-
-
1.960 m
955 m
0
3,7
7,3
14,66 km

Visto 757 volte, scaricato 40 volte

vicino Filettino, Lazio (Italia)

Bellissimo anello, panoramico e molto suggestivo negli ambienti che si incontrano; veramente completo. La salita, affrontata sul 693B (ben segnato), inizia in ambiente piacevolissimo, camminando affiancando le acque del torrente Riglioso che, insieme a quello di Acqua Corore, origina l'Aniene. La discesa, dopo aver individuato con un po' di difficolta' l'imbocco del sentiero, cercando di rimanere sulla traccia GPS, e' sufficientemente segnata e termina anch'essa costeggiando l'Acqua Corore dove e' possibile fermarsi in piu' punti per un pediluvio rigenerante ! Partendo da Fiumata (deviazione su strada Trevi-Filettino), dal piazzale del parcheggio si continua sulla stradina, che gia' e' il 693B, per proseguire in salita nel bosco, sempre accompagnati dal suono delle acque del Riglioso. Alcuni scorci sono molto belli. Si oltrepassa la presa dell'acquedotto di Fonte Radica, poi un palo segnavia, fino ad uscire in una radura panoramica prima di Monna della Forcina (altra radura molto ampia), dove si vede, a sx, parte della cresta E del Tarino, che si utilizzera' per raggiungere la cima. Dalla Monna (palo segnavia), piegando a sx (W) si entra nel bosco, via via sempre piu' ripido, per uscire sulla panoramicissima cresta, dove inizia il sentierino che la percorre fino in vetta. Superato in discesa un punto leggermente esposto a sx, si continua sul filo e, dopo aver oltrepassato un passaggio di primo grado (ma solo perche' ci si aiuta un po' con le mani) per salire un risalto roccioso, si esce quasi subito in vetta. La vista a picco sulle sottostanti faggete dei Simbruini e' fantastica, cosi' come il panorama circostante. Per la discesa, si prende leggermente a sx (SW) e si segue lo scivoloso sentierino breccioso che passa a zigzag accanto le rocce della parete N, oltrepassa una nicchia con Madonnina ed arriva alla sella sottostante. Da qui, alcune tracce GPS e quelle sulle mappe cartografiche (Openmtbmap, Andromap, Trekmap ecc...) piegano a sx ed ho seguito il loro tracciato. Assenza di segni fino all'imbocco del bosco sottostante (wp “inizio bosco di discesa”), dopo non ci sono problemi. Si esce dal ripido bosco in corrispondenza di una stradina che, passando accando l'Acqua Corore, incontra una piccola fonte, poi una grotta molto ampia, “piovosa” e con la base ricoperta di acqua, fino a costeggiare un campeggio ed uscire sulla strada che in pochi minuti riporta al parcheggio.

Commenti

    You can or this trail