• Foto di Anello Foresta di San Gerbone per i Piani Cattini
  • Foto di Anello Foresta di San Gerbone per i Piani Cattini
  • Foto di Anello Foresta di San Gerbone per i Piani Cattini
  • Foto di Anello Foresta di San Gerbone per i Piani Cattini
  • Foto di Anello Foresta di San Gerbone per i Piani Cattini

Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  8 ore 9 minuti

Coordinate 1608

Uploaded 6 maggio 2015

Recorded maggio 2015

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
1.473 m
840 m
0
5,6
11
22,39 km

Visto 1738 volte, scaricato 37 volte

vicino San Giovanni-Collefrattale, Marche (Italia)

Itinerario che, se percorso in questo periodo (inizio Maggio, con ancora neve sulle vette) diventa veramente spettacolare. Sicuramente e’ uno dei piu’ belli della Laga, in ambiente solitario, verde e ricchissimo di acque. Avevo iniziato ad inserire waypoint per i piccoli guadi da passare in corrispondenza dei fossi, ma ho poi rinunciato per quanti ne ho attraversati ! Le cascate che scendono copiose dai molteplici fossi sono tante e tutte suggestive; cosi’ come molto piacevole e’ l’ambiente a conifere della casermetta di S. Gerbone. Insomma…sicuramente escursione consigliabile. Giungendo a S. Giovanni/Collefrattale (deviazione da Acquasanta verso S. Maria, Paggese, poi S. Martino, strada piena di curve) si lascia la macchina alla fine del paese, in corrispondenza di un segnale che vieta l’accesso ai non autorizzati, e si continua a camminare per la strada seguente, presto sterrata. Il verde della Valle del Castellano inizia a prendere il sopravvento e si continua fino alla deviazione a dx con una sterrata frangifuoco. La si prende in salita dove, nel bosco sempre piu’ fitto e circondati da arenaria, si sale con diversi tornanti ai Piani Cattini, zona pianeggiante che prelude ad un tratto ricco di fossi e cascate. Infatti, dopo il primo guado, si entra in un ambiente di acque che scendono ovunque dalla montagna e precipitano nel Rio Castellano. Si giunge cosi’ alle 3 cascate del Fosso di Faoia, bellissime e selvagge. In breve si arriva alla barra alta che delimita l’area della foresta di S. Gerbone, dove il paesaggio muta improvvisamente, con presenza di conifere d’alto fusto, ma senso di abbandono della manutenzione del bosco. La casermetta di S. Gerbone e’ vicina; e’ chiusa, ma accanto c’e’ un piccolo rifugetto “all’aperto”, con fontanile, camino e tante griglie ! Proseguendo, dopo una meritata sosta, occorre in piu’ punti scavalcare qualche albero caduto, a volte con difficolta’. Il panorama e’ chiuso e stretto verso il Colle Romicito ed il Monte Pelone, e sotto di noi appaiono le alte pareti sovrastanti la Grotta di S. Gerbone. Oltrepassata la zona del fosso omonimo (cascata) si entra nella seconda parte dell’anello, e si puo’ ammirare la grotta in alto a sx. Costeggiando nel bosco il Rio Castellano, si arriva alla cascata del Fosso Pedatelle e poi alla barra bassa della zona forestale. Poco oltre, ecco la bellissima cascata del Fosso di Faoia (in pratica, la parte bassa del fosso con le tre cascate ammirate in precedenza, all’andata), con i suoi salti che finiscono in un piccolo laghetto sotto un tetto d’ardesia. Si segue oltre e si arriva alla strada sterrata principale, che si riprende verso sx (N), si ripassa per la deviazione con la frangifuoco e, dopo aver percorso complessivamente circa 23 km, si ritorna al parcheggio.

1 comment

  • Foto di diapolon24

    diapolon24 1-giu-2015

    I have followed this trail  View more

    percorso lungo ma privo di difficoltà tecniche; si svolge sempre su evidente sterrata che rende superflua la segnaletica (comunque assente); veramente da provare per la pace degli scenari in cui si svolge.

You can or this trail