moscone

Tempo  6 ore 59 minuti

Coordinate 2034

Uploaded 12 febbraio 2017

Recorded gennaio 2017

-
-
657 m
16 m
0
5,4
11
21,45 km

Visto 705 volte, scaricato 18 volte

vicino Proffiano, Liguria (Italia)

Non li ho contati, ma i scalini di questo trek sono veramente tanti.
Questo anello tocca le seguenti principali località: LA SPEZIA - SANT'ANNA - COZZANO - CASTE' - PORCALE SUPERIORE - MONTE DUE FRATELLI - CODEGLIA - CARPENA - BIASSA.
Lasciato lo scooter si affronta la prima scalinata della giornata del 521 che ci porterà ad attraversare le località di Sant'Anna e Cozzano fino al borgo di Castà, che raggiungeremo dopo circa 90 minuti di camminata tranquilla. Non appena superato Castè si abbandona il 501 per il 566 che seguiremo per circa 400 metri fino all'innesto con il sentiero 566c Porcale-Quaratica. Questo tratto del sentiero è caratterizzato dal "Fosso di Codeglia", un ricchissimo bosco di querce ed un altrettanto ricco sottobosco che nasconde varie specie animali, alcune delle quali purtroppo a rischio di estinzione. Raggiunto e superato Porcale Superiore, dopo circa 2 Km di sentiero veramente tranquillo e con un andamento pressoché pianeggiante ci ritroviamo di fronte all'abitato di Quaratica che potremo scorgere aldilà di un canalone. E' arrivato il momento di lasciare il 566 per incamminarci a sinistra sul sentiero 502 che ci condurrà con una bella salita fino alla Sella Casao. Dalla Sella Casao si stacca il 567 che dalla cima dei Monti due Fratelli, ci porterà dritti dritti fino al borgo di Codeglia. Ora si deve obbligatoriamente percorrere un lungo tratto di strada asfaltata che con una bella salita ci porterà fino al Rifugio Paradiso dopo aver superato l'abitato di Canepa. Il sentiero 523 si trova proprio sul fianco sinistro del rifugio. Questo è un sentiero di circa 500 metri, molto mal messo, con scarsa segnaletica e, a causa dei numerosi alberi abbattuti dalle intemperie, di difficile percorrenza. Il 523 è l'unico tratto dell'intero anello dove è necessario porre la massima attenzione. Finalmente dopo una difficile discesa ci ritroviamo sul sentiero 520 che conduce fino al paese di Biassa. La mia pianificazione prevedeva di percorrere un sentiero che mi avrebbe dovuto condurre direttamente sul sentiero dell'AVG che mi avrebbe riportato verso il santuario della Madonna della Guardia. Purtroppo non avendo trovato vie percorribili son dovuto scendere fino a Biassa da dove il sentiero si innesta. Il tratto dell'AVG che ci porta alla Madonna della Guardia è un bellissimo e ben tenuto sentiero, con alcuni passaggi da fare con attenzione e molto panoramico nel tratto finale..
Al santuario della Madonna della Guardia siamo ormai quasi alla fine dell'escursione. Non ci resta che scendere fino in città e recuperare lo scooter per tornare a casa.
Infine due dati sulla escursione:
Circa 21 Km di cammino per un quota accumulata di circa 1100 mt, percorsi in circa 7 ore.

Buona montagna a tutti!
  • Foto di Castè
  • Foto di Castè
  • Foto di Castè
L'abitato di Castè è una delle frazioni più antiche del territorio ed è collegata alla medioevale Podesteria di Carpena, che dopo un tremendo assedio, fu distrutta dai Genovesi nel 1300. Sulla sommità del paese è presente una piccola grotta: si tratta di una cavità calcarea ricca di concrezioni ed elementi faunistici come i geotritoni.
  • Foto di Antico ponte nel Fosso di Codeglia
  • Foto di Antico ponte nel Fosso di Codeglia
  • Foto di Antico ponte nel Fosso di Codeglia
  • Foto di Antico ponte nel Fosso di Codeglia
  • Foto di Antico ponte nel Fosso di Codeglia
  • Foto di Antico ponte nel Fosso di Codeglia
Il Fosso di Codeglia è dominato da carpini e diverse querce ed è ricco di presenze interessanti come la notevole ma innocua natrice
  • Foto di Rifugio Paradiso
  • Foto di Santuario Madonna della Guardia
  • Foto di Santuario Madonna della Guardia
  • Foto di Finestra su Spezia
  • Foto di Finestra su Spezia
  • Foto di Finestra su Spezia

Commenti

    You can or this trail