-
-
665 m
403 m
0
2,1
4,2
8,42 km

Visto 251 volte, scaricato 6 volte

vicino Trensasco, Liguria (Italia)

UN PANORAMA DA NON PERDERE – La costante di questo semplice trekking è una visuale a 360° sulla città, che comincia prima di imboccare il sentiero, appena lasciata l’auto (a sinistra il porto e la Lanterna, a destra la vallata) e vi accompagnerà durante l’escursione, questa volta tramite colline e verdi pendii, fiori gialli, fuxsia e bianchi, file di case in lontananza, lo stadio a portata di zoom, seguendo il corso del Bisagno fino al mare e poi allontanandosi ancora, verso la Riviera di Levante.

TREKKING Dal percorso che conduce da Forte Sperone a Forte Diamante, passando per Forte Puin e scorgendo Forte Fratello Minore. A questo itinerario ci si riferisce anche con il nome di “giro dei forti di Ponente”.
Il percorso. Si snoda lungo la strada “a costa”: alla vostra sinistra si trovano le colline su cui si ergono le fortificazioni, mentre a destra la valle in cui è ben visibile il tracciato della ferrovia del Trenino di Casella e un bellissimo panorama sulla città, che abbraccia la linea costiera e nelle giornate di pieno sole permette di arrivare con lo sguardo sino a Portofino.
La strada è una sterrata piuttosto ampia nel tratto iniziale, che nella parte finale sale a sinistra verso monte attraverso un sentiero più stretto e inerpicato nel bosco, che conduce a Forte Diamante. Il percorso ha una durata di circa 3-4 ore.
FORTE SPERONE – Il primo forte che incontrerete è Forte Sperone, situato all’inizio delle cosiddette “mura nuove”, risalenti al 1630. Oggi il forte non è visitabile, ma lo si può ammirare in tutta la sua imponenza esternamente. Il suo nome deriva dalla particolare forma del bastione angolare, che ricorda vagamente la prua di una nave. Si tratta di una fortificazione ottocentesca, che ha ben conservato il suo rigore militare. Proseguendo la passeggiata, la lascerete alle vostre spalle sino a farla scomparire dietro il pendio.
FORTE PUIN – Si erge metà strada tra Forte Sperone e Forte Diamante con la sua massiccia torre quadrata, che costituisce il corpo centrale attorno al quale corrono le mura. Nei pressi del forte oggi si trova il ristorante “Ostaja de Baracche”. Forte Puin fu costruito nel 1815, per riempire il “vuoto” tra Forte Sperone e Forte Diamante, in modo da assicurare maggiore protezione alla città. Anch’esso non è visitabile, ma dal sentiero si possono scattare delle belle foto.
FORTE FRATELLO MINORE – La sua sagoma si scorge da Forte Diamante, dal quale è possibile raggiungerlo con una deviazione verso l’interno della vallata. Esso domina la Valpolcevera e le sue rovine possono essere visitate liberamente.
FORTE DIAMANTE – E’ il culmine dell’escursione e colpisce sia per la sua struttura, sia per la posizione panoramica in cui è ubicato. Si trova su un’altura che domina la Val Polcevera e la Val Bisagno, con vista aperta sulla città e sulla costa, che nelle giornate terse si vede nitidamente fino a Portofino. Il suo suggestivo nome è dovuto al monte su cui si erge. E’ caratterizzato da un terrapieno pentagonale al cui interno si trova quella che un tempo era la caserma a tre piani.
Passeggiando liberamente all’interno dei resti del forte, godetevi anche la vista su Forte Puin e Forte Fratello Minore, che sembrano minuscoli vista la distanza ma si scorgono nitidamente.

Commenti

    You can or this trail