-
-
1.260 m
492 m
0
5,9
12
23,78 km

Visualizzato 20 volte, scaricato 2 volte

vicino a Bagno di Romagna, Emilia-Romagna (Italia)

Lasciato la macchina dopo il parcheggio delle terme, ritornato indietro e di fronte alle terme si va a sinistra sul sentiero 189, si incomincia subito in salita su una stradella privata, poco dopo si abbandona la stradella per proseguire a sinistra lungo il sentiero in piano, subito dopo si scende un po’ fino a costeggiare il ruscello per un po’ poi il sentiero, che è una vecchia mulattiera, incomincia a salire rimanendo sempre dentro il bosco. Poco prima di arrivare sul crinale si va destra su una larga mulattiera che è il SENTIERO DEL LUPO, si alternano tratti in leggera salita a tratti in discesa, ad un certo punto si abbandona la larga mulattiera per andare a sinistra sul sentiero 201, questo sentiero in salitaci permette di arrivare fino sotto il M. CARPANO, qui c’ è un bel panorama, ora si scende fino ad incontrare la strada forestale proveniente da PIETRAPAZZA sul PASSO DEL M.CARPANO. Si prosegue per la strada forestale, si passa dal POGGIACCIO, poi dopo in corto tratto in salita si arriva alla sbarra, si oltrepassa e dopo una leggera discesa si arriva al PRATO DEI GRILLI qui si lascia la strada per proseguire sempre su 201. La salita fino all' incrocio con il GEA 00 e' ripida , qui seguire il 00 andando diritto , si passa sul POGGIO TERMINE il sentiero e' veramente bello dentro il bellissimo bosco di faggi si arriva cosi' al POGGIO LOMBARDONA dove c'è un bel panorama. Ora in ripida discesa si raggiunge la strada asfaltata ,si va a sinistra fino al PASSO DEI MANDRIOLI e proseguire su 00 con alcuni saliscendi dopo un’ ultimo tratto in discesa si arriva ad un incrocio e qui si abbandona il GEA 00 per andare a sinistra in salita su 177 fino al PASSO SERRA ,ora inizia una ripida discesa dentro il bosco ,si arriva cosi’ in un bellissimo tratto tutto aperto e panoramico (tratto composto da terreno di marnoso arenacea), poi dopo un corto tratto in mezzo a vecchissimi alberi secolari ( LA CECCHIA VIA ROMEA ) si arriva al BIVACCO NASSETO dove è stato ristrutturato un bel rifugio. Ora si ritorna indietro e all’ incrocio si va a sinistra in discesa su 188, questo sentiero è stato allargato ed è diventato una larga mulattiera, si scende poi si riprende a salire fino a raggiungere il crinale dove c’ è un incrocio, si va a sinistra su 181. Ora si segue sempre il crinale, come panorama si vede a sinistra la zona di NASSETO e a destra il M. COMERO E IL M. FUMAIOLO, dopo un a discesa c’ è un tratto in salita poi si incomincia definitivamente a scendere, la discesa è tutta dentro il bosco, si passo da una casa diroccata IL CHIUSO per poi arrivare a costeggiare il FOSSO GUALCHIERE che subito dopo si attraverserà, poi una corta salitella ci porta sul sentiero principale 177, ora si costeggia sempre il ruscello poi si attraversava per 6 volte prima di arrivare alle case di GUALCHIERE( IN ESTATE CON POCA ACQUA SI PUO’ FARE MENTRE PER L’ INVERNO E’ STATO RIPRISTINATO UN PICCOLO SENTIERO SULLA SINISTRA) Da GUALCHIERE si sale sulla strada principale e poi a sinistra fino alla macchina.

Commenti

    Puoi o a questo percorso