Tempo in movimento  5 ore 26 minuti

Tempo  8 ore 17 minuti

Coordinate 3892

Caricato 28 marzo 2018

Recorded marzo 2018

-
-
938 m
494 m
0
5,5
11
22,18 km

Visto 60 volte, scaricato 2 volte

vicino Clivo Formello, Lazio (Italia)

Il Maschio d’Ariano è un’altura di 891m facente parte del Monte Artemisio, e situato nel cerchio esterno dei Colli Albani. Sulla sua sommità, esisteva un antico Castello di epoca repubblicana del quale ora sono visibili solo alcuni ruderi. Tale castello è stato oggetto di molte lotte perché in un punto strategico da dove si controllava tutta la valle sottostante. Lungo questo percorso ad Anello di circa 22km si trovano anche la Fonte della Donzella con un area attrezzata per i PicNic, un particolare e affascinante canyon e alcune tombe dell’età del ferro, alcune anche molto ampie. Lungo il percorso, oltre la Fonte della Donzella troverete anche altre fonti ma tutte NON POTABILI perché inquinate dall’Arsenico, e questa cosa mi preoccupa tantissimo perché oltre al fatto che noi umani non la possiamo bere, sicuramente invece verrà bevuta dagli animali della foresta con tutte le conseguenze del caso :(
Ma veniamo al percorso, si lascia la macchina al punto (1) su uno slargo della Via dei Laghi (SP217), si percorrono circa 300m e si prende la strada sterrata detta “della Fontana Ferrari” che sale sulla sinistra (2). Purtroppo data l’ubicazione di questo sentiero che parte in un punto della statale non molto frequentato e dalla ignoranza della gente, vi troverete sicuramente rifiuti di ogni genere che per fortuna troverete solo in questi primi 100m del percorso. Al primo bivio tenete la Dx, mentre ai due bivi successivi (3)(4) tenete la Sx. Le due svolte successive si tiene invece la Dx (5)(6) fino ad arrivare alla prima vetta (7) del Monte Ferrari a quota 886m. Si continua quasi sempre in salita e al punto (8) si tiene la Dx per poi arrivare alla seconda vetta (9) del Monte Peschio a quota 939m. Si continua quindi ancora con un sali e scendi seguendo le indicazioni per il Maschio di Ariano (10) e per il percorso A1 (11)(12). Quindi si giunge all’ultima svolta a Sx (13) prima di arrivare ai primi resti del Castello di Ariano (14) dove è possibile vedere i resti della Chiesa di S. Silvestro con una serie di Info-Point e poco più avanti scrutando tra gli alberi (15) si ha una bella vista panoramica che ci permette di vedere anche il Monte Circeo. Continuando per pochi metri si arriva alle vere rovine del Castello di Ariano (16) ad un’area comoda dove abbiamo pranzato (17) e alla vetta del Maschio D’Ariano a quota 891m (18). Dopo una rilassante pausa di circa 45 minuti ci siamo rimessi in cammino, tornando indietro fino al punto (13) e girando a Sx dirigendoci verso la Necropoli (19)(20) dove è possibile vedere alcune grotte con ampie camere visitabili. Continuando sul percorso e girando a Sx al punto (21) siamo arrivati al bellissimo Canyon (22) molto corto in verità ma suggestivo. All’uscita dal Canyon, dopo pochi metri al punto (23) si scende su un piccolo raccordo molto ripido che si immette sulla sterrata sottostante. Pochi metri e si gira a Dx (24) per poi arrivare ad un’altra piccola Grotta (25). Proseguendo arriviamo al bivio (26) dove seguiamo le indicazioni per il percorso 523 per la Fonte della Donzella, raggiunta al punto (27) dove però l’acqua NON è potabile (come detto all’inizio) e dove è presente un piccolo presepe (28). Qui ci sono tavoli e panche per potersi riposare e fare un PicNic. Si prosegue seguendo il corso del fiumiciattolo in discesa (29) e dopo non molti metri si incontrano altre grotte (30). Arrivato al Km 9.8 dalla partenza si arriva alla Fonte della Donzelletta (31). Da qui in poi abbiamo seguito il percorso principale e più grande. Dal tracciato GPS si vede che intorno al Km 11 abbiamo provato a fare una deviazione scendendo a Sx per un piccolo sentiero che sulle mappe OSM veniva indicato come scorciatoia che si riuniva al percorso principale proseguendo dritto invece che a zig-zag. Purtroppo dopo vari tentativi di trovare la via siamo dovuti tornare indietro perché il sentiero scompare a causa della fitta vegetazione e dall’azione dei boscaioli che hanno lasciato molti tronchi sul sentiero facendolo scomparire. Riprendendo quindi la sterrata principale un po’ monotona, si arriva al punto (32) dove giriamo a Dx per seguire le indicazioni per il Rifugio Forestale e dove sono presenti tavoli da PicNic e una fontana ma sempre con acqua NON potabile. Da qui inizia una ripida salita (33) che dura per circa 1,5km e considerando che ce ne siamo già fatti 15 risulta veramente faticosa. Si giunge quindi al Rifugio Forestale dell’Artemisio (34) purtroppo chiuso ma con tavolino e panche per potersi riposare. Dopo meno di 1Km arriviamo ad un parcheggio di macchine lungo la sterrata (35) e proseguendo arriviamo all’ultima Fontana del Marcaccio (36) . Da qui altri 3km prima di ricongiungerci al percorso di andata e dopo altri 2km ritorniamo alle nostre macchine.
Devo dire che la parte più bella e interessante è quella fino alla Fonte della Donzella, al massimo scendendo fino alle Grotte (30) ma poi risalirei fino alla svolta fatta dopo il raccordo ripido (23) e girerei a Dx sulla via del Monte Artemisio 523 che porta direttamente al Rifugio Forestale facendo risparmiare circa 5km di strada che sinceramente non è ne panoramica ne interessante.
Il percorso è stato fatto il 25 Marzo del 2018 e lo considero Medio anche se può essere considerato Impegnativo se ci fosse del fango e per la lunghezza di circa 22km. Se però si fa la deviazione suggerita si può ridurre a circa 18km e quindi ancora più facile.
Ringrazio i miei compagni di trekking Marco, Chiara ed Elena e auguro buona passeggiata a tutti :)

Commenti

    You can or this trail