Tempo  8 ore 15 minuti

Coordinate 1995

Caricato 27 giugno 2019

Recorded giugno 2019

-
-
1.722 m
1.151 m
0
2,4
4,7
9,42 km

Visto 30 volte, scaricato 2 volte

vicino Lagastrello, Toscana (Italia)

Il percorso inizia vicino alla Diga del Lagastrello Strada provinciale di Val d'Enza (vicino allo svincolo SP74 / SP22). Troviamo ampio spazio per parcheggiare sul ciglio della strada.
Iniziamo subito con un pezzetto di foresta. Dopo 500 metri attraversiamo un bel prato con un torrente e orchidee. Proseguiamo poi su sentieri forestali con tratti occasionali più ripidi. Dopo 3,5 chilometri lasciamo la foresta e arriviamo in una zona con la caratteristica vegetazione con lamponi e brughiera a mirtillo. In questo tratto possiamo godere di molte belle viste. Continuiamo la nostra salita verso la Sella di Monte Acuto. Una volta arrivato alla Sella abbiamo raggiunto il punto più alto della camminata. C'è un sentiero che porta dalla Sella di Monte Acuto alla cima del Monte Acuto, ma questa deviazione non è incluso in questo percorso.
Da qui iniziamo la discesa verso il rifugio Città di Sarzana. La prima parte scende piuttosto ripidamente. Adesso ci stiamo avvicinando al Lago di Monte Acuto. Nella vicinanza del lago ci sono un bel po' di zanzare in questo periodo dell'anno (fine giugno). È quindi consigliabile portare dello spray. Nel rifugio si può mangiare qualcosa e anche dormire (vedere l'informazione al waypoint). Siamo entrati nel rifugio e abbiamo avuto un trattamento molto cordiale con un bel scambio di informazioni. Nella vicinanza del rifugio c'è una fonte (5,5 km dall' inizio).
Dal rifugio torniamo verso il punto di partenza passando per sentieri nella foresta, con ogni tanto delle belle viste.
Come si può vedere sulle foto al ritorno abbiamo camminato nelle nuvole. Questo ha avuto un effetto spettrale, ma lo ha anche reso molto interessante. Questo naturalmente può sempre succedere. Quindi è richiesto un minimo di preparazione (un buon gps, giacca.....).

Alcuni informazioni:
Il percorso è ideato in senso antiorario.
Ci sono tavoli picnic dopo 5,5 chilometri al rifugio Città di Sarzana.
C'è acqua potabile dopo 5,5 chilometri, nel bosco vicino al rifugio.
Il percorso è di difficoltà media dal punto di vista tecnico, non presenta delle difficoltà particolari.
E' interamente su sentieri CAI indicati (bianco/rosso), la andata al rifugio è su CAI 659a (difficolta' E - Escursionistico), il ritorno su CAI 659 (difficolta' E - Escursionistico).
Mi sono ispirato su una idea di Andy Capp che poi ho sviluppato.

Se pensi che sia una bella passeggiata, lascia un feedback. Se hai avuto problemi, scrivimi un mail.

View more external

Il punto più alto del percorso.
Il rifugio può ospitare 20/25 persone a dormire e 30 a mangiare. Nei mesi di luglio e agosto è aperto tutti i giorni, poi è aperto solo nei fine settimana ma l'apertura è legata al meteo e alle condizioni organizzative, quindi è opportuno telefonare. Quando il rifugio è chiuso il bivacco invernale (5 posti, senza riscaldamento) è sempre aperto e utilizzabile, altrimenti rimane parte integrante del rifugio. (Scala metallica sul retro). Info e prenotazioni: 339 2245117 rifugiosarzana@gmail.com

Commenti

    You can or this trail