Tempo  8 ore 17 minuti

Coordinate 1786

Caricato 29 aprile 2018

Recorded aprile 2018

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2.113 m
1.227 m
0
3,3
6,5
13,09 km

Visto 433 volte, scaricato 15 volte

vicino Valle Granara, Lazio (Italia)

Le escursioni al Monte Viglio sono tra le più frequenti da parte del nostro gruppo, ma a ben guardare (anche se sembra strano) questa è la prima volta del 2018. Come sempre mi sono "reinventato" il giro apportando qualche piccola modifica ai soliti. La partenza è stata una delle classiche (Pezze della Macchia 1230 slm) per il sentiero 696b fino ad incrociare a quota 1570 il sentiero 654 (intitolato nel 1984 a Carlo Landi Vittorj) che va da Serra Sant'Antonio a Filettino passando per Serra Magliano e Serra S.Onofrio. Si prosegue verso il Crestone (sent 696 a e b) tra la ripetuta, ed anche strana, segnaletica su lamiera.
Si incrocia il 651 a quota 2050 e dopo la dovuta attenzione al panorama che spazia a 360 gradi dagli Ernici orientali con l'imponente Pizzo Deta, e quindi agli Occidentali, all'Altipiano del Faito, Monte Cotento e fino a al trittico Sevice-Velino-Cafornia si riparte verso l'ormai vicinissimo Viglio. Veloce colazione ai piedi della madonnina del Viglio e ripartenza verso il maestoso Gendarme che decidiamo di scalare, invece che aggirare. Qualche difficoltà nello scendere vista la tanta neve che ancora ricopre il canalino verso nord e via alla volta della statua di San Giovanni che sovrasta Civitella Roveto dove pranziamo. Ripartiamo ancora sul 651 che lasciamo appena giunti all'Anticima Nord dei Cantari (2050) per dirigerci verso Monte Piano ed il suo Belvedere.
Rapida discesa verso Fonte Moscosa, gonfia d'acqua più del solito, e quindi 696a che corre sul fondo del Fosso della Moscosa fino ad arrivare a Valle Granara e di qui alla macchina.
Abbiano incontrato la neve a partire da quota 1500 e ci ha accompagnato praticamente per tutto il percorso.

2018-04-28 15:30:06
Statistiche calcolate sui dati importati

sabato 28 aprile 2018 7.12 CEST
Distanza: 13,1 km
Durata: 8 ore, 17 minuti e 56 secondi
Velocità media: 1,6 km/h
Altezza minima: 1230 m
Altezza massima: 2156 m
Salita accumulata: 1052 m
Discesa accumulata: 1052 m
sabato 28 aprile 2018 7.12 CEST
Altezza: 1230 m
sabato 28 aprile 2018 15.30 CEST
Altezza: 1230 m
Gendarme del Viglio
001
002
003
005
006
008
011
012
013
015
016
017

1 comment

  • Ernesto Ricci 28-lug-2019

    I have followed this trail  verificato  View more

    Si affronta la prima parte della salita all'ombra del bosco, il che è un bel vantaggio perché il sentiero Landi, pur essendo comodo e ben segnato, risulta molto ripido a tratti. Il bosco attraversato dal sentiero Landi è molto piacevole, ma limita la visuale; ci si rifà ampiamente nella parte successiva del tracciato che percorre tutte le creste.
    La traccia è molto precisa, ma fa un paio di scorciatoie rispetto al sentiero normale, una all'uscita del sentiero Landi dal bosco sulla cresta, l'altra prima di attaccare la salita finale al Viglio: consiglio in entrambi i casi seguire il sentiero normale, infatti la scomodità dei passaggi non vale il risparmio di tempo.

You can or this trail