Tempo  9 ore 6 minuti

Coordinate 3414

Caricato 8 settembre 2019

Recorded settembre 2019

-
-
2.624 m
1.266 m
0
3,6
7,2
14,35 km

Visto 30 volte, scaricato 1 volte

vicino Ortolano, Abruzzo (Italia)

Volevamo fare un altro giro, ma percorrendo l'autostrada abbiamo cambiato idea ed abbiamo improvvisato. Siamo Gastone, Alessandro, Dario, Beatrice, Mattia e me. Arriviamo alla Masseria Cappelli percorrendo una sterrata della quale le auto non risultano particolarmente entusiaste e parcheggiamo. Continuiamo a piedi per la sterrata tra i faggi, seguendo il Fosso Chiarino, fin dove finisce il bosco. Qui prendiamo a sinistra, senza sentiero, salendo in diretta verso la cresta erbosa del Monte Corvo. Una salita dura con pendenza importante che raggiunge spesso il 50% e che si protrae per circa tre ore, prima di raggiungere tratti più accessibili; ma non siamo ancora in vetta, ci sono ancora almeno 150 metri di dislivello da superare (ne abbiamo accumulati oltre 1000 finora). Comunque tra saliscendi più o meno accentuati, raggiungiamo la vetta. Il tempo sta cambiando, si è annuvolato, un vento freddo e fastidioso ci impedisce o per lo meno accorcia parecchio la meritata sosta, anche perchè le nuvole ostacolano la visuale e si aprono solo a tratti per mostrarci un panorama, che altrimenti sarebbe stato magnifico. Iniziamo a scendere per il bel sentiero tecnico tra rocce che mostra la parete a picco del versante Est; poi con un traverso su ghiaia, si raggiunge la sella erbosa del Monte Corvo. Qui mangiamo i nostri panini, anche se il vento non ci da tregua. Finita la sosta ci rimettiamo in cammino scendendo per la bellissima Val Chiarino. La temperatura sale con il calare del vento e si fa più gradevole. Scendiamo costeggiando il piccolo ruscello alimentato da diverse sorgenti, ruscello che diventerà il Fosso Chiarino. Ogni tanto sparisce inghiottito dal terreno per riapparire più a valle quasi dal nulla. Continuano le sorgenti che lo alimentano. Praticamente si scende seguendo spesso il letto del ruscello. Raggiuto lo Stazzo di Solagne, il sentiero diventa sterrata e la pendenza diminuisce. Arriviamo ad una fonte dove un branco di cavalli la fa da padrone e poco più avanti riprendiamo la sterrata dell'inizio che entra nella faggeta e ci riporta in breve alle auto.

Commenti

    You can or this trail