Difficoltà tecnica   Facile

Coordinate 1200

Uploaded 13 maggio 2015

Recorded maggio 2015

-
-
1.225 m
427 m
0
2,9
5,9
11,78 km

Visto 1232 volte, scaricato 34 volte

vicino Casoli, Toscana (Italia)

Itinerario ad anello sopra il camaiorese, che attraversa scenari unici in Apuane, caratterizzati da ampi crinali erbosi.
Una volta raggiunto Casoli in auto, si prosegue per un paio di curve costeggiando delle baracche di lamiere e si giunge ad uno spiazzo sulla destra, in corrispondenza del quale scende una ripida strada asfaltata. Qui si parcheggia e si scende a piedi, imboccando cosi il setiero CAI 2-112. Giunti alla prima curva a destra dello sterrato, lo si abbandona prendendo il sentiero pianeggiante che prosegue a sinistra, costeggiando alcune case. In pochi minuti si giunge ad una marginetta, in corrispondenza della quale si stacca e sale a sinistra il sentiero CAI 2, dal quale scenderemo al ritorno. Proseguiamo cosi tenendo la destra, lungo il sentiero CAI 112, che risale il canalone del Rio Lombricese attraverso una lunga serie di tornanti che ci portano fino a quota 910 metri circa, alla Focetta di Sav Vincenzo, punto di raccordo di diversi sentieri. Da qui possiamo godere già di un bel panorama sul Prana e sulla valle del camaiorese. Proseguiamo dunque a sinistra lungo il sentiero CAI 101, proveniente da Lucese, e in pochi minuti raggiungiamo la chiesetta semi-diroccata di Campo all'Orzo. Proseguiamo sempre lungo il sentiero 101 finchè non incontriamo un' ampia traccia che scende nel bosco sulla destra, in direzione di diverse casette sottostanti. La imbocchiamo scendendo per poi percorrere un tratto pianeggiante e infine salire nuovamente su un pendio privo di alberi. Arrivati in corrispondenza di una casettina, il sentiero diviene molto meno marcato e sale a sinistra, attraversando un prato e si ricongiunge dopo pochi metri al sentiero CAI 103, in corrispondenza di una focettina dalla quale si diramano diverse traccie. Noi si segue quella non segnata che sale nel bosco ed entra in una piccola pinetina. Attraversata quest'ultima ci ritroviamo a percorrere il crinale di una collinetta, al di là della quale si vede ormai vicina la vetta del Piglione. A questo punto si segue il sentiero che risale dolcemente traversando il ripido crinale del Piglione e ci porta ad un passo che divide la cima nord da quella sud della montagna. Qui si gira a sinistra e si segue tutto il filo della cresta fino a giungere in poco tempo in vetta, segnata da un bastone incastonato in un cumulo di sassi.
Per la discesa noi ci siamo risparmiati di tornare fino alla foce, e nuovamente indietro, tagliando giù per il crinale nei punti in cui era meno ripido e privo di rocce, e nel giro di pochi minuti eravamo sul sentiero alla base del crinale. Scendiamo cosi fino a tornare alla focetta subito dopo la pinetina. Qui prendiamo a destra, lungo in sentiero CAI 103 che in 10 minuti ci porta alla Foce del Termine. A questo punto imbocchiamo a sinistra il sentiero CAI 2 che discende nel canale ed entra nel bosco dove, dopo una serie interminabile di tornanti, si ricongiunge al sentiero CAI 112 in corrispondenza della marginetta notata all'andata. Proseguiamo quindi lungo il sentiero pianeggiante, e risalendo infine gli ultimi metri di asfaltata risiamo allo spiazzo dove abbiamo lasciato la macchina.
  • Foto di Callare tra Piglione Nord e Piglione Sud
Callare tra Piglione Nord e Piglione Sud
  • Foto di Campo all'Orzo
Campo all'Orzo
  • Foto di Foce del Termine
Foce del Termine
  • Foto di Vetta Piglione
Vetta Piglione

Commenti

    You can or this trail