Tempo in movimento  4 ore 22 minuti

Tempo  6 ore 2 minuti

Coordinate 2745

Caricato 29 febbraio 2020

Registrato febbraio 2020

-
-
1.222 m
384 m
0
3,9
7,8
15,54 km

Visualizzato 12 volte, scaricato 0 volte

vicino a Guadagnolo, Lazio (Italia)

Percorso nato dalla fusione di due tracce, la prima quella di Ozujsko, mi serviva per arrivare sino al sentiero Kircher, la seconda di alexmoscow73 per intercettare il Fosso Scoccio e risalirlo. Gran bella escursione quindi, il primo tratto sino al Santuario della Mentorella molto semplice, una passeggiata fotografica praticamente, il sentiero Kircher (non adatto a tutti) molto stimolante. La seconda parte, quella dal monumento a Wojtyła sino alla macchina passando per il Fosso Scoccio molto impegnativo 700m di dislivello.
Partenza alle 7:00 all'altezza dell'attacco della Valle Sambuceta. Sono salito sul sentierino segnato con le lettere CNP sin sotto la falesia del Guadagnolo, molto bella, cosparsa di firme di chi l'ha scalata, e di chi purtroppo non ce l'ha fatta, poi nel paese ancora deserto sono salito sulla cima del Guadagnolo 1218m dove vi sono i ruderi della Chiesa di S.Giacomo e il Monumento invasivo a Gesù Redentore. Scendendo verso il cisternone ho fatto tutto il comodo sentiero verso il Monte Cerella 1203m, lungo il cammino numerosi tratti offrono panorami stupefacenti sulla catena dei Simbruini, gli Ernici e giù sino ai Lepini, sul lato opposto Roma, i monti Tiburtini e i Lucretili. Dal Cerella ho fatto un breve tratto con un ragazzo incontrato sul sentiero sino ad arrivare al bivio dell'Ara la Croce. Qui piegando a destra sono arrivato al Santuario della Mentorella, ancora deserto. Il Santuario è considerato come uno dei più antichi santuari mariani d'Europa, voluto secondo la leggenda da Costantino nel IV secolo, qui si convertì il tribuno romano S.Eustachio vissuto tra il I e il II secolo, la rupe è difatti dedicata a lui. Dopo l'abbandono dei frati benedettini che la acquisirono intorno al VI secolo sino al XV secolo, venne riscoperta dal gesuita Athanasius Kircher nel XVII secolo che ne diresse i restauri. Sulla rupe si trova la cappella dedicata a S.Eustachio, nel punto dove gli apparve Gesù e dove venne martorizzato. Nella grotta soggiornò S.Benedetto da Norcia prima di trasferirsi a Subiaco. Dopo aver visitato l'interno della Chiesa, la Grotta e la Scala Santa sono sceso sulla sinistra del Santuario per raggiungere il sentierino Kircher. Si tratta di un sentiero che conduce sullo sperone alle spalle del Santuario. Vi sono tre punti attrezzati, il primo subito in partenza, il secondo con una catena e il terzo con una scala. Ci voleva un pò di pepe su un percorso che fino ad adesso non presentava nessuna difficoltà. Per scendere a valle ho percorso il 502 Sentiero Karol Wojtyła. Semplice e veloce. Arrivato al monumento dedicato a papa Giovanni Paolo II ho continuato sulla strada cementata sino a valle. Quì qualche difficoltà l'ho avuta nell'intercettare il sentiero per il Fosso Scoccio. Infatti questo sentiero che si alterna ad una carrareccia sale affianco all'azienda agricola, sulla destra precisamente.
Dopo un 20 di minuti sulla destra, senza nessuna indicazione parte il Fosso Scoccio. Il sentiero inizialmente non l'ho trovato, sono salito risalendo il fosso, poi ho cercato una via più comoda e alla fine ho trovato il tracciato, infatti si tratta di un vecchio sentiero segnato con palline arancioni. Tutto questo tratto mette le gambe e la pazienza a dura prova, ci si arrampica su rocce coperte di muschio, si sale su tratti scivolosi, ci si aiuta con tronchi fradici che si sbriciolano sotto il peso, si affoda tra fogliame decomposto. Alla fine il sentiero diviene più evidente e meno impegnativo, si giunge alla cabina dell'Enel e sulla sinistra parte la carrareccia per la Valle Sambuceta, prendetela il prima possibile senza seguire più i bollini, altrimenti si rischia di allontanarsi dal punto di arrivo ed essere costretti a impegnative deviazioni tra rovi e arbusti per ricongiungersi alla carrareccia. Per finire si sale con le gambe oramai al capolinea sino alla macchina.
N.B. Sotto la falesia del Guadagnolo il segnale gps si è perso accumulando 1km circa sul tracciato. Quindi anzichè 15,5 km il percorso ne conta 15 km.
Ho faticato a trovare il sentiero per il Fosso nella propietà dell'azienda agricola. Prendere subito a destra finita la strada cementata.
Tenete d'occhio i bolli sul Fosso Scoccio, è facile prendere deviazioni errate.
parcheggio

Valle Sambuceta

Waypoint

Sentiero CNP

Grotta

Grotta della Scrofa e faesia

fotografia

Monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale

picco

Monte Guadagnolo 1218m. Monumento a Gesù Redentoere e ruderi Chiesa di S.Giacomo

Waypoint

Cartello sbiadito al cisternone

picco

Monte Cerella 1203m

Waypoint

Ara di Croce a destra per il Santuerio della Mentorella

Waypoint

Sosta Macchia delle Meridiane

Waypoint

Indicazioni

Waypoint

Sentiero 502 K.Wojtyła

Religinė architektūra

Santuario della Mentorella

fotografia

Scala Sacra e Grotta di S.Benedetto

Waypoint

Per il sentiero Kircher

fotografia

Sentiero Kircher

picco

Rupe, fine sentiero Kircher

Intersezione

Bivio 501 - 502

Fiume

Corso d'acqua

Waypoint

Fine sentiero 502

Waypoint

Monumento a Papa Giovanni Paolo II

Waypoint

Svola a destra e costeggiare la rete metallica sino al sentiero

Waypoint

Girare a destra

Waypoint

Fosso Scoccio prendere a destra

Waypoint

Palline arancioni segnaletica sentiero

Waypoint

Bolli CAI girare a sinistra verso la cabina dell'Enel per la carrareccia

Commenti

    Puoi o a questo percorso