-
-
2.058 m
1.350 m
0
4,3
8,6
17,16 km

Visualizzato 54 volte, scaricato 3 volte

vicino a Forno, Abruzzo (Italia)

Splendido itinerario che, nella stagione autunnale, riesce ad unire i ricchi colori delle faggete a, come in questo caso, il bianco della prima neve. Proprio la presenza della neve costringe, però, ad un atteggiamento di estrema attenzione e cautela nell’attraversamento del versante N di Pizzo di Moscio, dove il ghiaccio sarà certamente presente nei molti fossi da oltrepassare che scendono dalle pendici della vetta. Infatti, questo versante rimane a lungo in ombra ed abbiamo trovato diversi punti con ghiaccio vivo. Giungere alla cascata, dopo la lunga “full immersion” nel Bosco della Martese, è sempre uno spettacolo entusiasmante. Come descritto in varie pubblicazioni, la Cascata della Morricana è probabilmente la più bella dell’intero gruppo, e la portata limitata della stagione avanzata non ne diminuisce il fascino.
Partendo dal piazzale del Ceppo si prende la sterrata di dx con indicazione “300G-333-Cascata 2 ore” che, lungamente ed in ambiente molto piacevole, a mezzacosta avanza nel bosco fino ad incontrare una casetta di servizio (località Bacciletto). Dopo poco si affronterà un guado cementato e, più avanti, la faggeta inizierà a lasciare posto temporaneamente ad una vasta zona di abeti bianchi (Abies Alba), caratteristica di questa parte della Laga. Oltrepassati un paio di pali indicatori ed un guado del Fosso della Tentazione, si affrontano altri tre guadi dove, poco prima del wp “Guado 2” la stradina termina e si sale più decisamente su sentiero. In breve, presso un altro palo, si apre un primo, suggestivo, scenario verso la cascata. Dopo un ultimo guado, questa volta poco prima della cascata, si giunge proprio sotto il salto e, anche se in autunno, quindi con portata limitata, l’emozione di trovarsi là sotto è sempre tangibile. Oltretutto, i colori accesi degli alberi che fiancheggiano la cascata contribuiscono a valorizzare tutto l’ambiente. Dopo la sosta, si ritorna un po’ indietro e, oltre il guado, si prende a sx (N) in salita, inerpicandosi verso un sentiero evidente che sale nel bosco e ritorna sul percorso segnato (333). Sempre in salita, si esce dal bosco nello splendido scenario degli Stazzi della Morricana, dove si ha una bellissima visione del versante N del Pizzo di Moscio, cercando di interpretare il seguito del sentiero che lo attraverserà. Dopo un guado del Fosso della Morricana si inizia a salire (sentiero 304) in maniera molto più decisa fino a deviare verso sx (SE) cominciando a traversare il versante, con estrema attenzione se si trova (come in questo caso) neve e ghiaccio. Oltrepassato tutto il tratto a mezzacosta, si sale leggermente fino ad uscire alla sella de La Storna, dove si ha una bellissima visuale delle cime circostanti, compresa tutta la catena del Gran Sasso, fino al mare. Da qui, si inizia a scendere sul 334 tra grandi prati, incontrando l’area del Lago dell’Orso, con qualche edificio e, presso un palo indicatore, tagliando la strada sterrata per utilizzare il sentiero 300G che, oltrepassato un rifugio e addentratosi nel bosco, ritorna al punto di partenza.
Albero

Abeti bianchi

Waypoint

Cascata Morricana

Rifugio non gestito

Casetta Loc. Bacciletto

Waypoint

Guado 1

Waypoint

Guado 2

Waypoint

Guado cementato

Waypoint

Guado Fosso della Tentazione

Waypoint

Guado Morricana

Waypoint

Guado Morricana 2

Waypoint

Guado su pietre Fosso della Seccinella

Albero

Inizio bosco 300G

Waypoint

La Storna - Palo 334-304

Waypoint

Loc. Acqua Morta - Palo 333 - Cascata 50 min

Waypoint

Palo 300G-333 Cascata 2 ore

Waypoint

Palo 333-Cascata 30 minuti

Waypoint

Palo Ceppo-300G

Waypoint

Palo con segno

Waypoint

Palo e vista cascata

Waypoint

Palo La Casetta-300G Ceppo 0.45 ore

Waypoint

Palo Lago dell'Orso 300G-334 Ceppo 1 ora

Waypoint

Palo Stazzi Morricana 304-333 Lago Orso 1.30 ore

Waypoint

Pozza e panorama Gran Sasso

Fontana

Rifugio Lago dell'Orso e fonte

Waypoint

Verso sinistra

Commenti

    Puoi o a questo percorso