Tempo  5 ore 57 minuti

Coordinate 855

Caricato 18 dicembre 2016

Registrato dicembre 2016

  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
-
-
949 m
577 m
0
2,5
5,1
10,12 km

Visualizzato 1951 volte, scaricato 52 volte

vicino a Ponte Brandola, Emilia-Romagna (Italia)

|
Mostra originale
Percorso molto vario vicino a Pavullo. Questa zona è piuttosto speciale perché ci sono molti torrenti con sorgenti e perché ci sono numerose formazioni di pietra. Tra questi il Ponte del Diavolo è il più suggestivo. Inoltre passiamo attraverso il Castello di Brandola.
La maggior parte del percorso è nelle foreste di castagna e nei praterie. Una parte molto breve è su asfalto.
|
Mostra originale
Sito archeologico

Bagni di Brandola

Bagni di Brandola, la fonte dell'acqua miracolosa è sugli Appennini! Bagni di Brandola, un antico luogo situato nella vallata del Rossena, ossia un'antica fonte di acqua sulfurea, nota già ad etruschi e romani. Un luogo mistico e anticamente noto come fonte di acqua per riti e credenze pagane. La notorietà dell'acqua di Brandola è tuttavia legata agli eventi del 1448, ossia quando la zona fu colpita dai una pesante epidemia che colpì i bovini. Gli abitanti del luogo si accorsero presto che gli animali che si abbeveravano con l'acqua della sorgente guarivano. La voce che a Polinago vi fosse la fonte di un'acqua miracolosa si sparse molto velocemente. Ben presto si formarono code e pellegrinaggi a questa fonte apparentemente miracolosa. L'acqua fu successivamente analizzata dal medico Michele Savonarola che parlò nel suo trattato "De Balneis et Termis", anche se il suo primo utilizzo curativo medico fu adoperato da Bartolomeo Accursini, che la usò per far guarire per l'appunto alcuni suoi pazienti. Oggi la fonte miracolosa è ancora accessibile e chissà che i suoi benefici non siano riscontrabili anche agli escursionisti degli Appennini? Fonte: http://www.modenatoday.it
Castello

Castello di Brandola

fontana

Acqua

parcheggio

Parcheggio

Picnic

Area Picnic

Waypoint

Ponte del Diavolo

Il Ponte d'Ercole, anche detto Ponte del Diavolo, è un monolito naturale a forma di arco che si trova nel territorio del Frignano, tra i comuni di Lama Mocogno, Polinago e Pavullo. Il monolito è composto da roccia arenaria e scavalca un rio in destra della Val Rossenna (bacino del fiume Secchia). L'area circostante il Ponte ha restituito diverse testimonianze di interesse archeologico, databili dall'età protostorica all'epoca medievale, che attestano una frequentazione dell'area legata soprattutto alla presenza del ponte naturale e di sorgenti d'acqua

5 commenti

  • Foto di luca berni

    luca berni 20-mar-2017

    Ho seguito questo percorso  Vedi altro

    Bellissimo percorso. Ringrazio Erik, di cui ho seguito esattamente la traccia sul satellitare Garmin.

  • paolo 3z 18-gen-2020

    Ho seguito questo percorso  Vedi altro

    Stupendo percorso e luoghi suggestivi

  • Foto di luca berni

    luca berni 18-gen-2020

    Grazie Paolo. Ciao

  • Foto di vincenzo scarcelli

    vincenzo scarcelli 28-feb-2020

    Ho seguito questo percorso  verificato  Vedi altro

    Giro ad anello stupendo! Fatto ieri (27/ 02/ 2020) con tre bambini di 10 anni.Il percorso è ben segnalato,in un punto è stato deviato. Io ho seguito la traccia gps si Eric che si addentranella boscaglia,ma seguendo il sentiero segnato dai simboli blu e bianchi,si arriva comunque sulla strada asfaltata che porta al castello. Il tratto di percorso che porta dal castello l punto di partenza al momento non è percorribile per lavori quindi dopo aver visitato il borghetto,è necessario tornare sulla strada per rientrare.

  • Foto di Erik De Groot

    Erik De Groot 29-feb-2020

    Grazie per i tuoi commenti molto utili.
    Per coincidenza, ero nelle vicinanze qualche giorno fa. Ho notato che molti sentieri forestali in questa zona sono compromessi perché ci sono alberi caduti su di essi. Il più percorribile è in effetti il percorso segnalato con segnavia bianco/blu.
    Ho visto che in questo momento stanno riparando un muretto subito dopo il castello di Brandola. Mi sembrava che il lavoro stesse già andando avanti, quindi tra un paio di settimane potremo sicuramente passare normalmente.

Puoi o a questo percorso