segnaletica, ci troviamo sul sentiero 101, sentiero delle Orobie Occidentali,.
Adesso si prende per il prato il sentiero che si stacca sulla destra e passa sotto attraversandolo tutto il versante settentrionale del Pizzo Segade, sormontato da una enorme croce. Si giunge così a un breve tratto di cresta abbastanza esile, che unisce le cime del Monte Segade con il Pizzo Azzarini o Monte Fioraro. La cresta la si abbandona quasi subito, una volta raggiunta una stretta forcella, Bocchetta d'Orta. Qui ci si abbassa per un canalino erboso di nuovo sul versante bergamasco e si comincia a traversare pendii prativi esposti, poi con alcuni saliscendi si entra in una conca, alpeggio e baita Colomber, e attraversata la valletta si sale al passo della Porta (2023 m), subito sotto la Casera con l'alpeggio Azzaredo, e proseguendo si arriva presto al Bivacco Zamboni (1955 m).
Il sentiero 101, prosegue attraversando tutta la valle verso la bastionata del Monte Azzaredo, mentre davanti al Bivacco, cartello segnaletico con indicazione, sentiero 124, per la sottostante bella valle di Madonna delle Nevi alla testata della Valle di Mezzoldo. Si scende dall'alpeggio, poi il sentiero piega a destra - direzione Sud-Ovest - qui è pieno di cartelli e targhe poste dalla Regione, inoltre è ben visibile l'intervento pubblico regionale di sistemazione di numerosi vecchi ricoveri di pastorizia con ricostruzioni in pietra. Con numerose serpentine nei pressi della Casera di Azzaredo il sentiero si biforca: proseguendo sulla parte alta della costa, sent. 124, si scende a Madonna delle Nevi, andando alla Casera, piegando a destra ci si tiene sul sent. 124A che arriva in località Fraccia sulla strada per il Passo San Marco. Scesi seguendo il sent. 124A si sbuca proprio sul Tornante segnato come num. 9 sopra Fraccia. Purtroppo da qui, non vi è nessun sentiero che consente di tornare risalendo al Passo, se non percorrendo la lunga striscia della strada asfaltata.
Difficoltà: EE
Il bellissimo sentiero delle Orobie 101 presente spesso tratti di passaggio delicati. Prestare molta attenzione al breve tratto di cresta dalla Forcella d'Orta all'esposto traverso per il pendio prativo. Il sentiero qui, in alcuni punti è stretto e coperto da erba alta.
Tempo: 2,20 ore, di cammino senza soste, dall'albergo San Marco 2000 al Bivacco, ma sono molto strette.
  • Foto di Alpeggio Colomber
  • Foto di Baita Arletto (1860 m)
  • Foto di Bivacco ZAMBONI CAI (2007 m)
  • Foto di Bivacco ZAMBONI CAI (2007 m)
  • Foto di Bivacco ZAMBONI CAI (2007 m)
  • Foto di Casera Azzaredo
  • Foto di Casera Azzaredo
  • Foto di Fraccia
  • Foto di Monte Azzaredo (2112 m)
  • Foto di Monte Azzarini (2431 m)
  • Foto di Passo della Porta (2023 m)
  • Foto di Passo della Porta (2023 m)
  • Foto di Passo della Porta (2023 m)
  • Foto di Passo Di San Marco (1992 m)
  • Foto di Passo Di San Marco (1992 m)
  • Foto di Passo Di San Marco (1992 m)
  • Foto di Rifugio Cà San Marco
  • Foto di Rifugio Cà San Marco
  • Foto di Rifugio Cà San Marco
  • Foto di Rifugio Cà San Marco
  • Foto di Rifugio Cà San Marco
  • Foto di Rifugio Cà San Marco
  • Foto di Rifugio San Marco 2000

Commenti

    You can or this trail