-
-
1.853 m
1.361 m
0
2,7
5,5
10,93 km

Visto 347 volte, scaricato 13 volte

vicino Colle di Casotto, Piemonte (Italia)

Valle Casotto: Salita al Bric Mindino dalla Colla di Casotto.
Regione: Piemonte (Cuneo)
Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Liguri - Gruppo Alpi Liguri
Provincia: Cuneo
Punto di partenza: Colla di Casotto 1363 m slm
Quota massima raggiunta: Bric Mindino 1879 m slm
Punto di arrivo: Colla di Casotto 1363 m slm

Distanza: 9,5 km
Dislivello: +/-516 m
Tempo: 3:00-3:30 h
Difficolta: T turistica
Esposizione prevalente: Nord

Come arrivare:
Dall’uscita di Niella Tanaro dell’autostrada A6, prendiamo a sinistra per San Michele Mondovi' e poi per Pamparato. Presso la rotatoria di Pamparato proseguiamo dritto per Valcasotto e per Colla di Casotto. Superiamo il borgo di Valcasotto e raggiungiamo la Colla di Casotto dove lasciamo l’auto presso l’ampio piazzale presente.

Descrizione percorso:
Il percorso inizia dal piazzale del Colle di Casotto nel comune di Garessio (CN), collocato tra le piste da sci e i residence di Garessio 2000. Si puo parcheggiare presso gli impianti sciistici di Garessio 2000. Una volta parcheggiato abbiamo imboccato la strada forestale che passa sulla destra di alcuni "brutti" condomini e la abbiamo seguita integralmente in discesa. Se si prende il sentiero in salita il percorso si accorcia di un pochino ma si presenta piu ripido, ma si arriva nello stesso "sentiero madre" dopo circa 1,5 Km dove troviamo il bivio con le indicazioni per Bric Mindino e Prato Rotondo.
Il sentiero mantiene praticamente costante la sua pendenza e dopo tre tornanti punta verso la cima del bric Mindino. Durante quest'ultimo tratto, se le condizioni climatiche lo consentono, è possibile godere di una bella vista dall'alto di Garessio, del sempre presente Monte Galero e di uno scorcio di mare (sia in direzione di Albenga sia in direzione di Savona).
Giunti nella parte alta dell'itinerario, si puo abbandore il percorso segnato e si guadagna la cima a vista per ampio pendio, da affrontare come megli si crede.
La vegetazione sul sentiero è caratterizzata da folti boschi di faggi per almeno due terzi del percorso; più in alto, il bosco di latifoglie cede immediatamente il posto alle praterie.

Note:
-Escursione adatta sia in periodo estivo che invernale con le ciaspole.
-Lungo il percorso non sono presenti fontane per fare rifornimento di acqua.
-Il percorso non presenta alcuna difficoltà, svolgendosi interamente su strada sterrata purtroppo non chiusa al traffico si possono incontrare quod, mtb e/o moto da cross.

Curiosita : Croce del Mindino
Era il 14 settembre 1969 quando il Vescovo di Mondovì, Mons. Brustia, inaugurò la Monumentale Croce sul Mindino, voluta dal generoso parroco di Mindino, Don Francesco Roà.
A 1879 metri, su una delle più belle cime di Garessio, venne eretta una croce monumentale (alta 25 metri con un piedestallo in cemento di 120 metri quadrati). Un ricordo del Concilio Ecumenico Vaticano II, come invocazione di pace e suffragio ai caduti di tutte le guerre, i cui nominativi trasmessi dai Comuni della Granda sono contenuti in un cofanetto murato nel piedestallo dell'altare".
Nel luglio 2002 si è svolta la nuova inaugurazione della Croce, recentemente restaurata ed illuminata per iniziativa del Gruppo ANA di Garessio con i suoi volontari in 1200 ore di lavoro.
I lavori sulla Croce sono terminati nel settembre 2001 e dall'ottobre dello stesso anno la Croce, grazie a 17 lampade a basso consumo, alla centralina eolica ed ai pannelli fotovoltaici, è stata illuminata grazie al contributo di tanti generosi privati, enti ed associazioni.

Commenti

    You can or this trail