-
-
2.155 m
1.398 m
0
3,5
7,0
13,92 km

Visto 3889 volte, scaricato 68 volte

vicino San Vito di Cadore, Veneto (Italia)

Una appagante escursione ad anello a sud e sotto le Rocchette di Ciampolongo, Sorarù, Ruoibes, Prendera ed il Beco di Mezodì; Il ritorno è per il Rifugio Città di Fiume. E' una escursione molto panoramica, Pelmo, Antelao, Sorapiss, Civetta sono le montagne che si possono ammirare lungo l'itinerario che non presenta alcuna difficoltà se non lo sviluppo di circa quindici chilometri.

Si inizia e si termina al Ponte Intra les Aghes, dove si arriva in auto da Villanova di Borca di Cadore, dapprima per strada asfaltata, poi per strada sterrata.

Si attraversa il ponticello e si sale per stradina in mezzo al bosco, sent.n.469, alti sulla dx orografica del torrente, lasciando a sx il Taulà de Val Sandolera ed oltrepassando il Ru de Faòn. Subito aldilà del torrentello vi è il bivio tra i sentieri 458 e 469 e quì si prende a destra (nonostante le indicazioni a sx per Malga Prendera) seguendo il sentiero n.458 ben segnato che ci porterà per il bosco di pini sino agli ampi pascoli del Tabià Ciampè.Il sentiero prosegue una ventina di metri proprio sulla costa dietro alla costruzione. poi obliqua ad ovest (paletti colorati) salendo alla bellissima e verde forcella del Col de la Ruoibes. Dalla forcella verso nord in cresta si seguono i segni sino ad incrociare al livello delle ghiaie e delle mughe il sentiero che taglia a sud tutti i ghiaioni che scendono dalle rocchette (n.436) Il sentiero è ben individuabile dalla forcella precedente.Attraversati tre ampi avallamenti, Una ultima forcellina lascia ammirare la conca della Malga Prendera, con il roccioso Becco di Mezodì.

Da Malga Prendera il sentiero è molto ampio (alta Via nr.1- sent. n.458, poi n.467)) ed in circa un'ora si raggiunge il rif. Città di Fiume. Sino a quì circa quattro ore di cammino.

Per la discesa si risale la Forcella forada seguendo la mulattiera n.480 che calando per la Val Forada diviene sent. n.468. A nord-est della forcella, circa 150 metri, un capitello dedicato a S.Antonio in muratura, che può offrire un buon riparo. Continuando a scendere per la Val de Forada dove scorre il Rui de Coroto, a mt. 1657 si lascia a sx una sorgente ed il percorso ritorna al Park per una stradina forestale alquanto dissestata.- ore 1.30 dal rifugio.

Dislivello complessivo circa 900 mt. - ore 5.30 - sviluppo km.15

Cartografia Tabacco n.25 - Dolomiti di Zoldo, Cadorine, Agordine GPS-UTM 1:25000

Casera Ciampe con tetto - solo per emergenza
Forcella del Col de la Ruoibes
Malga Prendera - può offrire riparo
Rifugio città di Fiume
Forcella Forata - Bivio per Val d'Arcia-Val de Forada
Sorgente d'acqua
Bivio sentieri 469-458

Commenti

    You can or this trail