-
-
1.255 m
782 m
0
3,1
6,2
12,49 km

Visto 1264 volte, scaricato 19 volte

vicino Piamaggio, Emilia-Romagna (Italia)

Anello da Piamaggio alla croce dell'alpe di Monghidoro e rientro a Piamaggio, passando per le rovine dell'antica osteria del Frantorno, dal Malpasso, da cà Guglielmo, percorrendo i sentieri CAI 907 (BO-FI) - 917 (AVP) -909.
Sentieri sostanzialmente ben tenuti e segnalati, ci sono anche tabelle con indicazioni sul percorso, inoltre si incrociano i tanti sentieri della sentieristica locale Mng con la numerazione dal n° 1 al n°10.
potrebbero esserci problemi in alcuni tratti a seguito di periodi di forti e perduranti piogge.
lungo il percorso descritto si incontrano numerosi punti rifornimento acqua: alla partenza poi si incontrano le sorgenti "da Polente", "dei prati del Gallo", al "prato dell'uomo gobbo", "del serpente", "dell'acqua fredda", fontana di cà Guglielmo e una altra nel tratto finale del percorso.
Partenza dal Parcheggio di fronte al museo etnografico all'entrata dell'abitato, in direzione del centro dell'abitato,a fianco della chiesa si intercetta Il sentiero CAI 907 proveniente da Monghidoro, quindi si svolta a sinistra e si inizia a salire.
All'incrocio del 907 col 2 Mng, per evitare un tratto che ricordavo fangoso nel tratto del 907 verso l'Uomo Gobbo, lasciamo il 907 e imbocchiamo il 2 Mng verso i prati del Gallo.
Scelta sbagliata , poichè i sentieri sono ostruiti dagli alberi caduti per la neve. Per non ritornare sui nostri passi, percorrendo il n°1Mng, raggiungiamo il prato dell'Uomo Gobbo ritornando sul 907.Si continua a salire nel bosco , raggiungiamo le rovine della antica osteria del Frantorno , continuano sul sentiero si arriva alla sterrata qui termina il 907. La sterrata sale da Piamaggio e conduce al prato dell'alpe di Monghidoro,( da tenere presente per rientro veloce in caso di maltempo)
Il 907 termina nel punto di incrocio con la sterrata e ci si ritrova sul 917 (passo Raticosa- il Passeggere) e noi percorriamo svoltando a dx per raggiungere il prato dell'Alpe.Qui si abbandona il 917 per camminare sul prato alla nostra sinistra.
Posto suggestivo ,dal margine nord del prato la visuale , in giornate limpide, spazia su un vasto panorama verso NW-N-NE.
Ritorniamo sul 917 ,dove dopo un breve tratto di strada incrociamo il 909 che imbocchiamo in discesa con indicazione Piamaggio, cà Guglielmo, Malpasso.
Nella discesa ad un certo punto troviamo sulla sinistra una segnalazione che indica una deviazione dal percorso principale, " punto panoramico Malpasso" , ben segnalata con segnavia bianco-rossi, ben evidenti, freschi di pittura e molto frequenti.
La deviazione merita di essere percorsa, perchè porta ad un balcone naturale, da qui si possono ammirare le catene montuose del Corno alle Scale e del Cimone.
Si prosegue in mezzo al bosco scendendo ripidamente fino ad incrociare il 909, su cui continuiamo verso Piamaggio ,incontrando dopo un bel tratto cà Guglielmo , entrati nel borghetto prestare un pò d'attenzione, il sentiero svolta a dx tra due case ,passiamo accanto a vecchi mulini ed al torrente . Si giunge ad una strada asfaltata che ci porta agli abitati . "Tre Fontane", Brescandoli, Pontecchio. Da questo punto il percorso diventa quasi pianeggiante, ancora poche centinaia di metri e siamo tornati al punto di partenza.
Il percorso può essere allungato partendo dal centro dell'abitato di Monghidoro.

Commenti

    You can or this trail