Coordinate 1063

Caricato 4 giugno 2018

Recorded giugno 2018

-
-
1.424 m
731 m
0
5,1
10
20,37 km

Visto 261 volte, scaricato 12 volte

vicino Pagliari, Abruzzo (Italia)

COMUNE DI ABBATEGGIO
ECOMUSEO DEL PALEOLITICO
ABBATEGGIO: UNO DEI BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA
IL PREMIO NAZIONALE DI LETTERATURA NATURALISTICA PARCO MAJELLA
ABBATEGGIO STORIA & NATURA
VALSIMI: LE MINIERE DELLA MAIELLA E IL RICORDO COLLETTIVO
GUIDA TURISTICA
DEPOSITI LACUSTRI DELLA VALLE GIUMENTINA

Abbateggio è un borgo della provincia di Pescara, situato a breve distanza dalla via Tiburtina Valeria, all'altitudine di 450 m s.l.m..
Il suo aspetto è quello di un piccolo paese montano arroccato all'ombra della Maiella; Le case del borgo sono costruite con la tipica pietra bianca della Majella, lavorata a mano secondo la fiorente tradizione degli scalpellini locali. Con i suoi circa 400 abitanti rappresenta un punto di riferimento nazionale per cultura, letteratura e tradizioni. Ogni anno infatti Abbateggio ospita il prestigioso "Premio Nazionale di Letteratura Naturalistica Parco Majella" dedicato agli scrittori della penna verde.
Ma Abbateggio è importante anche per la sua natura e i suoi paesaggi unici, frutto della millenaria interazione fra uomo e ambiente: le tracce di questo connubio si perdono nella preistoria, come testimonia il sito Paleolitico di Valle Giumentina, e proseguono fino ai giorni nostri con l'architettura montana in pietra a secco e la tipica coltivazione del farro, che è al centro di una manifestazione volta alla riscoperta e alla tutela di questo antico cereale.
Abbateggio è anche una culla di spiritualità che ha dato i natali a Mariano di Abbateggio, uno dei monaci della cerchia di Celestino V.
fontana

Fontanile

Gli abbeveratoi sparsi in abbondanza sulla fascia pedemontana della Maiella svolgono un ruolo importantissimo in quanto consentono agli animali al pascolo e agli animali selvatici di potersi dissetare. Sono un punto di ristoro anche per gli escursionisti.
Religinė architektūra

Eremo di Santo Spirito a Maiella

Nel luogo in cui è sorta la magnifica badia di Santo Spirito doveva essere già esistente una qualche forma di frequentazione cultuale risalente già a prima dell'anno Mille. Pietro Angeleri, noto anche come Pietro da Morrone e Papa col nome Celestino V, vi soggiornò attorno alla metà del '200, avviando la costruzione di un piccolo ricovero per se stesso e una cappellina per pregare. Successivamente, però, attorno alla sua figura si venne a raggruppare una cerchia di monaci che desideravano condurre vita eremitica. Fu a quel punto che, con determinazione e mossi dalla fede, avviarono con grande fervore i lavori per realizzare un complesso monastico che divenne il centro principale dell'Ordine dei celestini. L'eremo si trova a mezza costa lungo l'omonimo vallone di Santo Spirito, circondato dai boschi di faggio della Macchia di Abbateggio e di Colle Tondo. La chiesa, la sagrestia e le cellette dei monaci rappresentano il nucleo principale, che probabilmente sorge su un più antico e precedente romitorio. Sebbene l'eremo di Santo Spirito nasca in un contesto rupestre, dopo l'arrivo di Pietro da Morrone, la crescente comunità di monaci raccolti attorno alla sua figura resero necessari degli ampliamenti per ospitare i pellegrini. Il luogo nel corso dei secoli godrà di momenti di grande prestigio alternati ad altri di decadenza. Tra i personaggi celebri che hanno dimorato a Santo Spirito ricordiamo Torquato Tasso, che in una lettera del 1592 scrisse a riguardo: "Avrei fatto volentieri un'altra volta la strada di Abruzzo, quale feci in pessima stagione, senza compagnia, con tutti i disagi e con molti pericoli ma meno carco d'anni ne d'ingiurie". L'episodio si riferisce alla sua fuga da Ferrara verso Sorrento, avvenuta nel 1577, dopo che ai primi segni della sua malattia mentale fu rinchiuso nella città estense.
parcheggio

Partenza-Arrivo

Dal Borgo di Abbateggio si raggiunge la valle Giumentina con l'auto in circa cinque minuti. Dopo aver imboccato una strada sterrata e percorso meno di 100 metri troviamo un'edicola con scene sacre e una croce in ferro dove un'ampio spazio permette di lasciare l'auto e di iniziare il percorso.
Museo

Museo del Paleolitico

Le testimonianze archeologiche presenti sul territorio abbateggiano sono pertinenti a diverse epoche storiche. Tuttora in corso sono gli scavi Paleolitici presso Valle Giumentina, dove è stato realizzato un Ecomuseo del Paleolitico allestito nelle riproduzioni delle tipiche capanne di pietra a secco presenti sulla Maiella. Per quanto riguarda l’età storica, invece, le indagini archeologiche recenti hanno portato in luce un piccolo tempio di Cerere e resti di una statua di Ercole. In contrada Cusanum, l’odierna Cusano, sono stati rinvenuti inoltre un’epigrafe funeraria e un piccolo altare per le offerte votive. Queste testimonianze possono essere messe in relazione con l’occupazione del territorio secondo la tipologia dell’abitato sparso in continuità con la tradizione dei villaggi dei popoli italici. Il patrimonio archeologico di Abbateggio e le altre testimonianze storiche presenti nel borgo consentono al visitatore di immergersi in un patrimonio ricco di storia perfettamente integrato con un ambiente naturale unico.
albero

Macchia di Abbateggio

Il bosco denominato Macchia di Abbateggio, che rappresenta un altro tipico aspetto naturalistico e paesaggistico della Maiella. Si tratta, infatti, di un bosco di faggio, un albero molto diffuso su questa montagna. La faggeta di Abbateggio inizia a svilupparsi dai 900-1000 metri di quota fino ai 1750-1800 metri e si colloca tra la fascia collinare dei pascoli e dei campi coltivati e l'area montana con i prati e i pascoli d'altura. All'interno della faggeta, al confine con il Fosso di Santo Spirito, è ubicata la sorgente La Morgia. Situata a 960 m s.l.m., nasce da una condotta carsica (anche il Fosso, del resto, è interamente generato dal carsismo) con un inghiottitoio all'estremità inferiore; per non turbare l'equilibrio idrogeologico dell'area, la captazione dell'acqua è stata effettuata tramite una galleria di approccio.

Commenti

    You can or this trail