Scarica

Distanza

16,52 km

Dislivello positivo

910 m

Difficoltà tecnica

Facile

Dislivello negativo

910 m

Altitudine massima

1.201 m

Trailrank

36

Altitudine minima

674 m

Tipo di percorso

Anello
  • Foto di An. di Corezzo (Parco Foreste Casentinesi)
  • Foto di An. di Corezzo (Parco Foreste Casentinesi)
  • Foto di An. di Corezzo (Parco Foreste Casentinesi)

Tempo

7 ore 8 minuti

Coordinate

1697

Caricato

11 giugno 2015

Registrato

giugno 2015
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
1.201 m
674 m
16,52 km

Visualizzato 1199 volte, scaricato 48 volte

vicino a Corezzo, Toscana (Italia)

Effettuata il: 10-6-15
Mappa usata: Parco Naz.le Foreste Casent. M. Falterona e Campigna 1:25.000 SELCA
Part. e arrivo: Corezzo, 6 km da Badia Prataglia (AR)
Perc. Auto da Fir.: Passo della Consuma, Ponte a Poppi, Soci, Badia Prataglia
Percorso tipo: E
Dati GPS rilevati: ore 7 km 16,0 disl. m 955
DESCRIZIONE
Corezzo dista da Badia Prataglia circa 6 km. Parcheggiata la macchina nei pressi della Chiesa e della scuola, abbiamo imboccato, poco più avanti, il sent. 59 in discesa tra campi purtroppo abbandonati. La percorribilità come la segnaletica è stata buona, comunque, per tutto il percorso. Oltrepassato l’abitato di Serra di Sotto arriviamo in breve a Serra di Sopra, bel borgo con una buona ristrutturazione. Un km circa più avanti troviamo un caratteristico tabernacolo in pietra a ricordo del passaggio di pellegrini tedeschi diretti a Roma per l’Anno Santo del 2000. Il percorso odierno, infatti, si svolge in gran parte sulla via Romea Germanica (molto ben segnalata).
Più avanti ci aspetta una bella salita che ci porta prima all’incrocio col sent. 00 (dove torneremo più tardi- m 1104, ma sul luogo per errore hanno segnato 1704)), e poi al Passo Serra (m 1150). Da qui (sent. 177) inizia una ripida discesa (che poi dovremo rifare in salita) che ci porta in un paesaggio da sogno sul passo dei Mandrioli e tutte le vette circostanti dell’Appennino Romagnolo.
Bellissime le vedute su vette e pareti formate da pietra friabile tipo galestro. Qui un cartello avverte che questo breve tratto è difficoltoso in caso di pioggia o terreno bagnato, ed indica un sentiero 177/A alternativo per evitarlo. Peccato che di questo sentiero non siamo riusciti a trovarne traccia. Nel nostro caso, comunque, data la bella giornata assolata, non ce ne è stato bisogno.
Oltrepassato questo tratto in cui bisogna fare maggiore attenzione del solito, arriviamo in breve alla nostra meta, che è la località denominata Nasseto. E’ questo un villaggio non più abitato, ma che è stato sottoposto ad un ottimo intervento conservativo. Addentrantoci tra le case abbiamo scoperto l’esistenza di un bivacco molto ben tenuto ed attrezzato, aperto a tutti, in cui abbiamo potuto comodamente consumare uno spuntino. Vi è la possibilità sia di accendere il fuoco che di cucinare.
Dopo essersi rifocillati, siamo ritornati sui nostri passi al Passo Serra e all’incrocio dei sentieri 59 e 00. Da qui abbiamo continuato l’anello verso destra, cioè verso il passo dei Mandrioli che però non abbiamo raggiunto. All’incrocio dello 00 col 56 abbiamo preso quest’ultimo in discesa verso il Poggio Magiovanna (m 1211), Poggio del Raggio (m1031), Poggio Valle (m 1075) e siamo ritornati a Corezzo.
Waypoint

COREZZO

Waypoint

PONTE

Waypoint

CHIESA

Waypoint

SERRA

Waypoint

TABERNACOLO

Waypoint

177-117A-181

Waypoint

NASSETO

Waypoint

SERRA DI SOTTO 712

Waypoint

PSO SERRA 1150

Waypoint

INCR 00-56

Waypoint

PGIO DEL RAGGIO 1091

Waypoint

PGIO VALLE 1075

Commenti

    Puoi o a questo percorso