Tempo in movimento  8 ore 3 minuti

Tempo  11 ore 52 minuti

Coordinate 5248

Caricato 15 agosto 2019

Recorded agosto 2019

-
-
2.431 m
1.451 m
0
7,4
15
29,71 km

Visto 35 volte, scaricato 2 volte

vicino Cossito, Lazio (Italia)

Escursione davvero molto impegnativa per lunghezza dislivello e costanti imprevisti. L'obbiettivo era raggiungere tutte le vette over 2000 del versante Nord della Laga per limitare i costi tornandoci una seconda volta, ma soprattutto per fare qualcosa di "ardito" considerando che ho cercato in Wikiloc qualcuno che l'avesse fatto ma senza esito.
Arrivo a Macchie Piane alle 6:00 dopo 3 ore di macchina e partenza alle 6:20 dal sentiero 377 al Bivio per le Sette Fonti. Si percorre una veloce carrareccia all'interno della boscaglia, seguendo sempre i bolli si sale in modo morbido sino all'attraversamento di un guado, ora l'acqua scarseggia ma nel periodo del disgelo o delle grandi piogge neanche immagino cosa ci si possa trovare. Dopo 2,5km il primo grande intoppo, due grandi maremmani mi sbarrano la strada, mi aggrediscono e respingono indietro, risultato sono costretto a tornare al guado e a salire a debita distanza tra erba alta e pendenza maggiore sul versante opposto. Impiegherò più di 2km per rientrare nel tracciato segnato, il 377a. In quel punto del 377 si trova uno stazzo per le pecore e lì ci saranno sempre i maremmani, fare attenzione. Dal sentiero supero un canale mastodontico scavato dall'acqua, anche questo punto per me risulterebbe invalicabile con l'acqua. Raggiunta la sponda opposta seguo il sentiero perdendolo e ritrovandolo in più punti essendo tutto sovrapposto con i percosi degli animali. Dopo 1km arrivo sotto il Monte Le Vene all'altezza di una piccola tomba e salgo riprendendo il 377. Alle 8:40 sono in cima al Monte Le Vene 2020mt, panorama mattutino bellissimo, sole dolce e caldo smorzato da un vento sostenuto che mi ha accompagnato sino alle 13.
Dalle Vene si scende percorrendo il sentiero 300 e dopo poco meno di 3km si arriva alla Macera della Morte 2073mt ore 9:30. Tornando indietro si prende il sentiero 301 all'altezza del cartello Termine Macera della Morte. Si sale per circa 2km per arrivare al Monte Pizzitello 2221mt ore 10:30. L'abbaiare dei maremmani mi indica che poco più in basso un gregge si sta spostando nella mia direzione, questo mi obbliga a muovermi in fretta perchè da lì a breve dovrò scendere e poi risalire dal Monte di Mezzo di Sevo e al ritorno potrei trovarmi la strada sbarrata di nuovo.
Salgo ancora un pò in cerca di individuare il Monte di Mezzo, scendo su un ripido costone erboso sino a raggiungere la un pò anonima vetta del Monte di Mezzo di Sevo 2138mt ore 11:10. Sotto il monte degli stazzi per le pecore, l'abbaiare dei cani mi indica che due greggi si stanno muovendo in direzione delle pendici del Monte Pelone Nord che si trova sulla dorsale opposta sul fianco destro del Monte di Mezzo.
Risalgo velocemente e punto la croce del Pizzo di Sevo. La salita è tosta, tutta su erba, sotto un sole che comincia cuocere, dopo 40 minuti sono in vetta 2419mt ore 11:50. Che gioia, quì i cani non arriverranno presto. Dal versante opposto sale un corposo gruppo di escursionisti, da una parte sono contento di vedere anima viva, dall'altra meno perchè avrei voluto godermi la vetta in solitaria per qualche minuto. Scendo così in direzione dell'incrocio col tracciolino di Annibale. Scelgo di scendere a vedere le scritte centenarie sul sentiero che unisce la Forca di Sevo e il monte Pelone Nord. Ci metto un pò a trovarle, alla fine giunto su un blocco di rocce enormi le vedo e perdo qualche minuto a fotografarle.
Ora, il sentiero che mi porterebbe sulla selletta del Pelone N. è occupata da un vasto gregge, decido quindi di impettare fuori sentiero per raggiungere il tracciolino di cresta. Ci vorranno 3km per raggiungere il lontano Pelone Nord 2057mt ore 14:40, e si accumulerà soprattutto un grade dislivello. Sulla via del ritorno alla selletta del Pelone mi tengo a sinistra, il gregge e i cani sono saliti e troppo vicini, è dura tutta a mezzacosta su erba alta caldo e paura di essere inseguito dai cani. Quando credevo di aver scampato il pericolo ecco che intravedo un altro gruppo di maremmani sul tracciato di cresta, mi abbaiano e mi spingono sempre più in basso. Per evitare di perdere troppo dislivello decido di proseguire sulla ripidissima mezzacosta tra erba alta e rocce franose sino alla sella della Cima Lepri. Risalito sul tracciato che collega il Pelone con la Cima Lepri cerco di individuare la via più breve per raggiungere la vetta, ma mi accorgo che su una conca alla destra della cima si muove un gregge con i cani, decido così di salire in cima dal lato sinistro. Sarà anche qui impegnativo, fuori sentiero ed erba alta. Alle 16:20 arrivo in vetta alla Cima Lepri 2445mt. Panorama bellissimo, solitudine estrema. Scendo dal sentiero che riporta alla Sella di Sevo, oramai non incontrerò più cani e pecore e questo mi solleva. Raggiunto il tracciolino di Annibale ore 17:00 lo percorro per 5km tra un susseguirsi di svolte guadi e panorami mozzafiato. Alle 18:00 raggiungo Le Macchie Piane, un altro chilometro e mezzo e sono finalmente alla macchina, ore 18:20. Mi rimangono solo 3h di strada e sarò finalmente a casa.
parcheggio

Parcheggio

Ore 6:20
Waypoint

Sentiero 377a

Cascata

Gola creata dall'acqua e guado da attraversare

Waypoint

Piccola tomba?

picco

Monte Le Vene 2020 mt

Ore 8:40
fotografia

Sentiero 377 direzione Macera della Morte

Waypoint

Sentiero 377 direzione Macera della Morte

Waypoint

Termine Macera della Morte

picco

Macera della Morte 2073mt

Ore 9:30
picco

Pizzitello 2221mt

Ore 10:30
Rischio

Forra

picco

Monte di mezzo di Sevo 2138mt

Ore 11:10
picco

Pizzo di Sevo 2419mt

Ore 11:50
Intersezione

Intersezione per il tracciolino di Annibale

Sito archeologico

Scritte centenarie

Fiume

Guado sul sentiero per il Pelone nord

picco

Monte Pelone Nord 2057mt

Ore 14:40
picco

Cima Lepri 2445mt

Ore 16:20
Passo di montagna

Sella di Pizzo di Sevo

Ore 17:00
fotografia

Tracciolino di Annibale

parcheggio

Macchie Piane

Ore 18:00

2 commenti

  • adriano983 17-ago-2019

    un avventura mostruosa , complimenti

  • Foto di Marlow78

    Marlow78 17-ago-2019

    Avrei preferito andasse diversamente, quando si incontrano i maremmani non c'è verso, devi cambiare strada. Non li amo molto.

You can or this trail