-
-
2.757 m
1.742 m
0
3,3
6,6
13,24 km

Visto 178 volte, scaricato 5 volte

vicino Case di Viso, Lombardia (Italia)

Una facile e classica salita a uno dei più noti rifugi dell'alta Valcamonica, circondato da importanti testimonianze delle Grande Guerra in parte recentemente restaurate e con un piccolo museo.
Bei panorami, ricca flora alpina e, grazie alla protezione del Parco dello Stelvio, possibilità d'avvistamento di aquile, marmotte, caprioli, cervi e camosci.
Dal rifugio si dipartono diversi splendidi itinerari di medio-alta quota.
Segnaletica: segnavia Cai bianco e rosso n° 52.
Difficoltà: agevole, su mulattiera militare. Dislivello: m 724 da Case di Viso, m 598 dal parcheggio alto.
Periodo consigliato: fine giugno - inizio ottobre.
Tempi di percorrenza: ore 2 circa (15' in meno dal parcheggio alto).
Parcheggio: all'ingresso di Case di Viso, oppure nel piazzale dell'area di sosta del Parco Nazionale dell Stelvio(1880 m).
Dall'area da pic-nic del Parco a quota 1880 metri, si dipartono anche i sentieri Cai 62 e 59, che si lasciano sulla sinstra, proseguendo invece verso destra (sud-est) con la comoda mulattiera di guerra, segnata col n° 52, che risale il costone orientale della valle.
Superata con ampi tornanti la fascia ad arbusti di ontano, abitata da caprioli, si sbuca dopo diversi tornanti e qualche scorciatoia nella conca del Montozzo.
Qui, tra pascoli e ghiaioni frequentati dalle marmotte, s'incontra il primo piccolo lago a 2403 metri (a volte quasi asciutto), appena a sinistra del sentiero.
Spostandosi verso nord si entra quindi in un corto valloncello che, affiancando il ruscello, porta in breve tempo al laghetto del Montozzo superiore, un poco più grande e profondo dell'inferiore, ed al vicino rifugio Bozzi (2478 m - ore 2 circa - 25 posti letto, aperto da metà giugno all'inizio di settembre, Telefono 0364/900152).
In splendida posizione panoramica, ai piedi delle severe Punte d'Albiolo e di Montozzo. Tutt'attorno si notano pregevoli resti di fortificazioni belliche, recentemente ripristinate e dotate di pannelli illustrativi.
Un piccolo interessante museo è ricavato da uno degli alloggi militari restaurati. Dal rifugio è consigliabile salire, in meno di mezz'ora, alla vicina Forcellina di Montozzo (2613 m), che s'affaccia sulla trentina omonima valle.
Arrivati alla forcellina abbiamo percorso la cresta a sinistra in direzione della punta di Montozzo, ed anche qui abbiamo trovato resti di trincee, filo spinato e una galleria di circa 15 mt. che porta ad un nido di mitragliatrice che teneva sotto controllo le linee in mano agli Astroungarici.
Informazione

case di viso

Informazione

P

Informazione

rfugio bozzi

Informazione

forcellina di montozzo

Informazione

laghetti di montozzo

Informazione

nido di mitragliatrice

Commenti

    You can or this trail