Tempo  8 ore 26 minuti

Coordinate 2431

Caricato 29 settembre 2019

Recorded settembre 2019

-
-
640 m
-0 m
0
4,1
8,2
16,39 km

Visto 22 volte, scaricato 2 volte

vicino Baunei, Sardegna (Italia)

Percorso ad anello con partenza ed arrivo dai parcheggi di Cala Goloritzè (località Su Porteddu).
Tempo di percorrenza circa 7 ore.
Grado di difficoltà: media Impegnativa.
Passaggi tecnici impegnativi: assenti.
Scarponi tecnici ad elevato grip: necessari.
Lasciata l’auto in sosta (vedi foto del Waypoint nr 01) ci siamo incamminati sul sentiero ufficiale che conduce alla cala Goloritzè. Raggiunta la pietra che segnala la discesa alla cala (vedi foto del waypoint 02) abbiamo iniziato la salita lungo il sentiero roccioso che conduce a Punta Salinas. A circa 400/500 metri abbiamo trovato i residui di un vecchio pinnettu e di un anfratto carsico adibito a mandra per il ricovero delle capre. Proseguendo lungo il sentiero abbiamo attraversato il bosco di lecci e di macchia mediterranea sino a giungere all’altezza della pietraia (vedi foto del waypoint nr 03). Risalito il sentiero pietroso che costeggia la montagna abbiamo raggiunto l’altopiano di Irbiddossili, e quindi il Cuile Piras (vedi foto del waypoint nr. 04)
Giunti all'altezza del cancello del Cuile Piras abbiamo proseguito lungo il breve sentiero che inizia accanto alla recinzione della cisterna in cemento ubicata frontalmente al anzidetto cancello. Il sentiero, che attraversa il bosco termina poche centinaia di metri dopo, termina su una sterrata (guardando verso l’alto si può notare una sbarra di accesso alla strada).
Giunti alla sterrata, siamo risaliti leggermente e abbiamo iniziato la nostra discesa sulla sinistra verso il Bacu Maore.
Tenendo la parte sinistra del bacu, e precisamente nella parta iniziale, abbiamo incontrato delle mandre dismesse (vedi foto del Waypoint nr. 05).
Raggiunto l’alveo del bacu lo abbiamo percorso per tutta la sua lunghezza sino a raggiungere la bellissima insenatura di Portu Cuau (vedi foto del waypoint nr. 09)
I Passaggi lungo il Baccu Maore sono abbastanza intuitivi e facilmente percorribili. E’ , comunque, necessario prestare un po’ di attenzione nelle sole parti centrali ricche di vegetazione ed in particolare nella parte finale dove il lentischio, con la sua forte presenza, fa da padrone fagocitando i sentieri battuti. Durante la discesa abbiamo incontrato diverse chiudende vedi foto dei waypoint nr 07 e nr. 08). Giunti alla chiudenda del Waypoint nr. 08, guardando frontalmente verso il vertice orografico si può ammirare un suggestivo arco di pietra.
Dopo la visita e le foto di rito scattate tra le acque cristalline di Portu Cuau siamo risaliti in direzione Bacu Maore sino a inerpicarci sul primo sentiero a sinistra che ci ha portato sino a Portu Pedrosu (sentiero del Selvaggio Blu) (vedi foto del WayPoint nr 11)
Terminata la nostra visita a Portu Pedrosu (dove peraltro è presente un’area picnic con tavolo e panche), abbiamo percorso il sentiero di andata a ritroso sino a tornare a Portu Cuau. Poi abbiamo proseguito per circa 100 metri il sentiero Bacu Maore per poi lasciarlo e inerpicarci sul primo sentiero a destra che porta in località Eltiera (Sentiero del Selvaggio Blu). Giunti alla parte pianeggiante, dopo circa 100 metri, abbiamo lasciato il sentiero del selvaggio per inoltrarci in quello alla sua sinistra (vedi waypoint nr. 12. Da qui è iniziata la lunga e costante salita che termina al Cuile Piras. Lungo il sentiero Eltiera abbiamo potuto visitare le grotte ovile Pretthos de Rutta , censite al nr. 1257 del Catasto speleologico regionale (vedi foto del Waypoint nr. 13). Le due grotte ovile si trovano a circa 100 su un sentiero che abbiamo trovato sulla sinistra del sentiero principale. Ripreso il sentiero Eltiera abbiamo incontrato il pinnettu e le due grosse mandre del Cuile Eltiera (vedi foto waypont nr. 15), prima, e Cuile Bernardu, poi.
Il sentiero è mediamente ben identificabile, fatta eccezione di alcuni brevi tratti poco visibili e forvianti.
Raggiunto nuovamente il Cuile Piras presso l’altopiano di Irbiddossili, abbiamo ripercorso il sentiero a ritroso sino a raggiungere la nostra auto lasciata in sosta nei parcheggi di Su Porteddu.
Buoni passi.
Waypoint

