-
-
1.100 m
490 m
0
3,1
6,3
12,52 km

Visualizzato 489 volte, scaricato 16 volte

vicino a Bagno di Romagna, Emilia-Romagna (Italia)

Classico e facile percorso effettuabile con partenza e ritorno da/a Bagno di Romagna che permette di raggiungere il crinale ove si erge il M.te Carpano, percorrerlo per un tratto in direzione Mte Castelluccio, oltrepassarlo e di giungere poi alla Macchia del Cacio ove si abbandona il sentiero segnato CAI per scendere per tracce di sentiero ai ruderi della casa Valdiscorso e poi (riprendendo il sentiero segnato n 193) al Rif. Cornieto. Da qui si prosegue su sentiero segnato che porta a Bagno di Romagna.
L'itinerario riveste particolare interesse paesaggistico e storico soprattutto nella prima parte ovvero quella che da BdR porta al crinale del Carpano. Raggiunta la fonte chiardovo e oltrepassata la stessa passando sul ponte sul torrente Volanello e salendo faticosamente si può godere subito di una bella vista sulla fonte Chiardovo stessa. Si prosegue su antica mulattiera selciata in ambiente che diviene gradualmente più selvaggio con ripide quinte boscose che si gettano nel Volanello in inverno e primavera movimentato da cascatelle e tortuosi gorghi di acqua. Senza alcun affanno di orientamento stante la sempre ben distinguibile mulattiera principale e la evidente segnaletica CAI, si continua potendo ammirare e restare sorpresi dalle evocazioni che emergono dal vedere ciò che rimane dello scomparso insediamento umano. Dobbiamo aver presente che quella che si percorre era una vecchia strada comunale, su cui si affacciano case ora del tutto in rovina ma che meritano comunque la nostra osservazione. In particolare la ns. attenzione non può non soffermarsi sui ruderi di case "Barche" (il suo vero nome è "il barco" a 778 m. di quota, poi a quelli di Cà Nuova (solo di nome) a quota 842 m. e per ultima "i Prati" a m. 891 circondata da rimboschimenti.

Commenti

    Puoi o a questo percorso