Tempo in movimento  5 ore 14 minuti

Tempo  6 ore 49 minuti

Coordinate 4292

Uploaded 17 febbraio 2018

Recorded febbraio 2018

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
333 m
81 m
0
6,1
12
24,55 km

Visto 347 volte, scaricato 13 volte

vicino Gorgognano, Toscana (Italia)

Un anello che tocca alcuni luoghi importanti della campagna intorno a Certaldo verso Fiano. Una campagna abitata e produttiva.
Bellissimi scorci dei suoi calanchi, le cappelle tipiche della zona con la loro cupola tonda, vecchi poderi in rovina come la Villa che fu di Paolo dal Pozzo Toscanelli ( astronomo del 1400 che aiutò Cristoforo Colombo), la bellissima Pieve di San Lazzaro. Si attraversano vigne, boschetti e oliveti. Se siete fortunati vedete anche i caprioli e i cinghiali ( le cui orme ci accompagnano per tutto il percorso).
Il sentiero in parte ricalca una deviazione della via Pisana proposta per gli escursionisti. Nel tratto tra la fine del sentiero dei calanchi e il botro del Casale, non cӏ il sentiero. Nella tratta iniziale del percorso Si cammina anche su asfalto, ma di una strada di campagna poco frequentata.
Un anello che non ha difficoltà tecniche, ma che necessita un minimo di allenamento, data la lunghezza e il dislivello.
Noi lo abbiamo percorso in una giornata piovosa.
.
Necessarie scarpe da trekking.
Buon cammino!
i. Il termine “calanco” indica quella forma caratteristica del terreno configurata da una serie di valli separate da sottili creste alte e ripide, date dal concatenarsi di più fenomeni erosivi e franosi. Nel territorio valdelsano e soprattutto nel comune di Certaldo questo particolare fenomeno è molto esteso in particolare nei crinali di Casale e di Mugnano, con scorci panoramici unici e molto suggestivi, resi spettacolari dalle ripide pareti verticali delle balze di sabbia e da numerosissimi fossili. La formazione di questo fenomeno paesaggistico è dovuta alla sovrapposizione di eventi di sollevamento del terreno e di stratificazione dei terreni marini – che costituiscono di fatto il vero cuore geologico di Certaldo – composti da ciottoli e ghiaie fino ad arrivare a limi ed argille. Tutta la Valdelsa, infatti, durante l’epoca del Pliocene (da 7 fino a 1,5 milioni di anni fa) era immersa nel mare (le uniche zone emerse erano i territori tra Iano e Montaione e una parte di San Gimignano). Fu determinata così la morfologia del terreno, in seguito arricchita dai depositi alluvionali del fiume Elsa – giunto fino a quote di 20-30 metri superiori rispetto al suo livello attuale – che ancora oggi si trovano adagiati sugli antichi terreni pliocenici marini dei rilievi. (tratto da: Federica Capoduri: PaleoCertaldo, Calandrino 62, giugno 2010, pg 13)
La targa posta sul muro della villa dalla Società Storica della Valdelsa, il 9 giugno 1910, riporta tale iscrizione: "Questa villa fu riposo estivo di Paolo dal Pozzo Tosca Nelli, astronomo e geografo sommo che additò a Vasco de Gama e a Colombo le vie della gloria". ( cfr http://www.treccani.it/enciclopedia/dal-pozzo-toscanelli-paolo_(Dizionario-Biografico)
Attraversamento botro
La Pieve è del X sec. È un esempio significativi dello stile romanico in Valdelsa: qui hanno lavorato le medesime maestranze di origine lombarda che erano attive in molti altri centri della zona, come ad esempio a Sant'Appiano e a Tavarnelle Val di Pesa. La Pieve è aperta alle 11 la domenica.

2 commenti

  • Foto di xpanser

    xpanser 17-ago-2018

    Bel giro..panorami bellissimi e piacevoli passaggi fra vigne e olivi, bisogna fare un poco di attenzione a seguire la traccia in alcuni snodi , magari meglio farlo in primavera o autunno , i 38 gradi toccati oggi non fanno bene .. E complimenti a chi ha studiato il percorso.

  • Mipiacegirare 18-ago-2018

    Innanzitutto grazie per aver apprezzato il percorso. Lo abbiamo costruito per dare la possibilità di condividere luoghi suggestivi e spesso poco conosciuti. Mi complimento per l’impresa realizzata considerata la temperatura. In questo periodo, essendo una zona collinare spesso non in ombra, potrebbe essere percorso nelle ore più fresche frazionando le tappe eventualmente. Anche in pieno inverno, questa zona è adattissima per il trekking. Grazie e Buon cammino!

You can or this trail