01-SU PORTEDDU GOLORITZÉ

SU PORTEDDU GOLORITZÉ
Waypoint

02-A DX SENTIERO PUNTA SALINAS

A DX SENTIERO PUNTA SALINAS
Waypoint

03-INIZIO SENTIERO PIETRAIA PER IRBIDDOSSILI (CUILE PIRAS)

INIZIO SENTIERO PIETRAIA PER IRBIDDOSSILI (CUILE PIRAS)
Waypoint

04-CUILE PIRAS (ALTOPIANO DI IRBIDDOSSILI)

CUILE PIRAS (ALTOPIANO DI IRBIDDOSSILI)
Waypoint

05-MANDRA SULLA DISCESA BACU MAORE

PRIMA MANDRA SULLA DISCESA BACU MAORE
Waypoint

06-BACU MAORE

BACU MAORE
Waypoint

07-CHIUDENDA BACU MAORE

CHIUDENDA BACU MAORE
Waypoint

08-CHIUDENDA BACU MAORE

CHIUDENDA BACU MAORE AL VERTICE DELLA QUOTA OROGRAFICA SI PUÒ' AMMIRARE IL SUGGESTIVO L'ARCO IN PIETRA DI BACO MAORE
Waypoint

09-PORTU CUAU

PORTU CUAU
Waypoint

10-PORTU PEDROSU

PORTU PEDROSU
Waypoint

11-ACCESSO SENTIERO PORTU PEDROSU

ACCESSO SENTIERO PORTU PEDROSU
Waypoint

12-DEVIAZIONE DEL SENTIERO SELVAGGIO BLU DIREZIONE SENTIERO ELTIERA

RAGGIUNTA LA PARTE PIANEGGIANTE LASCIARE IL SENTIERO DEL SELVAGGIO BLU DIRIGENDOSI NEL SENTIERO A SINISTRA
Waypoint

13-GROTTA OVILE PRETTHOS DE RUTTA

ABBANDONARE MOMENTANEAMENTE, E PER UNA DISTANZA MASSIMA DI 100 METRI, IL SENTIERO ELTIERA, DIRIGENDOSI SUL SENTIERO ALLA SUA SINISTRA SINO AD INTERCETARE SULLA DESTRA OROGRAFICA IL PRIMO ACCESSO E D GROTTA OVILE PRETTHOS DE RUTTA CENSITA AL NR 1257 DEL CATASTO REGIONALE SPELEOLOGICO. CONTINUARE, POI, PER ALTRI 20 METRI SINO A TROVARE IL SECONDO ACCESSO ALLA GROTTA. TERMINATA LA VISITA TORNARE INDIETRO E PROSEGUIRE LA SALITA SUL SENTIERO ELTIERA.
Waypoint

14-SECONDO ACCESSO GROTTA

SECONDA ACCESSO ALLA GROTTA RETOS DE RUTAS (SI TROVA POCO PIU'GIU' DELLA PRIMO ACCESSO
Waypoint

15-CUILE ELTIERA

CUILE ELTIERA

Commenti

    You can or this trail