-
-
1.232 m
285 m
0
2,6
5,2
10,42 km

Visto 322 volte, scaricato 14 volte

vicino Civate, Lombardia (Italia)

Da Civate risaliamo in macchina fin quasi alla località Pozzo, seguendo i cartelli stradali marroni per San Pietro al Monte.
Partiamo a camminare, superiamo le case di Pozzo e, nei pressi di un bel prato (da cui vediamo le nostre tappe, San Pietro, Rifugio Marisa Consiglieri e Cornizzolo), entriamo nel bosco prendendo la bella mulattiera che conduce a San Pietro al Monte.
Vi perveniamo dopo un tratto un poco ripido: l'ambiente è suggestivo, per il bel prato che circonda la chiesa e per il discreto panorama che qui si ammira. Per tutto l'anno, questi prati sono giustamente meta di "pellegrinaggio" di moltissime famiglie lombarde. E' doverosa una visita agli affreschi all'interno della chiesa (tutti i giorni festivi dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 13,30 alle 16,00).
San Pietro al Monte Un piccolo fiore di pietra tra il verde delle pendici del Cornizzolo., è caratterizzato da due edifici che costituiscono uno dei maggiori esempi dell’arte romanica comacina: la Basilica di San Pietro e il piccolo Oratorio di San Benedetto.
La loro fondazione sarebbe avvolta dalla leggenda. Secondo la tradizione, il complesso sarebbe stato fatto costruire attorno all’anno 772 da Desiderio, ultimo re dei Longobardi sul luogo dove il figlio Adelchi avrebbe recuperato la vista bagnandosi con l’acqua di una vicina fonte miracolosa, dopo essere diventato cieco durante una battuta di caccia al cinghiale.
Il complesso, appartenuto ai monaci Benedettini, nel Medioevo fu un centro di potere molto importante, beneficato da Sovrani e Imperatori con grandi donazioni di terre (tra cui il lago di Annone), ricchezze e privilegi.
L’edificio principale del complesso è la Basilica, a pianta rettangolare, ad unica navata, con due absidi semicircolari che si fronteggiano sull’asse longitudinale.
È preceduta da un vasto atrio a galleria, rischiarato da eleganti bifore, cui si accede da un ampio scalone in pietra. Gli affreschi e gli stucchi contenuti nella Chiesa e nella sua cripta, risalenti al secolo XI, rivestono un eccezionale valore artistico e religioso. Subito a valle della costruzione principale, si trova l’Oratorio di San Benedetto, edificio a pianta centrale quadrata nel quale si innestano tre absidi semicircolari e un vano rettangolare d’ingresso.
L’interno, semplice ed essenziale, racchiude un esempio molto raro di altare medioevale decorato su tre lati da affreschi. Dal piazzale antistante gli edifici si gode un bellissimo panorama sul lago di Annone e sulla Brianza orientale.
Proseguiamo alle spalle del complesso, salendo nella Valle dell'Oro con un sentiero nel bosco. Dopo più di 30 minuti, la vegetazione si fa più rada e, in altri 20 minuti circa, perveniamo al grande Rifugio Marisa Consiglieri, servito da una asfaltata privata che sale da Pusiano. Da qui, una rapida salita di 15 minuti ci porta a conquistare la cresta erbosa del Cornizzolo, quindi la vetta, occupata da una grande croce.
Il panorama dal Monte Cornizzolo è fra i migliori del Triangolo Lariano: uno scorcio del Lago di Como, un'ampia vista sulle Grigne, sui Corni di Canzo e sul Resegone e poi, naturalmente, lo spettacolo della Pianura Padana e dei suoi laghi pedemontani; uno spettacolo ancora più maestoso nei momenti del tramonto e del crepuscolo.
Per la discesa può risultare molto piacevole percorrere la cresta della Guardia, la fascia erbosa che delimita a sud la Valle dell'Oro e che vediamo bene dalla cima, poichè concede ampi panorami sulla pianura. Ignorata una deviazione che riporta a San Pietro al Monte, il sentiero rientra nel bosco per uscirne solo a Pozzo; da qui in 5 minuti torniamo all'auto.
Waypoint

Basilica di S.Pietro al monte

Informazione

civate

Informazione

rifugio Consigliere

Informazione

chiesetta degli alpini

Informazione

monte Cornizzolo

Informazione

Linate

Informazione

punto di riposo del viandante

Informazione

crotto del capraio

Informazione

cascina oro

Informazione

P

Informazione

Grotta con sorgente

Informazione

Dosso della guardia

Commenti

    You can or this trail