Tempo  4 ore 56 minuti

Coordinate 85

Caricato 23 maggio 2020

Registrato maggio 2020

-
-
1.529 m
940 m
0
1,1
2,2
4,47 km

Visualizzato 104 volte, scaricato 6 volte

vicino a Gorfigliano, Toscana (Italia)

Era un po’ di tempo che avevo in mente di andare sulla Cima della Mirandola e quando l’amico Giorgio Perna me lo ha proposto ho subito accettato.
La cima della Mirandola è un’ elevazione che fa parte della cresta Nord – Est del Monte Pisanino ed è giustamente considerata come un monte indipendente .
L’escursione non è impegnativa né fisicamente nè tecnicamente ma offre vedute spettacolari sul versante Nord Est del Pisanino quello cioè che si affaccia sul lago di Gramolazzo…una zona selvaggia e poco conosciuta.
Un giro breve che però mi ha dato un paio di nuovi spunti di salita alternativi al Pisanino da questo versante che presto metterò in cantiere.
La partenza è dalla località “Pianellaccio” che si raggiunge seguendo le indicazioni per la “chiesa vecchia” da Gorfigliano… prima di arrivare al parcheggio di essa si prende a sinistra uno sterrato che porta a questa località (non ci sono indicazioni).
Siccome dal parcheggio della chiesa vecchia parte un sentiero che arriva al “Pianellaccio” consiglio di non arrivarci direttamente con l’auto perché il fondo stradale è pessimo e non adatto ad auto che non siano fuoristrada o 4X4…è vero che partendo dalla chiesa siamo 200 metri più in basso ma è meglio non rischiare di rompere le sospensioni dell’auto!.
Dal “Pianellaccio” percorso un breve tratto di strada si prende a destra un sentiero non segnato ma ben visibile che sale nel bosco.
Arrivati ad una selletta che separa la cresta della Mirandola al Monte Calamaio, anziché andare a sinistra seguendo il sentiero che condurrebbe a questo monte, lo si lascia e si inizia a risalire a vista il crinale cercando di rimanere sul filo.
Inizialmente la cresta della Mirandola è piuttosto definibile come un crinale boscoso che successivamente diventa più aperto caratterizzato da roccette e paleo.
Man mano che si procede aumenta la ripidezza e dopo aver attraversato un altro breve tratto boscoso la vista si apre sull’ antecima che andrà raggiunta….non ci sono segni di passaggio e neppure indicazioni ma la traiettoria da seguire è intuitiva…intanto sulla sinistra (verso la valle di Arnetola) la parete si fa sempre più verticale ed esposta.
Senza speciali difficoltà si raggiunge la base dell’antecima che si sale seguendo il filo in facile arrampicata su rocce abbastanza stabili…il grado di difficoltà non supera mai il 1+.
Raggiunta la sommità dell’antecima (presente ometto in pietra) la cresta da seguire e la cima della Mirandola sono perfettamente visibili; la cresta è molto aerea ma sufficientemente larga per sentirsi sicuri…molto esposta a sinistra mentre a destra lo è molto meno ed è caratterizzata da un pendio di paleo misto roccette molto ripido e boscoso nella parte bassa.
Seguendo il filo di cresta si raggiunge la cima della Mirandola nuovamente arrampicando senza difficoltà trovandosi così a 1566 metri d’altezza.
La vista sul torrione che è di poco staccato dalla cima, della successiva quota 1600 e del Pisanino è eccezionale così come è la veduta del Monte Cavallo e delle altre cime apuane.
Bisogna ora scendere dalla cima quindi si procede per altri 30 metri circa e prima di arrivare ad alcuni piccoli risalti rocciosi si deve scendere dal versante a destra, l’unico possibile.
Da alcune relazioni si vede che da questo punto in diversi hanno scelto di calarsi in corda doppia utilizzando come sosta un masso li presente e proprio per questo motivo mi ero portato una corda e il materiale per realizzare la sosta.
Ci siamo però resi subito conto che abbiamo portato tutto questo peso in più per nulla in quanto, osservando bene, è possibile scendere sfruttando la struttura stessa della montagna caratterizzata da questo lato da balze rocciose intervallate da cenge erbose.
Quindi abbiamo piegato verso destra e percorso un tratto per ritrovarsi una quindicina di metri sotto la cima della Mirandola e abbiamo proseguito scendendo senza difficoltà puntando ad un gruppo di alberi dopo di che abbiamo seguito verso sinistra un'altra lingua di erba misto roccette per poi arrivare ad un ravaneto poco prima del torrione isolato (ho inserito una foto nella quale ho evidenziato l’esatto tragitto di discesa che abbiamo seguito) .
Arrivati quindi nella vallata sottostante siamo scesi mantenendo la destra rispetto al ravaneto in quanto più facilmente percorribile e abbiamo raggiunto un altro gruppetto di alberi e successivamente dei resti di ruderi che si vedono pure quando siamo sulla cresta.
Raggiunti i ruderi si entra a sinistra nel bosco di faggi e si scende senza difficoltà senza tenere una via obbligata…durante la discesa abbiamo notato la presenza di alcuni (pochi) ometti in pietra ma non li abbiamo presi in considerazione in quanto andavano troppo a sinistra allontanandoci inutilmente dal punto di partenza.
Dopo aver incontrato una caratteristica cavità carsica ci siamo ritrovati su un dosso sempre boscoso e ne abbiamo seguito il filo fino a trovare una strada sterrata ormai abbandonata invasa da alberi caduti.
Siamo andati quindi verso destra e l’abbiamo percorsa per circa 50 metri finchè essa non scompare dopo di che abbiamo piegato a sinistra trovando un sentiero poco visibile che attraversa un area delimitata (solo all’inizio) da un recinto di filo spinato rotto superata la quale siamo rientrati nella sterrata che porta al Pianellaccio e percorsi circa 400 metri siamo tornati al punto di partenza.
Il tempo di percorrenza per questa escursione non supera le 4 ore...noi ci abbiamo messo di più perchè fra foto e una chiaccherata e l'altra ce la siamo presa molto comoda!.
Giro molto bello reso ancora più bello dalla compagnia di Giorgio.
Waypoint

inizio cresta della Mirandola

Waypoint

Sulla cresta della Mirandola

Waypoint

cresta della Mirandola

Waypoint

Sulla cresta della Mirandola

Waypoint

Sulla cresta della Mirandola

Waypoint

Antecima della Mirandola

Waypoint

Sulla cresta della Mirandola

Waypoint

Sulla cresta della Mirandola

Waypoint

Cima della Mirandola

Waypoint

Discesa dalla cima

Waypoint

Discesa dalla cima

Waypoint

Discesa dalla cima

Waypoint

vallata

Waypoint

vallata

Waypoint

vallata

Waypoint

Ruderi

Waypoint

Nel bosco

Waypoint

cavità

Waypoint

sterrata abbandonata

Waypoint

Innesto sentiero nella sterrata

Commenti

    Puoi o a questo percorso