-
-
2.148 m
892 m
0
3,9
7,9
15,72 km

Visto 517 volte, scaricato 30 volte

vicino Corvaro, Lazio (Italia)

Anello faticoso ma suggestivo, che permette di salire sul Morrone dal versante opposto a quello della Duchessa, riscendendo dalla Valle Amara. Alcuni tratti sono duri, altri molto scomodi per passaggi su pietraie, ma il panorama che si puo’ ammirare dalla vetta, soprattutto in giornate terse invernali, compensa ampiamente delle difficolta’. Si parte da Corvaro (Via dello sport, poi Via Valle Amara), presso il bivio con un agriturismo. Subito si trova un cartello escursionistico, con l’inizio del sentiero 2D (segni un po’ “multicolori”, sia gialli/rossi che giallo/rosso/verde). Prima in piano, poi sempre piu’ ripido sale nel bosco con bei panorami sulla piana di Borgorose, per uscire alla sella di Prime Prata. Verso NE si punta ad un sentierino evidente che entra nel bosco da sx a dx, fino alla radura dello Jaccio della Capra, dove si gode di una bella vista sull’intera cresta NW del Morrone, che verra’ percorsa al ritorno. Senza scendere ai rifugi di Fonte La Vena, si piega a dx in direzione dei cucuzzoli che formano un semicerchio verso il Morrone. Evitando i saliscendi ci si tiene il piu’ possibile a mezzacosta, percorrendo pero’ alcuni tratti caratterizzati da insidiose e dure pietraie che riempiono dei canaloni che scendono proprio dai cucuzzoli sovrastanti. In ogni modo, si punta alla base della vetta per poi salirvi abbastanza faticosamente, cercando il passaggio tra i grossi blocchi calcarei che costituiscono la cima (Morrone e’ un toponimo che significa, appunto, grosso mucchio di sassi !). Dopo una meritata contemplazione del panorama circostante (splendido quello verso il Velino), si punta verso NW seguendo alcuni segni bianco-rossi che dovrebbero essere il 2F e che percorrono interamente la sassosa cresta. La si segue fino ad individuare in basso a sx i rifugetti di Fonte la Vena, che si raggiungono in breve. Da qui, basta seguire la grossa sterrata fino a deviare nel bosco (wp “Bivio a sx - Segno”) per ricongiungersi alla Valle Amara piu’ in basso (2G). In caso di oscurita’ o nebbia conviene senza dubbio non deviare ma seguire interamente la strada. Si continua passando per punti suggestivi (Pietra Incacchiata e chiesetta), fino a sbucare al cartello di ingresso della valle. Dopodiche’, basta seguire l’asfalto e ritornare al punto di partenza.

2 commenti

  • Foto di giangeo2

    giangeo2 13-ott-2017

    grazie x la descrizione attenta- altri non commentano il percorso e le difficoltà mettendo a rischio chi è poco allenato; pubblicano solo per pavoneggiarsi, lo faremo domenica prossima

  • Foto di mauriziogps

    mauriziogps 14-ott-2017

    Grazie a te per aver gradito la descrizione ! Le inserisco in ogni traccia che pubblico anche perché credo che andare in giro con una relazione, magari stampata, sia complementare all'uscita. E poi.. hai visto mai che il GPS si scarica e non hai una cartina.. Ciao, buon divertimento !

You can or this trail