Tempo  3 ore 11 minuti

Coordinate 1385

Caricato 10 giugno 2019

Recorded giugno 2019

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
987 m
700 m
0
3,3
6,6
13,21 km

Visto 74 volte, scaricato 1 volte

vicino Palagano, Emilia-Romagna (Italia)

Si parcheggia in centro al paese di Palagano e prendiamo subito in salita via Palazzo Pierotti. Dopo poco giriamo a sx su via per Riolo, bel borghetto che si raggiunge al km 2.
Tutta strada asfaltata, ma su cui transitano quasi solo i residenti, per più di 6km, dopodichè si prende a destra la sterrata via dei Cavallari che dopo alcuni saliscendi riporta in paese.
Estratto da www.it.wikipedia.org
Palàgano (Palaghen in dialetto frignanese) è un comune italiano di 2 148 abitanti della provincia di Modena, in Emilia-Romagna, situato a sud-ovest del capoluogo. Fa parte dell'Unione dei Comuni del Distretto Ceramico, che ha sede a Sassuolo.
Il territorio comunale, compreso nella valle del torrente Dragone, affluente del fiume Secchia, è prevalentemente di natura collinare; l'altimetria varia da circa 300 metri ai 1450 metri. L'utilizzo del suolo è in prevalenza agricolo, sono inoltre presenti ampie zone boschive a roveri, querce e castagni specialmente fitte all'innalzarsi dell'altezza.
Il nome del paese si ritiene derivi dal latino palaga, che significa "pepita d'oro"; non si hanno notizie di ritrovamenti nel passato di tale metallo prezioso. La zona però, specialmente vicino alla frazione di Boccassuolo, è stata oggetto nei secoli scorsi di scavi per l'estrazione di rame, calcopirite e ferro.
La prima volta che la località viene citata è in un antico rogito del 1144, quando Palagano era uno dei più popolosi villaggi delle Terre della Badia di Frassinoro. Nel 1197 si costituì comune autonomo e figurava fra i principali del territorio amministrato dall'abbazia. Con il decadere della Badia, tutto il territorio a destra del Dragone passò sotto il controllo diretto dei modenesi; si susseguirono i conti di Gombola ed entrò poi nel feudo di Medola, assoggettato ai Montecuccoli, nel 1321. Il duca di Modena Alfonso I d'Este nel 1534 investì i Mosti di Ferrara che mantennero il dominio per 2 secoli dando il nome di contea di Rancidoro al territorio. Nel 1741 la contea passò ai Sabbatini di Fanano, i quali rimasero sino alla rivoluzione francese ed alla soppressione dei privilegi feudali. Dopo l'ingresso nel Regno d'Italia, nel 1869 il comune venne soppresso e passò amministrativamente sotto Montefiorino. Nel 1957 fu ricostituito comune autonomo.
Durante la seconda guerra mondiale il territorio comunale fu teatro di violenti scontri tra partigiani e nazifascisti, culminati nella strage di Monchio, Susano e Costrignano dove, il 18 marzo 1944, furono trucidati per rappresaglia 136 civili inermi dall'esercito tedesco. Tutto il territorio ha successivamente fatto parte della Repubblica partigiana di Montefiorino.
Waypoint

756

Waypoint

757

Waypoint

Riolo

Waypoint

758

Waypoint

Ca Di Pietro

Waypoint

Lamalunga

Waypoint

759

Waypoint

760

Waypoint

761

Waypoint

762

Waypoint

763

Waypoint

LA LIBBRA

Waypoint

bivio per locanda Cialamina a sx

Waypoint

si continua su via Palazzo Pierotti

Waypoint

764

Waypoint

Monte

Waypoint

Palàgano (703m)

2 commenti

  • pieronimariachiara 14-lug-2019

    I have followed this trail  verificato  View more

    Bel sentiero, per la maggior parte su asfalto ma con pochissime auto sul percorso. Grazie Luca.

  • Foto di luca berni

    luca berni 14-lug-2019

    Mi fa piacere. Ciao

You can or this trail