Tempo  3 ore 53 minuti

Coordinate 1288

Caricato 29 agosto 2019

Recorded agosto 2019

-
-
1.883 m
1.353 m
0
3,2
6,4
12,83 km

Visto 22 volte, scaricato 1 volte

vicino Serretto, Toscana (Italia)

Giornata con previsioni del tempo che non auguravano niente di buono: previsti temporali nella tarda mattinata. Partenza dalla Val di Luce, raggiungibile da Pistoia dopo aver superato il valico dell'Abetone, in località Faidello curvare a sx per la stazione sciistica. Ci fermiamo in località Casa Coppi dove lasciamo l'auto. Imbocchiamo sulla destra la cosiddetta via del Duca, ampia carrareccia che proprio nel 2019 compie 200 anni dalla sua costruzione. Voluta della duchessa di Lucca Maria Luisa di Borbone, con l’accordo di Francesco IV, duca di Modena è la strada che univa Lucca al nord Italia. Vi consiglio di visitare questo sito: http://www.ilviaggiatore-magazine.it/luoghi-viaggi/storia-strada/ per approfondimenti.
Dopo circa un chilometro e mezzo, superato un cippo commemorativo a Marretti Alfio (sulla dx), arriviamo ad un incrocio, prima del quale ha inizio, sulla sinistra, il sentiero che ci porta al Balzo delle Rose (cai 515 A). Il bosco si apre e attraversiamo vegetazione bassa, pini mughi, e mirtillai.
Come da previsioni inizia a piovigginare. Il cielo verso la Toscana però è ancora sgombro da nubi e questo mi spinge a continuare. Il panorama permette di spaziare dai monti del modenese, Rondinaio, Cimone, fino a quelli del versante toscano. Supero il Balzo delle Rose, e i suo macerati. Avvicinandomi alla testata della val di Luce mi trovo ad osservare la valle da una prospettiva a me nuova. A dir la verità rimango sorpreso, perché non è una vallata che normalmente apprezzo molto. Invece il tutto riesce a trasmettermi una sensazione di serenità. Probabilmente influisce il fatto che sono praticamente solo per l'arco di qualche chilometro!! Per fortuna il tempo regge e pioviggina solo a tratti. Proseguo con sali e scendi sul crinale (meritevole) fino a raggiungere l'ex rifugio del Passo di Annibale. Qui mi balena l'idea di salire sulla cima della Femminamorta fino a 1878 m slm. Nel frattempo il tempo sembra virare al brutto e allora allungo il passo evitando di fare l'ascesa dell'Alpe tre Potenze come era nelle mie intenzioni...i fulmini non sono di mio gradimento. Scendo dal crinale in corrispondenza dell''arrivo della seggiovia del lago Piatto. Sorpresa!....mi accoglie una bellissima marmotta che fugge via con il suo codone rimbalzante. Arrivo all'incrocio dei sentieri che portano al lago Nero e l'Alpe Tre Potenze. Prendo a sx lo 00 per i Denti della Vecchia e supero il Passo della Vecchia. All'incrocio successivo per Monte Fariola mantengo la dx. Percorso agevole con un solo passaggio dove prestare attenzione. Siamo in vista del Monte Gomito. Poche centinaia di metri e siamo in vetta. L'ovovia è in funzione, e il ronzio dell'impianto, purtroppo, riempie l'aria. Mi dirigo verso la Croce. Da lì il sentiero Cai 503 scende gradualmente mantenendo il crinale. Ad un tratto c'è un passaggio da favola. Il sentiero attraversa un arco naturale fatto dai rami dei faggi, forma una finestra circolare con una vista che sembra uscita da un film di Walt Disney (vedi foto). Proseguo e giungo all'arrivo della seggiovia del Pullicchio. La superiamo sulla destra e per un tratto seguiamo la pista. L'abbandoniamo mantenendo la sx. I faggi costeggiano lo stradello fino a raggiungere un bivio. Imbocchiamo il sentiero sulla sx, 501 CAI, che riporta l'indicazione Val di Luce. Ci imbattiamo in una pietraia molto estesa e poco dopo, seguendo la traccia gps, abbandoniamo il sentiero e scendiamo a dx ripidamente per una settantina di metri, ricongiungendosi con una strada di taglio bosco che ci porta direttamente a Casa Coppi. Qui chiudiamo il nostro anello.
Non mi rimane altro che auguravi una buona passeggiata e come al solito vi ricordo: meglio trascorrere un'ora nella natura che dieci in palestra.
Alla prossima!

Commenti

    You can or this trail