Difficoltà tecnica   Medio

Coordinate 417

Uploaded 17 marzo 2014

-
-
823 m
234 m
0
7,4
15
29,58 km

Visto 4481 volte, scaricato 24 volte

vicino Solfara Zimbalio, Sicilia (Italia)

Un antico adagio siciliano recita: “prima Assoro e poi Roma” ovvero, Roma rispetto ad Assoro non è che una giovanissima signorina. Ci sono diverse ragioni che devono indurre ad una puntatina sù Assoro (son circa 900 slm.): la prima perchè ci riporta indietro nella notte dei tempi allorquando in questa estrema propaggine degli Erei, i nostri progenitori vi si insediarono; molti sono i catoi rupestri esistenti, anche se offuscati da qualche costruzione moderna. La seconda perché ad oggi vengono conservati i segni del sincretismo religioso; nella magnifica basilica di S.Leone, dopo il recente restauro, sono venuti alla luce nella vòlta stilemi molto cari all’Islam frammisti a normanni, spagnoli etc.; qui c’è lo zampino dello “stupor mundi” che aveva una visione del mondo in perfetta coesione e sinergia delle diverse culture che qui in Sicilia si incontrano; non crociate ma pacifica integrazione perché ogni diversità è ricchezza. L’arte rinascimentale siciliana a San Leone trova le massime espressioni dove sono presenti notevoli opere scultoree del Gagini (il Michelangelo di Sicilia) e della sua scuola. La Ancona marmorea a corredo dell’altare maggiore è una fra le massime espressioni di quegli artisti locali , a mio avviso non minori, precursori di temi e forme adottate da Nord a Sud Europa (da notare la rappresentazione dell’inferno non evoca ben più note e maggiori opere fiamminghe, francesi, tedesche o romane?). Inoltre, credo di potere affermare che nel campo ecologico, ad Assoro debba essere assegnato l’appellativo di Comune virtuoso in quanto ha saputo camuffare e nascondere la sua discarica, confondendola ed integrandola con la bellissima natura che la circonda. Natura che va goduta da valle a monte percorrendo a piedi come noi, che di buon mattino, lasciata la macchina in quella mastodontica cattedrale del deserto a cui hanno affibbiato il nome di Outlet di Dittaino, fumo negli occhi per le nostre generazioni; da qui seguendo un incantevole percorso trazzerale abbiamo potuto godere inizialmente di ambienti ancestrali quali un semplice ovile dove le pecore e il dorsale di collina che li ospitava è un unicum di cromatismo; poi di seguito una bella masseria con una vera da pozzo che fa bella mostra di se nella corte; un ambiente scavato nella roccia tufacea con tanto di colonne, capitelli ed archi a tutto sesto; a seguire una concrezione naturale che in lontananza ci sembra una chiocciola che cova tra gli ulivi; infine un ombroso e balsamico bosco della forestale che ci allarga i polmoni prima di inerpicarci fin sulla vetta del monte dove è arroccata Assoro. Arrivati al bivio della sp. Nr.7 e percorsi non più di 500 ml. ci attende uno dei più bei percorsi naturalistici di Sicilia: trattasi della vecchia ferrovia a cremagliera dei primi anni del 900’, oggi dismessa come tutte le cose buone; trattasi di un percorso di circa 6 km, con ben 5 gallerie e diversi caselli che si inerpica in tornanti deliziosi verso la sommità del monte, offrendo delle immagini uniche, facendo godere di uno spettacolo visivo molto raro a chi lo percorre; ciò mi evoca immagini andine, quello che manca è la locomotiva a vapore e,… tutti giù per terra a spingere; non abbiate paura delle gallerie che sono percorribili e non badate ai cani sono innocui; male che vada rischiate solo di mettere il piede su qualche escremento umano che oltretutto porta bene, visto che al buio qualcuno deia a meraviglia; ma potete evitarlo con una semplice torcia elettrica, magari una di quelle del tipo cinese a macinino. La fatica è tanta ma la soddisfazione è immensa. Fatta l’intera risalita, il vecchio percorso scompare per dare posto alle tremende carrozzabili; l’unico rimprovero che posso dare, se mi è consentito, l’avere apposto divieti di transito ai cavalli; ma non era meglio apporli per le macchine? Il resto è tutto Ok, prima Assoro ( che nei millenni continua ad esserci) e poi Roma che oggi continua a non esserci! E poi Bruxelles…
  • Foto di vecchia ferrovia
  • Foto di vecchia ferrovia
  • Foto di vecchia ferrovia
  • Foto di vecchia ferrovia
  • Foto di vecchia ferrovia
  • Foto di vecchia ferrovia
  • Foto di nel bosco ombroso e lungo il percorso
  • Foto di nel bosco ombroso e lungo il percorso
  • Foto di nel bosco ombroso e lungo il percorso
  • Foto di nel bosco ombroso e lungo il percorso
  • Foto di nel bosco ombroso e lungo il percorso
  • Foto di nel bosco ombroso e lungo il percorso
  • Foto di l'interno di s.leone e centro di Assoro
  • Foto di l'interno di s.leone e centro di Assoro
  • Foto di l'interno di s.leone e centro di Assoro
  • Foto di l'interno di s.leone e centro di Assoro
  • Foto di l'interno di s.leone e centro di Assoro
  • Foto di l'interno di s.leone e centro di Assoro
  • Foto di la galleria
  • Foto di la galleria
  • Foto di la galleria
  • Foto di la galleria
  • Foto di il casello ferroviario, le gallerie ed il paesaggio
  • Foto di il casello ferroviario, le gallerie ed il paesaggio
  • Foto di il casello ferroviario, le gallerie ed il paesaggio
  • Foto di il casello ferroviario, le gallerie ed il paesaggio
  • Foto di basilica di S.Leone e s.caterina
  • Foto di basilica di S.Leone e s.caterina
  • Foto di basilica di S.Leone e s.caterina
  • Foto di basilica di S.Leone e s.caterina
  • Foto di basilica di S.Leone e s.caterina

Commenti

    You can or this trail