Tempo  10 ore 11 minuti

Coordinate 4148

Caricato 27 maggio 2019

Recorded maggio 2019

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2.005 m
704 m
0
5,7
11
22,91 km

Visto 104 volte, scaricato 6 volte

vicino Pescosolido, Lazio (Italia)

Gastone, Alessandro e me.
Partiamo da poco sopra il paese di Pescosolido, in località Le Fossate e prendiamo la sterrata che sale bella ripida a costeggiare un fosso secco per lasciarlo poco dopo. Si incontrano dei recinti e si prosegue sempre salendo fino al Fosso di Gola Tesa, secco anche questo. Si raggiunge un rifugio chiuso ma utile per fare una piccola sosta. Dopo un altro breve tratto di salita ripida, si segue in traverso sotto Il Macerone fino a raggiungere Le Scalelle dove si cambia versante e cambia anche il paesaggio. Quasi totale assenza di vegetazione, decine di dossi, doline e la croce sull'anticima del Cornacchia che indica la direzione da seguire. Io e Alessandro da una parte e Gastone da un'altra per rincontrarci in vetta. Siamo affacciati sulla Valle Roveto già da un po', ma da quassù si vedono i tanti paesi che la punteggiano; Pizzo Deta spicca dalla parte opposta facendo una gran figura. Ci dirigiamo verso la vetta del Cornacchia, scendendo prima un po' di quota e risalendo per l'ultimo strappo piuttosto ripido ma fortunatamente breve. La valle verso Est, Campo di Grano, è una meraviglia e scendiamo verso l'omonimo rifugio, che si vede proprio alle pendici dell'altura, dove decidiamo di fare sosta pranzo. Riprendiamo seguendo la valle e dopo un paio di chilometri ci infiliamo nella faggeta con un bel sentiero che segue per un tratto il Torrente Lacerno, che forma diverse cascate e pozze limpidissime, anche se al momento non c'è molta acqua. Il sentiero continua a rimanere alto sopra la profonda valle regalandoci la suggestiva vista delle pareti del Monte Serrone dalla parte opposta, per piegare prima a Sud e dopo un altro paio di chilometri, a Ovest per circa due chilometri e mezzo prima di raggiungere l'auto.

6 commenti

You can or this trail