• Foto di Anello di Acone
  • Foto di Anello di Acone
  • Foto di Anello di Acone
  • Foto di Anello di Acone
  • Foto di Anello di Acone

Difficoltà tecnica   Facile

Coordinate 177

Uploaded 27 marzo 2013

Recorded marzo 2013

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
855 m
184 m
0
4,2
8,5
16,98 km

Visto 1674 volte, scaricato 30 volte

vicino Colognole, Toscana (Italia)

Arrivati alla Rufina si oltrepassa il ponte sulla Sieve e ci si dirige verso Aco-
ne , centro abitato, forse di origine romana, posto sulle pendi ci meridionali del Poggio la Cupola.
Giunti sulla piazzetta principale di Acone (477 m) si prende a sinistra via della Vittoria. La strada scende, attraverso seminativi arborati con viti e olivi, ed offre un suggestivo panorama sul paesaggio collinare. In prossimità di un agglomerato di case è presente una fonte con lavatoio in pietra.
La strada prosegue, scendendo ripidamente sul versante, fino a raccordarsi a delle superfici pianeggianti terrazzate, in corrispondenza di alcune case coloniche, dove incrociamo la strada Via dell'Argomenna di Santa Maria Maggiore e prendiamo a destra verso Villa Castello .
Dopo un primo fosso si giunge all'altezza di alcune case coloniche, di fronte alle quali si trova una cabina dell'ENEL. Si può andare verso la Villa Castello per visitarla all’esterno e poi tornare alla cabina, dove si prende una stradella sterrata che scende sulla sinistra della cabina lasciando ad ovest la Villa Castello .
Dopo poco si inizia a scendere ripidamente inoltrandosi in un bosco di querce sino a giungere al corso del torrente Argomenna (toponimo etrusco). Oltrepassata una piccola passerella di legno, ci si dirige sulla destra lungo una strada che conduce ad un mulino, che si costeggia sulla destra dopo aver superato un cancello. Ci si inoltra in un ceduo di carpino seguendo il sentiero che risale a mezza costa in direzione nord-ovest, parallelamente al torrente.
I nuovi segni bianco-rossi indicano di andare in salita a sinistra, risalendo bruscamente il versante. Si può però anche proseguire lungo la vecchia stradella con i vecchi segni, una volta percorsa anche da carri con traino animale.
Giunti in corrispondenza di un ampio sentiero che scende verso il torrente, si risale a sinistra lasciando sulla destra Case di Pialle.
Tralasciando a sinistra un sentiero che scende. si prosegue fino a raggiungere il crinale. Ai lati della strada è presente un bosco di quercia e carpino con erica. Si giunge dopo poco ad un bivio: scartato sulla destra il sentiero che conduce a Case Pialle, si prosegue verso monte, tralasciando ancora i sentieri che si dipartono a mezza costa. Raggiunta la strada sterrata che da Case Pialle conduce a Montalto Bianco, si prende per quest'ultima a sinistra. La strada sale con ampi tornanti, bordata da cipressi.
Giunti a Montalto Bianco (414 m) è possibile vedere un bellissimo panorama sia a sud-est sulla vallata del torrente Argornenna, la Rufina e i contrafforti del Pratomagno, sia a nord-nord-ovest su GaIiga e Monte Giovi. Passata la sella, si scarta sulla destra il sentiero che si inoltra nei prati e si prosegue risalendo la strada sterrata, oltrepassando Casanuova si arriva alla strada asfaltata che (CAl 7) conduce a Galiga. Poco prima dell'abitato, sulla sinistra, si trova la Fonte del Prete. A Galiga (500 m) si prende, verso sinistra, la stradella per il cimitero e si continua nel bosco per comodo sentiero fino al bivio di Croce Aceraia. A destra in basso vediamo Borgo Aceraia. Sulla sinistra il sentiero scende a S. Brigida e salendo fra piantagioni recintate, si raggiunge infine la cresta (703 m).
Si prende a destra (00" CA I), si supera un poggetto e si sale, per zona scistosa, lungo una recinzione, fino a giungere a circa 200 metri prima di Casa Cerro (849 m), grosso casolare di montagna, in pietra.
Qui se vogliamo salire alla cima del Monte Giovi (992 m), seguiamo i segni bianco-rossi che salgono verso il crinale. Se non vogliamo salire in vetta (come abbiamo fatto noi) ci si dirige verso Casa Cerro e lo si oltrepassa proseguendo lungo la strada sterrata fino ad incrociare il sentiero che proviene dalla vetta del Monte Giovi.
È visibile un vastissimo panorama Si scende lungo una pista da cui, dopo circa 200 m. presso un piccolo ripetitore, si dirama un sentiero che scende verso Barbiana .
Si continua invece sempre in cresta, arrivando alla cappella di San Giusto (l0), fra boschetti di pino nero, e al sottostante monumento alla resistenza. Da qui, proseguendo a destra, lungo la strada proveniente da Tamburino, si scende ad una cascina (80 l m). Di fronte inizia una stradella per Casa Cerro- Si volge invece a sinistra per una carrareccia che passa accanto alle rovine di Casa Peretola e a sinistra di Poggio Cupola, per raggiungere in breve Acone (477 m).

27-MAR-13 10:08:15
27-MAR-13 11:14:43
27-MAR-13 11:55:44
27-MAR-13 12:51:30
27-MAR-13 15:45:29
27-MAR-13 11:10:28
27-MAR-13 9:49:12
27-MAR-13 15:00:40

1 comment

  • Foto di a_mazz

    a_mazz 28-set-2015

    I have followed this trail  View more

    percorso molto bello e panoramico.

You can or this trail