Tempo  un giorno 15 minuti

Coordinate 2154

Caricato 29 ottobre 2015

Recorded novembre 2011

-
-
1.968 m
-27 m
0
4,2
8,4
16,76 km

Visto 1384 volte, scaricato 57 volte

vicino Civita, Lazio (Italia)

Escursione svolta nel 2011.......Da Collepardo si prende la strada che porta alla Certosa di Trisulti, qui troviamo un ampio parcheggio ed una fontana per fare rifornimento d'acqua (unica fonte in tutto il percorso). Tutto il percorso è ben segnalato prendere il sentiero n. 607 che entra nella meravigliosa faggeta dove si raggiunge la sella di Vado di Porca. Posto molto panoramico, un balcone roccioso dove si vede nella sua grandezza il complesso della Certosa. Si continua tra Monte Porca e Colle del Vomero, quindi verso nord-ovest, risalendo il Vallone della Barca, fino a Sella Faito. Si costeggiano, poi le pendici sud di Monte Fanfilli fino alla sella che lo divide da Monte la Monna. Da qui in breve si arriva in vetta. Per il ritorno si ripercorre lo stesso sentiero, con una piccola deviazione, dalla sella Faito si risale il crinale nord del monte Rotonaria e seguendo il sentiero sempre molto evidente si arriva fino alla vetta del Rotonaria. Si ritorna al bivo e prendiamo il sentiero n.608 che ci permetterà di compiere un anello ritornando alla Certosa dei Trisulti che merita sicuramente una visita soprattutto la farmacia.
Immersa nel verde di secolari foreste si adagia questa celebre e maestosa Certosa, fondata nel 1204 per volontà di Papa Innocenzo III e affidata, dal 1208, ai monaci Certosini (da cui il nome "Certosa"). Nel 1947 essi furono sostituiti dagli attuali monaci Cistercensi della Congregazione di Casamari. Al suo interno è possibile visitare la Chiesa con pregevoli opere d'arte e l'antica Farmacia del XVII sec. La Certosa è Monumento Nazionale e custodisce anche una ricca Biblioteca Statale con 25.000 volumi.
Monte la Monna 1952m
la Croce di Rotonaria (m 1744), da dove si può osservare un eccezionale panorama. Nelle giornate limpide, infatti, verso Sud, si vedono addirittura il Circeo e le Isole Pontine. Si può dire però che la Rotonaria sia il balcone della Valle del fiume Cosa, con lo sguardo che spazia sulle valli del Liri e del Sacco delimitate dalla quinta dei monti Lepini e degli Aurunci e va lontano fino ai monti Prenestini e i Colli Albani.

Commenti

    You can or this trail