Tempo  6 ore 51 minuti

Coordinate 1697

Uploaded 17 agosto 2018

Recorded agosto 2018

-
-
2.119 m
1.511 m
0
2,8
5,6
11,17 km

Visto 122 volte, scaricato 1 volte

vicino Cusio, Lombardia (Italia)

Un giro ad anello molto bello ai laghi di Ponteranica.

Il giro comincia dai piani del monte Avaro (1700 m. s.l.m.) sentiero CAI 109 e finisce in località Sciocc (1514 m s.l.m.) con il sentiero CAI 108.

Avendo a disposizione due auto, abbiamo preventivamente lasciato una delle due macchine alla fine del percorso, in modo da evitare la salita su strada asfaltata che riporta al punto di partenza.

I piani del monte Avaro si trovano alla fine di via della Maddalena del paesino di Cusio. Poco dopo essere usciti dal paese, ci viene richiesto il pagamento di un ticket giornaliero di 2€. Preso il biglietto, si prosegue sino a che la strada asfaltata non finisce.

Il sentiero 109 comincia con una mulattiera sino a raggiungere il bivio con il 109A (1811 m s.l.m), da qui la salita si fa molto più ripida e dura. Il paesaggio è bellissimo, si è completamente immersi nel verde in pratoni enormi circondati da monti di 2000 metri che sembrano sorvegliare la vallata.

Dopo una ripidissima salita il 109 si innesta nel 101, qui siamo già a 2060 m s.l.m. Al crocevia, purtroppo, i pannelli non indicano esplicitamente i laghi. Bisogna seguire il 101 in direzione Cà San Marco.

Il 101/109 sale ancora un po' verso un piccola crestina ma poi resta praticamente in quota e dopo circa 10 minuti si è nuovamente al bivio, questa volta ben segnalato, con i laghi di Ponteranica. Il tabellone indica 15 minuti.

Durante questi 15 minuti si ha l'impressione che i laghi non esistano, a sinistra si vede il monte Triomen e a destra sempre questi bellissimi pratoni verdi. Si è spinti a pensare che, forse, alla fine i laghi siano vuoti d'acqua e siano proprio sotto questi pratoni. Ma non è così! Giunti ad un altro bivio con un sentiero che porta sempre a Cà San Marco, in fondo si vede una piccola salitina e ci si da un'ultima speranza. La speranza è ben riposta, giunti in cima alla salita, infatti, si vede il primo laghetto, pieno di pesci!!!

A questo punto il tutto diventa più chiaro, il sentiero porta verso un'altra salita e si è sicuri che andando lassù ci si troverà di fronte al secondo laghetto. Ed è così!

Dai laghi, è ben evidente un sentiero che sale verso il monte Triomen e riscende sul 101. I membri del gruppo, tuttavia, sono spaventati dal fatto che il sentiero non sia segnato e, soprattutto, dalla salita iniziale. Si decide quindi di ritornare sui nostri passi sino a raggiungere il punto in cui il 109 si è innestato nel 101. Questa volta, si prosegue sul 101 in direzione Rifugio Benigni.

Il sentiero segue prevalemente in piano e dopo poco si giunge al crocevia con il 109A, che dai piani dell'Avaro arriva sino a qui passando accanto al monte omonimo. Prima di giungere al bivio, notiamo qualcosa che spunta dal terreno e, "zoomando" con gli occhi, ci accorgiamo che, dopo averle sentite fischiare per tutto il giorno, abbiamo finalmente visto una marmotta! Proprio come nell'immaginario infantile, la marmotta è lì, con la testa che spunta dal terreno e si guarda attorno, la piccola sentinella della montagna. Non facciamo in tempo a fotografarla che questa è già scappata via. La gente che incontriamo ci rassicura che da questo momento non sarà difficile trovarne altre, ed infatti sarà così!

Il tratto del 101 che dal bivio con il 109A porta al passo di Salmurano è veramente variegato. Discesa, salita, sentiero di cresta. Veramente lungo, bello e interessante.

Dal passo di Salmurano non resta che scendere verso località Sciocc, seguendo i sentieri 107/108 che per un bel tratto sono un tutt'uno. I sentieri seguono insieme sino a foce San Carlo, una fonte d'acqua ben visibile e ben segnalata. Poco dopo, i due sentieri si separano e si prosegue con il108 che, prima passa in località Casera Valletto (è possibile acquistare formaggi freschi) e poi, dopo circa 20 minuti, porta finalmente in località Sciocc, e quindi alla fine del nostro giro!

Commenti

    You can or this trail