-
-
864 m
80 m
0
3,8
7,7
15,37 km

Visto 3196 volte, scaricato 48 volte

vicino Sant'Andrea di Compito, Toscana (Italia)

Sentiero tra boschi alle pendici del Monte Serra nel versante lucchese, con panorami mozzafiato e visita finale al “CAMELIETO” (vivaio comunale di camelie)
Per raggiungere San Giusto di Còmpito, seguire l’Autostrada Firenze-Mare A11 ed uscire a Capannori. Prendere subito a destra fino a Tassignano, puntando verso le antenne di Monte Serra. Poco oltre Tassignano seguire a sin. indicazioni per Pontedera, sempre puntando verso le antenne di Monte Serra. Seguire quindi le indicazioni per Massa Macinaia; raggiunta e superata seguire le indicazioni per San Giusto di Còmpito (che si trova alcuni km prima di S. Andrea di Còmpito).
Se non si è pratici della zona, si suggerisce l’uso di un navigatore.
Lasciate le auto a S. Giusto di Còmpito, località Ceccotti, nei pressi di una marginetta, inizia l’escursione a piedi per una stradella tra due mura orlate, in direzione sud verso il vallone di Borgognone, che si risale sul lato dx orografico per una vecchia mulattiera (attualmente non in buone condizioni) fino ad incrociare una strada forestale proveniente dalla Fonte S. Pietro (vedi appresso) che può rappresentare un' alternativa di salita.
Il sentiero prosegue direttamente verso il sovrastante valico di Prato a Sìgliori. In leggera salita a S. Valentino, sede di uno scomparso eremo, e per sentiero a mezza costa, si giunge alla carrareccia per Santallago, proveniente da Vorno, e la si risale per gli ultimi tornanti. Giunti a Santallago si può raggiungere o meno lo Spuntone di Santallago (che peraltro non è affatto una punta aguzza, m 860). Tempo di andata e ritorno 50 minuti.
Santallago (etimo incerto, ma nulla ha a che fare con i santi o con i laghi) è un prato a poco più di 700 m di quota, circondato da castagneto di alto fusto, molto ameno, molto frequentato da gitanti domenicali.
La discesa da Santallago, traversato il prato, percorre la bella costa alberata del Castagnone,
Monte Formicosa, Sasso Balloccioro e prosegue lungamente in obliquo fino al Cimitero e alla Torre di S. Andrea.
Qui è consigliabile visitare il giardino botanico denominato “Camelieto”, fuori paese verso dx, oltre una ottima fontana ed un caratteristico ponticello.
Brevemente per la vecchia strada si scende alla nota e frequentata Fonte S. Pietro (acqua abbondante) e di qui a S. Giusto con 1.000 m di strada asfaltata diritta.
Percorso su sentieri e carrarecce. Molto bosco di pino.
28-MAR-12 16:28:17
28-MAR-12 10:08:39
28-MAR-12 16:11:01
28-MAR-12 11:15:09
28-MAR-12 10:04:53
28-MAR-12 14:20:31
28-MAR-12 15:27:14
28-MAR-12 16:46:37
28-MAR-12 9:34:40
28-MAR-12 10:31:07
28-MAR-12 13:59:50
28-MAR-12 15:39:37
28-MAR-12 10:33:19
28-MAR-12 9:08:50
28-MAR-12 10:50:06
28-MAR-12 11:43:14
28-MAR-12 14:44:25
28-MAR-12 16:43:38

Commenti

    You can or this trail