Scarica

Distanza

12,53 km

Dislivello positivo

1.471 m

Difficoltà tecnica

Per esperti

Dislivello negativo

731 m

Altitudine massima

2.067 m

Trailrank

64

Altitudine minima

1.007 m

Tipo di percorso

Solo andata

Tempo in movimento

6 ore 40 minuti

Tempo

9 ore 9 minuti

Coordinate

2364

Caricato

15 giugno 2021

Registrato

giugno 2021
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
2.067 m
1.007 m
12,53 km

Visualizzato 141 volte, scaricato 4 volte

vicino a Trontano, Piemonte (Italia)

L’Alpe Mottac si trova a 1960 mt., in posizione panoramica su gran parte del Parco Nazionale Valgrande, lungo la dorsale che, dalla Cima Testa di Menta, scende in Val Gabbio e in La Piana. È presente un bivacco per escursionisti e ricercatori ed uno riservato al Corpo Forestale, nei pressi del bivacco, seguendo le indicazioni, c’è una cisterna con rubinetto per l’acqua.
Uno dei punti di accesso è dall’Alpe Faievo, sopra Trontano, attraverso la Scala del Ragozzale o dal Passo di Basagrana; la presenza dei due valichi consente un ampio giro ad anello con pernottamento al Mottac. In questa occasione ho deciso di percorrere l’anello salendo dal Ragozzale e ridiscendendo dal Passo di Basagrana, (ovviamente lo si può percorrere anche in senso contrario).
Escursione effettuata nei giorni 15 e 16 giugno 2021 quando ancora risulta essere interdetto l’utilizzo di tutti i bivacchi del Parco. Di conseguenza: tenda e tutto il necessario per bivaccare.

La partenza è da Faievo, raggiungibile su strada parzialmente asfaltata da Trontano. Da qui si segue l’indicazione per l’Alpe Parpinasca e, poco prima di raggiungerlo, si devia all’intersezione del sentiero per Alpe Drisioni. Raggiunto Drisoni, in posizione panoramica sull’Ossola, il sentiero, sempre ben evidente, continua a salire lungo la dorsale sino a raggiungere l’Alpe Nava, in prossimità del Passo di Nava. Esiste anche la possibilità di passare dall’Alpe Nava, ma mi sono perso la deviazione. A questo punto si abbandona la dorsale e, con un piacevole e lungo traverso, si raggiunge l’Alpe Rina (è presente un bivacco e acqua) e successivamente l’Alpe Menta, posto nell’ampio fornale tra il Tignolino e la Testa del Parise. Ormai si è in prossimità della Scala del Ragozzale, un portale verso la Val Grande. La Scala del Ragozzale, opera degli inizi del ‘700, restaurata in varie fasi, (ultima nel 1995) è stata realizzata per consentire l’accesso al bestiame ai pascoli oltre la cresta. Una parte a gradoni sorretti da muri a secco ed una parte scalpellata nella roccia fino a creare il passaggio. Dal sottostante Alpe Ragozzale (bivacco), il sentiero compie un lungo traverso in leggera salita, tagliando ripidi pendii sino a connettersi sulla accidentata dorsale, che scende dalla Testa di Menta e che si percorre fino ai prati che sovrastano l’Alpe Mottac, ove è possibile bivaccare.
Waypoint

Partenza da Faievo

Waypoint

Deviazione

Waypoint

Deviazione

Waypoint

Deviazione

Waypoint

Deviazione

Waypoint

Alpe Drisoni

Waypoint

Deviazione

Waypoint

Alpe di Nava

Waypoint

Passo di Nava

Waypoint

Alpe Rina - bivacco

Waypoint

Alpe Menta

Waypoint

Ambiente Desen e Tignolino

Valico

Scala del Ragozzale

Waypoint

Alpe Ragozzale - bivacco

Waypoint

Ambiente

Waypoint

Deviazione

Waypoint

Alpe Mottac - bivacco

Commenti

    Puoi o a questo percorso